Attentato di Londra, la marcia silenziosa di Westminster. FOTO

Centinaia di persone mano nella mano, mercoledì 29 marzo, sul ponte dell'attentato dello scorso 22 marzo, per commemorare le vittime dell'attacco terroristico. In prima fila gli agenti di Polizia e poi gli uomini e le donne di fede musulmana. LA FOTOGALLERY

  • A una settimana dall'attacco al cuore di Londra, a Westminster una folla ha commemorato con una marcia silenziosa le vittime dell'attentato compiuto da Khalid Masood. In prima fila, accanto ai poliziotti, c'erano molte donne musulmane con il capo velato -
    ©LaPresse
    A una settimana dall'attacco al cuore di Londra, a Westminster una folla ha commemorato con una marcia silenziosa le vittime dell'attentato compiuto da Khalid Masood. In prima fila, accanto ai poliziotti, c'erano molte donne musulmane con il capo velato - Londra, aAttentato a Westminster
  • L'appuntamento sul Westminster bridge era fissato per le 14,15, l'ora in cui Masood ha cominciato a fare strage di passanti a bordo di un Suv -
    ©LaPresse
    L'appuntamento sul Westminster bridge era fissato per le 14,15, l'ora in cui Masood ha cominciato a fare strage di passanti a bordo di un Suv - La Polizia presidia Westminster
  • Mani intrecciate durante il minuto di silenzio alle 14,40. Rose bianche e gialle sono state depositate sul ponte, in omaggio alle vittime, alle loro famiglie e ai feriti -
    ©LaPresse
    Mani intrecciate durante il minuto di silenzio alle 14,40. Rose bianche e gialle sono state depositate sul ponte, in omaggio alle vittime, alle loro famiglie e ai feriti - La rivendicazione dell'Isis
  • Tanti gli agenti di Polizia presenti alla marcia. Una delle vittime del killer è proprio un poliziotto, Keith Palmer, che Masood ha ucciso prima di essere a sua volta freddato -
    ©LaPresse
    Tanti gli agenti di Polizia presenti alla marcia. Una delle vittime del killer è proprio un poliziotto, Keith Palmer, che Masood ha ucciso prima di essere a sua volta freddato - Un ritratto del terrorista
  • In prima fila donne velate e uomini di fede musulmana, per ribadire una volta ancora la distanza tra la comunità musulmana e terrorismo -
    ©LaPresse
    In prima fila donne velate e uomini di fede musulmana, per ribadire una volta ancora la distanza tra la comunità musulmana e terrorismo - Papa Francesco incontrerà gli imam
  • Domenica, le donne musulmane avevano partecipato a un'altra manifestazione per commemorare le vittime, dopo che negli attimi di terrore seguiti all'attentato una di loro era stata fotografata mentre guardava il cellulare diventando il bersaglio di attacchi xenofobi in rete -
    ©LaPresse
    Domenica, le donne musulmane avevano partecipato a un'altra manifestazione per commemorare le vittime, dopo che negli attimi di terrore seguiti all'attentato una di loro era stata fotografata mentre guardava il cellulare diventando il bersaglio di attacchi xenofobi in rete - La marcia delle donne islamiche
  • "Non vogliamo divisioni, siamo per il legame tra tutte le nazioni fedi e orientamenti sessuali", spiegano gli organizzatori ai media britannici -
    ©LaPresse
    "Non vogliamo divisioni, siamo per il legame tra tutte le nazioni fedi e orientamenti sessuali", spiegano gli organizzatori ai media britannici - La foto incriminata
  • Sempre secondo quanto riportano i media, tra le persone tornate sul luogo dell'attacco c'erano i familiari di alcune delle vittime, tra cui quelli del cittadino statunitense Kurt Cochran -
    ©LaPresse
    Sempre secondo quanto riportano i media, tra le persone tornate sul luogo dell'attacco c'erano i familiari di alcune delle vittime, tra cui quelli del cittadino statunitense Kurt Cochran - La sovrana: "Terribile violenza"
  • Alla marcia anche il turista romeno Andrei Burnaz, la cui ragazza – Andreea Cristea – era stata scaraventata nel Tamigi dalla vettura guidata da Masood ed è ancora ricoverata in ospedale -
    ©LaPresse
    Alla marcia anche il turista romeno Andrei Burnaz, la cui ragazza – Andreea Cristea – era stata scaraventata nel Tamigi dalla vettura guidata da Masood ed è ancora ricoverata in ospedale - La notizia dell'attacco fa il giro del mondo
  • Commemorazioni simili a quella londinese si sono tenute anche in altre città britanniche come Birmingham, Manchester, Sheffield, Leeds e Leicester -
    ©LaPresse
    Commemorazioni simili a quella londinese si sono tenute anche in altre città britanniche come Birmingham, Manchester, Sheffield, Leeds e Leicester - Gli arresti