Belfast, la parata del 12 Luglio dei protestanti unionisti. FOTO

Migliaia di persone hanno assistito alla marcia di centinaia di membri dell'Ordine di Orange. La contestata commemorazione della vittoria nella battaglia del Boyne (1690), quest’anno, non ha però provocato disordini con i cattolici. LA FOTOGALLERY
  • ©Getty Images
    Centinaia di protestanti unionisti, e in particolare i membri dell’Ordine di Orange, hanno sfilato per le strade di Belfast, la capitale dell’Irlanda del Nord per la tradizionale commemorazione della battaglia di Boyne – La celebrazione
  • ©Getty Images
    La festa nota come "The Twelfth of July parade", è organizzata tutti gli anni proprio il 12 luglio dai protestanti in Irlanda del Nord che, con una parata, celebrano la vittoria nella battaglia di Boyne del 1690, quando le forze del re protestante Guglielmo d'Orange sconfissero le truppe del monarca cattolico Giacomo II – La visita di Carlo e Camilla in Irlanda del Nord
  • ©Getty Images
    Quest’anno la parata si è svolta in maniera pacifica ma in passato sono stati diversi gli episodi di violenza. La marcia, infatti, è spesso teatro di scontri anche perché attraversa Ardoyne, un quartiere di nazionalisti irlandesi (cattolici) nella parte nord di Belfast – Morto Martin McGuinness, artefice del cessate il fuoco in Nord Irlanda
  • ©Getty Images
    Anche quest’anno sono stati impiegati migliaia di agenti per sorvegliare il tracciato della manifestazione. L’assenza di disordini, secondo numerosi commentatori politici, dimostra i progressi fatti da entrambe le comunità nel mantenere una pacifica convivenza – Il Dup, il partito unionista nordirlandese alleato di Theresa May
  • ©Getty Images
    Gravi episodi di violenza si sono verificati durante la parata del 2015. In quel caso diversi unionisti erano arrivati allo scontro con la polizia, che era stata bersagliata con il lancio di oggetti e persino con alcuni spari di armi pesanti finiti fuori bersaglio – Gli episodi di violenza nel 2015
  • ©Getty Images
    Il motivo di queste tensioni è dovuto al fatto che la società dell’Irlanda del Nord è divisa ormai da un secolo tra i protestanti (chiamati anche unionisti o lealisti), fedeli alla corona britannica; e cattolici, che chiedono l’annessione del Paese alla Repubblica d'Irlanda. Le divisioni tra i due gruppi hanno più volte sfiorato la guerra civile - Irlanda del Nord, sparatoria in base militare: 2 morti
  • ©Getty Images
    Belfast è la capitale dell’Irlanda del Nord: dopo secoli di migrazioni dalla Gran Bretagna, la maggioranza della popolazione è di religione protestante, anche se la minoranza cattolica supera il 40% – Irlanda del Nord, poliziotto ucciso in un agguato
  • ©Getty Images
    La parata è organizzata ogni anno dai membri dell’Ordine di Orange, una delle organizzazioni di protestanti e unionisti più attive in Irlanda del Nord. Il nome si deve a Guglielmo d’Orange, il protestante "statolder" (luogotenente) d’Olanda, che alla fine del Seicento sconfisse il re d’Inghilterra Giacomo II, cattolico, conquistando il trono di Londra – Il sito dell'ordine di Orange
  • ©Getty Images
    I membri dell’Ordine, in occasione della parata, sfilano al ritmo di musiche scandite da flauti e tamburi, con drappi arancioni al collo e con vestiti che richiamano all’Union Jack, la bandiera della Gran Bretagna - I muri che dividono il mondo