Scuola, il ministro Gelmini annuncia tagli per 87mila unità

1' di lettura

Il titolare dell'Istruzione ritiene che quella italiana sia una scuola vicina al collasso e afferma: "Non si toccano gli insegnanti di sostegno, non si toccano le ore di italiano e matematica e non si tocca il tempo pieno"

Quella italiana è una scuola vicina al collasso secondo il ministro dell'istruzione Maria Stella Gelmini, la quale ai microfoni di Radio Anch'io annuncia un taglio di 87 mila posti in tre anni, pari al 7 per cento dell'organico. La situazione è molto grave e razionalizzare le risorse è un percorso obbligato, ribadisce la Gelmini convinta che, nel tempo, la scuola sia diventata sempre meno un'istituzione che forma ed educa, e sempre più un luogo nel quale erogare soldi: il 97 per cento della spesa se ne va in stipendi.

Leggi tutto
Prossimo articolo