Solstizio d'inverno, tutti i "druidi" riuniti a Stonehenge. FOTO

Fra miti e leggende, il richiamo del sito archeologico e religioso britannico si fa fortissimo soprattutto il 21 dicembre.  LA FOTOGALLERY   

  • Come ogni anno l'alba del solstizio d'inverno ha attirato a Stonehenge centinaia di curiosi e praticanti di culti neopagani. Una celebrazione, quella del solstizio, celebrata già dai Celti, e che rivive in un luogo denso di fascino e mistero. La posizione di alcune pietre rende la costruzione di Stonehenge perfettamente allineata al sole del tramonto precedente al solstizio d'inverno e all'alba di quello d'estate -
    ©Getty Images
    Come ogni anno l'alba del solstizio d'inverno ha attirato a Stonehenge centinaia di curiosi e praticanti di culti neopagani. Una celebrazione, quella del solstizio, celebrata già dai Celti, e che rivive in un luogo denso di fascino e mistero. La posizione di alcune pietre rende la costruzione di Stonehenge perfettamente allineata al sole del tramonto precedente al solstizio d'inverno e all'alba di quello d'estate - La sezione dedicata a Stonehenge dall'English heritage
  • Quest'anno l'alba del primo sole invernale è stata alle 8,04: ad aspettarla, fra gli altri, i seguaci di diversi culti New Age come wicca, neo-pagani e neo-druidi -
    ©Getty Images
    Quest'anno l'alba del primo sole invernale è stata alle 8,04: ad aspettarla, fra gli altri, i seguaci di diversi culti New Age come wicca, neo-pagani e neo-druidi - - Stonehenge, quando si celebra il solstizio d’estate. FOTO
  • Il monumento di Stonehenge, edificato fra il 3000 e il 2000 a.C., testimonia l'attenzione che le popolazioni antiche avevano per i fenomeni astronomici. È inserito nella lista dei beni protetti dall'Unesco dal 1986 -
    ©Getty Images
    Il monumento di Stonehenge, edificato fra il 3000 e il 2000 a.C., testimonia l'attenzione che le popolazioni antiche avevano per i fenomeni astronomici. È inserito nella lista dei beni protetti dall'Unesco dal 1986 - La pagina dedicata dall'Unesco a Stonehenge
  • Per “solstizio d'inverno” si intende il momento nel quale il Sole, nel suo moto apparente lungo le costellazioni dello Zodiaco, raggiunge la posizione più a Sud dell'equatore celeste: da lì in poi ricomincerà a salire e le giornate torneranno ad allungarsi -
    ©Getty Images
    Per “solstizio d'inverno” si intende il momento nel quale il Sole, nel suo moto apparente lungo le costellazioni dello Zodiaco, raggiunge la posizione più a Sud dell'equatore celeste: da lì in poi ricomincerà a salire e le giornate torneranno ad allungarsi - Cos'è il solstizio d'inverno
  • L'antico rituale di celebrazione del solstizio invernale viene celebrato a Stonehenge dai tempi dei Celti, che in quella giornata macellavano gli animali e celebravano il culmine della fermentazione della birra
    ©Getty Images
    L'antico rituale di celebrazione del solstizio invernale viene celebrato a Stonehenge dai tempi dei Celti, che in quella giornata macellavano gli animali e celebravano il culmine della fermentazione della birra Solstizio d'inverno, ma cosa significa?
  • La posizione nella quale sono state disposti i massicci monoliti di Stonehenge è tutt'altro che casuale: essi sono perfettamente allineati per ricevere la luce del tramonto del solstizio d'inverno e l'alba del solstizio d'estate. La provenienza di alcune di queste pietre, chiamate Bluestones, è gallese. La cava dalla quale sono state estratte è ditante ben 290 km - via terra - dal sito. Si ritiene che siano state spostate grazie a complessi graticci in legno -
    ©Getty Images
    La posizione nella quale sono state disposti i massicci monoliti di Stonehenge è tutt'altro che casuale: essi sono perfettamente allineati per ricevere la luce del tramonto del solstizio d'inverno e l'alba del solstizio d'estate. La provenienza di alcune di queste pietre, chiamate Bluestones, è gallese. La cava dalla quale sono state estratte è ditante ben 290 km - via terra - dal sito. Si ritiene che siano state spostate grazie a complessi graticci in legno - "Carhenge", l'opera d'arte fatta con le auto
  • Al sito di Stonehenge si oppone quello di Newgrange, in Irlanda, il cui allineamento invece intercetta la luce dell'alba del solstizio invernale. Si ritiene che i popoli che costruirono questi complessi megalitici reputassero il solstizio d'inverno più importante di quello estivo -
    ©Getty Images
    Al sito di Stonehenge si oppone quello di Newgrange, in Irlanda, il cui allineamento invece intercetta la luce dell'alba del solstizio invernale. Si ritiene che i popoli che costruirono questi complessi megalitici reputassero il solstizio d'inverno più importante di quello estivo - Stonehenge: all’alba si celebra il solstizio d’estate
  • Non era solo la cultura celtica a celebrare il solstizio d'inverno. Anche nell'Antica Roma, per esempio, durante la settimana in cui cadeva la giornata più corta dell'anno si tenevano banchetti e si offrivano sacrifici a Saturno: da qui il nome delle celebrazioni, i Saturnali -
    ©Getty Images
    Non era solo la cultura celtica a celebrare il solstizio d'inverno. Anche nell'Antica Roma, per esempio, durante la settimana in cui cadeva la giornata più corta dell'anno si tenevano banchetti e si offrivano sacrifici a Saturno: da qui il nome delle celebrazioni, i Saturnali - Il solstizio nelle diverse culture
  • Stonehenge era famoso già nell'antichità: alcuni ritengono che lo storico greco Diodoro Siculo, nel primo secolo a.C., si riferisse proprio a questo luogo quando scriveva di un “tempio degno di nota” e “di forma sferica” -
    ©Getty Images
    Stonehenge era famoso già nell'antichità: alcuni ritengono che lo storico greco Diodoro Siculo, nel primo secolo a.C., si riferisse proprio a questo luogo quando scriveva di un “tempio degno di nota” e “di forma sferica” - Visto dall'alto: dove si trova Stonehenge
  • Il sito è oggetto di numerose leggende. Una di queste attribuisce la sua comparsa alla magia di Mago Merlino, che in una notte avrebbe fatto viaggiare in cielo i blocchi di pietra dall'Irlanda a dove adesso si trovano, disponendoli in pianta circolare -
    ©Getty Images
    Il sito è oggetto di numerose leggende. Una di queste attribuisce la sua comparsa alla magia di Mago Merlino, che in una notte avrebbe fatto viaggiare in cielo i blocchi di pietra dall'Irlanda a dove adesso si trovano, disponendoli in pianta circolare - Stonehenge fra i siti Unesco minacciati dal cambiamento climatico