Clima, a New York e Parigi luoghi simbolo "verdi" per protesta. FOTO

Dopo lo strappo di Trump sugli accordi di Parigi, la punta della Freedom Tower e la facciata del municipio della capitale francese sono stati illuminati con un fascio di luce verde
  • ©Getty Images
    Come promesso in campagna elettorale, Donald Trump ha annunciato il ritiro immediato degli Usa dall'accordo di Parigi sul clima. In segno di protesta New York e Parigi hanno "acceso" di verde alcuni edifici simbolo. Nella Grande Mela il governatore Andrew Cuomo ha illuminato la punta del grattacielo One World Trade Center, più noto come Freedom Tower - Trump ritira gli Usa dall'accordo di Parigi, critiche dai leader
  • ©Getty Images
    "L'America è tornata e non accetterà più accordi che vanno contro i suoi interessi". Parola di Donald Trump che così ha motivato il ritiro degli Usa dall'accordo sul clima di Parigi. La punta della Freedom Tower "verde" per protesta è un simbolo importante: il grattacielo è sorto sulle ceneri delle Torri Gemelle distrutte dagli attentati dell'11 settembre 2011 - L'accordo sul clima: cosa cambia con l'uscita degli Usa
  • ©Getty Images
    Annunciando il ritiro dall'accordo sul clima di Parigi, Trump ha sottolineato di essere pronto a rinegoziare una nuova intesa, ma molti leader internazionali - tra cui quelli di Italia, Francia e Germania - hanno già replicato che è "impossibile" - Cos'è e cosa prevede l'accordo di Parigi sul clima
  • ©Getty Images
    La Freedom Tower è alta poco più di 540 metri ai quali si aggiungono i 50 metri del pennone finale. Proprio questa punta si è illuminata di verde in segno di protesta al ritiro degli Usa dall'accordo sul clima di Parigi annunciato da Donald Trump - Clima, nel 2100 rischio 8°C in più nelle grandi città
  • ©Getty Images
    L'uscita degli Usa dall'accordo sul clima di Parigi è uno degli strappi più grandi da quando Trump si è insediato alla Casa Bianca, una sfida all'intera comunità internazionale e una rottura con l'eredità di Barack Obama - Legambiente: "Nel 2015 quasi tremila morti per le ondate di calore"
  • ©Getty Images
    Reazioni all'annuncio del presidente sono arrivate da ogni latitudine. La prima cittadina di Parigi, Anne Hidalgo, ha definito il ritiro degli Usa dall'accordo sul clima "un errore fatale" di Trump. Poi la protesta simbolo con la facciata del Municipio parigino, l'Hotel de Ville, illuminata di verde - Clima, dal 2010 oltre 120 comuni italiani coinvolti in calamità
  • ©Getty Images
    Reazione forte quella francese anche tramite il neo presidente Emmanuel Macron che ha sferrato a Donald Trump uno schiaffo mediatico significativo. Parlando in inglese dall'Eliseo e rivolgendosi agli americani che dissentono dalla posizione della Casa Bianca sull'accordo di Parigi, Macron ha "scippato" la frase cult di Trump - "Make America great again" - rilanciandola in chiave ecologica, "Make our planet great again" - Coi cambiamenti climatici si perde anche il sonno
  • ©Getty Images
    Macron ha affermato di "rispettare la decisione sovrana" di Trump ma l'ha definita "un errore per l'interesse del suo popolo e per il futuro". "La Francia crede in voi", ha detto agli americani, "il mondo crede in voi. Siete una grande nazione, vi siete schierati contro l'ignoranza e l'oscurantismo. Ma sul clima non ci sono piani B, perché non c'è un pianeta B" - Le politiche ambientali dopo la vittoria di Trump