Ucraina: nazionalisti "murano" banca russa a Kiev. FOTO

nella mattina del 13 marzo alcuni attivisti del corpo nazionale hanno tentato di bloccare gli affari della Sberbank, la principale banca della Federazione Russa, murando l'entrata principale. LA FOTOGALLERY

  • ©Getty Images
    la mattina del 13 marzo, a Kiev, un gruppo di manifestanti del gruppo di estrema destra 'Azov' ha innalzato un muro di mattoni di cemento davanti all'ingresso della sede principale della banca statale russa Sberbank - Putin: "In Ucraina c'è stato un golpe armato"
  • ©Getty Images
    Il 64% della Sberbank è in mano alla Banca Centrale della federazione russa. I manifestanti hanno esposto anche manifesti e striscioni riportanti diversi slogan, fra i quali: “Questa è la banca di un Paese aggressore e sarà chiusa!”, “Ritirate i vostri soldi urgentemente!”, “Morte alle banche russe” - Ucraina, i video-appelli degli studenti su YouTube
  • ©Getty Images
    Il gruppo di attivisti e nazionalisti ha chiesto al governo ucraino di disporre la chiusura di tutte le filiali della Sberbank entro due settimane. Quella di oggi è una delle tante proteste che periodicamente si svolgono contro le banche russe che operano in Ucraina. I rapporti fra i due Paesi si sono interrotti nel 2014, dopo che la Russia ha annesso la Crimea e ha dato il suo sostegno ai separatisti filo-russi in Ucraina orientale. Nella foto, un manifestante brandisce un fumogeno acceso durante la protesta - Crimea, venti di guerra tra Ucraina e Russia: le foto
  • ©Getty Images
    Subito dopo l'azione dei nazionalisti, l'ufficio stampa della banca ha fatto sapere che le operazioni dell'ufficio sono sospese per motivi di sicurezza e che la banca ha denunciato i fatti alle forze dell'ordine - La Crimea dice sì alla Russia. Usa e Ue: referendum illegale
  • ©Getty Images
    Nel pomeriggio del 13 marzo, i vertici di Sberbank hanno emesso un comunicato in cui si sono detti “profondamente preoccupati” per le proteste contro la filiale ucraina - Crimea, alta affluenza ai seggi. Poi festa in piazza: FOTO
  • ©Getty Images
    Quella del 13 marzo è stata la seconda azione dei nazionalisti contro banche russe nel giro di poche ore. Già il giorno precedente, durante un'azione di protesta erano stati messi fuori uso i bancomat di alcuni istituti di credito russi con della schiuma di poliuretano. Nella foto, il muro costruito all'ingresso della sede principale della Sberbank - Ucraina: dal no all’Europa alle tensioni in Crimea. LA TIMELINE
  • ©Getty Images
    L'azione dimostrativa dei nazionalisti arriva a pochi giorni dal 7 marzo, giorno in cui la Sberbank ha comunicato di iniziare a servire i cittadini del Donbass con il passaporto delle repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk - Ucraina, Putin: "Spero di non dover usare la forza"
  • ©Getty Images
    Il provvedimento della banca risponde alle linee del decreto firmato dal presidente Vladimir Putin lo scorso 18 Febbraio 2017, con il quale Mosca concedeva il riconoscimento dei documenti e delle targhe dei veicoli rilasciati a cittadini ucraini e agli apolidi che risiedono in modo permanente nei territori di alcune zone delle regioni di Donetsk e Lugansk - Kiev attacca i filorussi. Putin: "Guerra civile a un passo"