Cina, al via le celebrazioni per l'Imperatore Giallo. FOTO

Nella capitale della provincia cinese di Henan, Zengzhou, va in scena la cerimonia in omaggio di Huang Di, l'Imperatore Giallo. Questo regnante è considerato il primo antenato del popolo cinese. LA FOTOGALLERY

  • ©LaPresse
    A Zengzhou, capitale della provincia cinese di Henan, sono iniziate le celebrazioni in omaggio di Huang Di, l'Imperatore Giallo. È considerato il progenitore del popolo cinese - Cina, la primavera arriva in anticipo
  • ©LaPresse
    La cerimonia ha luogo il 30 marzo di ogni anno. Questo giorno infatti coincide con il compleanno di Huang Di, nato secondo la tradizione nel terzo giorno del terzo mese del calendario lunare cinese - Cina, l’alba vista dal lago ghiacciato Chanka
  • ©LaPresse
    Le celebrazioni in onore di Huang Di sono ospitate a Zhengzhou dal 2006 e comprendono nove riti maggiori che vanno dalla primavera all'autunno - Dalle tigri alle orche, in Cina i grandi predatori in cattività
  • ©LaPresse
    Secondo la tradizione, questo imperatore è vissuto oltre 4.000 anni fa. Il suo culto fu particolarmente sentito alla fine del periodo dei regni combattenti e nel primo periodo della dinastia Han - Cina, a Pechino è arrivata la prima neve dell’anno
  • ©LaPresse
    In quel periodo si iniziò a considerarlo come il fondatore dello Stato Unitario cinese, un "sovrano cosmico", con una certa dimestichezza con le arti esoteriche e le invenzioni - Cina, le spettacolari grotte di Fuyuan
  • ©LaPresse
    Tra i meriti, gli viene riconosciuta la fondazione della civiltà e dell'arte medica cinese, insieme ai leggendari imperatori Fu Hsi e Shen Nung - Cina, ponti tra due palazzi a 68 metri di altezza
  • ©LaPresse
    La figura di Huang Di è testimoniata in diversi documenti della storia antica cinese, ma la figura del personaggio col tempo si è ammantata di leggende mitologiche - Cina, l’alba vista dal lago ghiacciato Chanka
  • ©LaPresse
    Secondo la tradizione cinese, durante una battaglia del 2634 a.C. Huang Di usò un carro con uno speciale dispositivo differenziale collegato alle ruote. In questo modo poteva far sì che una statua puntasse sempre nella stessa direzione, nonostante le curve seguite dal veicolo - Cina, code chilometriche per il rientro dal Capodanno