Corea del Sud, ok all'impeachment per la presidente Park. FOTO

La politica era coinvolta in uno scandalo di corruzione che aveva sollevato pesanti proteste di piazza già nelle scorse settimane. La mozione, approvata dal parlamento, dovrà essere ratificata dalla Corte Costituzionale

  • Il parlamento sudcoreano ha destituito la presidente Park Geun-hye, coinvolta in un caso di corruzione: 234 i voti a favore della mozione, 56 quelli contrari -
    ©Getty Images
    Il parlamento sudcoreano ha destituito la presidente Park Geun-hye, coinvolta in un caso di corruzione: 234 i voti a favore della mozione, 56 quelli contrari - La notizia in apertura sul quotidiano più diffuso del Paese
  • La decisione è stata accolta con un boato dalle migliaia di persone che, nonostante le rigide temperature invernali, si erano riunite fuori dal parlamento di Seul -
    ©Getty Images
    La decisione è stata accolta con un boato dalle migliaia di persone che, nonostante le rigide temperature invernali, si erano riunite fuori dal parlamento di Seul - La neve in Corea del Sud
  • Dopo il via libera all'impeachment, il premier Hwang Kyo-ahn si appresta ad assumere i poteri presidenziali ad interim, adoperandosi in primo luogo sul fronte della sicurezza nazionale, viste le turbolenze con il Nord -
    ©Getty Images
    Dopo il via libera all'impeachment, il premier Hwang Kyo-ahn si appresta ad assumere i poteri presidenziali ad interim, adoperandosi in primo luogo sul fronte della sicurezza nazionale, viste le turbolenze con il Nord - Gli esperimenti atomici di Pyongyang
  • Ora la parola passa alla Corte Costituzionale, che entro un massimo di 180 giorni dovrà ratificare la decisione e privare Park Geun-hye in maniera permanente dell'incarico -
    ©Getty Images
    Ora la parola passa alla Corte Costituzionale, che entro un massimo di 180 giorni dovrà ratificare la decisione e privare Park Geun-hye in maniera permanente dell'incarico - La corte costituzionale sudcoreana
  • Caroselli si sono visti per le strade di Seul dopo il voto che ha portato alla destituzione della presidente -
    ©Getty Images
    Caroselli si sono visti per le strade di Seul dopo il voto che ha portato alla destituzione della presidente - Quando si scendeva in piazza contro la Corea del Nord
  • Il sit-in dei manifestanti davanti al parlamento era iniziato qualche ora prima del voto, promosso dalle opposizioni e andato a buon fine perché una parte consistente dei deputati conservatori ha voltato le spalle alla presidente -
    ©Getty Images
    Il sit-in dei manifestanti davanti al parlamento era iniziato qualche ora prima del voto, promosso dalle opposizioni e andato a buon fine perché una parte consistente dei deputati conservatori ha voltato le spalle alla presidente - Quando prometteva una dura risposta a Pyongyang
  • Park Geun-hye, coinvolta nello scandalo di corruzione nell'ambito di uno schema messo in piedi dalla sua “confidente” Choi Soon-sil e da due suoi ex collaboratori, era stata incriminata in via formale il 20 novembre scorso. Nella foto l'attesa del voto parlamentare -
    ©Getty Images
    Park Geun-hye, coinvolta nello scandalo di corruzione nell'ambito di uno schema messo in piedi dalla sua “confidente” Choi Soon-sil e da due suoi ex collaboratori, era stata incriminata in via formale il 20 novembre scorso. Nella foto l'attesa del voto parlamentare - La versione del New York Times
  • Choi Soon-sil avrebbe sfruttato la sua influenza sulla potente amica per avere accesso a diversi documenti di Stato riservati e per estorcere circa 70 milioni di dollari a decine di compagnie sudcoreane attraverso donazioni a due fondazioni a lei riconducibili -
    ©Getty Images
    Choi Soon-sil avrebbe sfruttato la sua influenza sulla potente amica per avere accesso a diversi documenti di Stato riservati e per estorcere circa 70 milioni di dollari a decine di compagnie sudcoreane attraverso donazioni a due fondazioni a lei riconducibili - Uno scandalo ribattezzato "Rasputin"
  • Lo scandalo ha portato a una delle più gravi crisi istituzionali della Corea del Sud dalla fine del regime militare negli anni Ottanta. Park Geun-hye ha rinnovato le sue scuse al Paese e ha sollecitato i ministri a "minimizzare il più possibile" il vuoto di governo -
    ©Getty Images
    Lo scandalo ha portato a una delle più gravi crisi istituzionali della Corea del Sud dalla fine del regime militare negli anni Ottanta. Park Geun-hye ha rinnovato le sue scuse al Paese e ha sollecitato i ministri a "minimizzare il più possibile" il vuoto di governo - Le scuse della presidente
  • Se l'impeachment dovesse essere confermato, le nuove elezioni presidenziali potrebbero tenersi tra giugno e luglio 2017 -
    ©Getty Images
    Se l'impeachment dovesse essere confermato, le nuove elezioni presidenziali potrebbero tenersi tra giugno e luglio 2017 - La rissa in parlamento di qualche anno fa