Superluna, in Thailandia migliaia di lanterne in cielo. FOTO

Il festival buddista di Yi Peng si svolge nella notte di plenilunio del dodicesimo mese del tradizionale calendario thai. Quest'anno corrisponde con la fase di massima vicinanza del satellite al nostro pianeta. Le manifestazioni si sono svolte in uno Stato ancora in lutto per la morte del sovrano Bhumibol

  • ©Getty Images
    Il festival buddista di Yi Peng, celebrato ogni anno in Thailandia, coincide con i festeggiamenti per la fine della stagione delle piogge. In questa occasione centinaia di lanterne di carta vengono innalzate in cielo con una preghiera - La notte della "super-Luna"
  • ©Getty Images
    La "super-Luna", spiega la Nasa, avviene in concomitanza con due fenomeni astronomici: la fase di luna piena; e il momento in cui il satellite si trova nel punto più vicino alla Terra. E appare pertanto più brillante e più grande del normale, più del 14% . Nella foto, un gruppo di monaci buddisti prega in un tempio davanti ad una grande statua di Buddha in occasione dell'inizio del festival di Yi Peng - La "super-Luna" nel mondo
  • ©Getty Images
    Le celebrazioni del festival di Yi Peng hanno inizio ogni anno nella notte di luna piena del dodicesimo mese lunare del tradizionale calendario thailandese. Quest'anno la ricorrenza si svolge dal 13 al 15 novembre - La luna tra fascino e scienza
  • ©Getty Images
    I monaci tibetani si preparano all'inizio del festival - I rituali buddisti in occasione della scomparsa di re Bhumibol
  • ©Getty Images
    Durante il festival, la popolazione decora le proprie abitazioni, i giardini e i templi con dei Khom fai, lanterne di carta dalle forme particolari - Bangkok, la corsa a colori
  • ©Getty Images
    Sull’acqua galleggiano invece i krathong, fatti con foglie di banano, piccoli pezzi di legno e fiori. Simboleggiano la possibilità di racchiudere i mali e le disgrazie in una barca e di mandarli lontano, affidandoli alle acque – Bangkok, la corsa a colori
  • ©Getty Images
    Quest'anno, tuttavia, i festeggiamenti sono stati sensibilmente smorzati: il 13 novembre segna infatti la fine del primo mese di lutto dalla morte del re Bhumibol, considerato dai suoi sudditi quasi come una divinità - La Thailandia piange il suo papà, in migliaia al corteo
  • ©Getty Images
    "Abbiamo chiesto che le celebrazioni fossero più contenute quest'anno perché è un momento delicato per il paese. Il comune di Bangkok ha chiesto di rinunciare a fuochi d'artificio e petardi in rispetto del periodo di lutto”, ha spiegato Patarut Dardarananda, segretario permanente dell'amministrazione metropolitana di Bangkok - Lutto e tensioni in Thailandia
  • ©Getty Images
    Secondo le autorirà i visitatori non si sarebbero tuttavia lasciati spaventare dalle restrizioni. Nella foto, turisti e cittadini thailandesi accendono luci e candele per celebrare il festival - Maha Vajiralongkorn, il futuro re della Thailandia