Solstizio d'estate, a Stonehenge si accoglie la bella stagione. FOTO

Migliaia di persone si sono radunate nel complesso archeologico del Wiltshire, nel sud del Regno Unito, per celebrare il giorno più lungo dell’anno. LA FOTOGALLERY
  • ©LaPresse
    È il giorno del solstizio d’estate che segna ufficialmente il passaggio alla bella stagione. Migliaia di persone si sono radunate nel complesso archeologico di Stonehenge, nella contea di Wiltshire, nel sud del Regno Unito, per celebrare, fin dalle prime luci dell’alba, il giorno più lungo dell’anno – Dove si trova Stonehenge
  • ©LaPresse
    La suggestiva festa tra le rovine del sito archeologico è diventata ormai una tradizione annuale. L’obiettivo dell’evento, che attira migliaia di turisti e seguaci di religioni neopagane e del celtismo, è osservare le prime luci dell’alba estiva in uno scenario davvero spettacolare – Solstizio d'inverno, tutti i "druidi" riuniti a Stonehenge
  • ©LaPresse
    La scelta di recarsi a Stonehenge nel giorno del solstizio d’estate ha una ragione precisa. In questa data, infatti, un raggio di sole attraversa un trilite, una struttura che si sviluppa su due pietre verticali sormontate da un’architrave centrale, prima di illuminare l’altare centrale del sito archeologico creando un effetto ottico molto suggestivo – I 30 anni di Stonehenge da patrimonio Unesco
  • ©LaPresse
    Gli antichi consideravano questo gioco di luci un segno celeste che consentiva loro di sapere che il passaggio da una stagione all’altra era avvenuto. Il sito archeologico di Stonehenge è stato inserito nell’elenco dei patrimoni dell’Unesco nel 1986 – Stonehenge, patrimonio dell'Unesco
  • ©LaPresse
    Il solstizio estivo è il giorno che sancisce ufficialmente il passaggio dalla primavera all’estate, ma questo vale solo per l’emisfero boreale. In quello australe, invece, in queste stesse ore, è il giorno del solstizio d’inverno – Solstizio d'inverno, ma cosa significa?
  • ©LaPresse
    Il solstizio d’estate è convenzionalmente considerato il giorno con più ore di luce dell’anno – Nasa, nel 2018 una missione per scoprire i segreti del Sole
  • ©LaPresse
    Nell’emisfero boreale il solstizio d’estate, che solitamente cade tra il 20 e il 21 giugno, è il giorno ‘più lungo’ dell’anno, il 21 dicembre, solstizio d’inverno, quello più corto. Nell’emisfero australe, la situazione è completamente rovesciata: il 21 giugno è quello più corto, il 21 dicembre il più lungo – Equinozio di primavera, addio all'inverno il 20 marzo
  • ©LaPresse
    I solstizi, così come gli equinozi, dipendono dalla traiettoria con la quale la Terra orbita intorno al Sole – A Londra i “druidi” celebrano l'equinozio di primavera
  • La data del solstizio non è fissa, ma accumula un ritardo di circa sei ore l’anno per lo spostamento dell’asse attorno al quale la Terra compie le rotazioni quotidiane – Sette cose da sapere sul solstizio d'estate
  • Il ritardo viene azzerato artificialmente ogni quattro anni, in coincidenza con l’anno bisestile, per evitare un progressivo scostamento tra il calendario e le stagioni – Solstizio d'estate a Stonhenge sui media britannici