New York, Chicago, Los Angeles: migliaia in piazza contro Trump. FOTO

In molte città americane attivisti ed elettori hanno manifestato contro l'elezione del neo-presidente americano. Diversi gli arresti. LO SPECIALE - I VIDEO

  • Gli appelli all’unità del presidente Barack Obama e della candidata sconfitta, la democratica Hillary Clinton, non sono bastati a fermare le proteste di piazza, avvenute in numerose città degli Usa per contestare l’elezione alla Casa Bianca del repubblicano Donald Trump – Lo speciale
  • Si è trattato per lo più di proteste pacifiche. Nelle città più grandi come New York, Chicago, San Francisco e Los Angeles ai cortei hanno partecipato alcune migliaia di persone - Tutti i video
  • Contro "il razzismo, la misoginia, le xenofobia, l'islamofobia...", recitavano cartelli sventolati davanti alla Trump Tower di Manhattan, nella Grande Mela, dove almeno quattro persone sono state arrestate - Lo speciale
  • "Lei ha ottenuto più voti", urlavano alcuni manifestanti, riferendosi alla vittoria popolare della Clinton che non è però riuscita ad ottenere la maggioranza dei 538 grandi elettori necessaria per vincere la Casa Bianca - La mappa del voto
  • "Sono molto preoccupato per quello che succederà nei prossimi quattro anni", ha dichiarato una donna fasciata in una bandiera messicana, davanti alla Trump Tower di Chicago. "Non posso credere di essere qui a manifestare per i diritti civili", ha osservato una studentessa di colore a Berkeley, in California - Tutti i video
  • Simili slogan s Seattle, Okland, Filadelfia e Washington Dc: "Non siamo l'America di Trump" o "no es mi presidente", con un chiaro rifermento alle preannunciate politiche anti-immigrati - Lo speciale
  • Uno dei momenti delle proteste a New York Lo speciale