Turchia, arrestati deputati curdi: protesta Ue. Autobomba a Diyarbakir

Il leader del partito filo-curdo turco Hdp, Selahattin Demirtas, e altri 10 deputati sono stati fermati nella notte con l’accusa di terrorismo nella città curda nel sud-est del Paese. L'Unione europea: "arresti compromettono la democrazia". La replica: "Non accettiamo lezioni". In mattinata un ordigno è esploso vicino a un edifico della polizia facendo almeno 8 morti e 30 feriti. VIDEO

  • ©Getty Images
    Un'autobomba è esplosa nella città curda di Dyarbakir - Guarda il video
  • ©ANSA
    L'attentato è seguito alla notizia dell'arresto del leader del partito filo-curdo turco Hdp, Selahattin Demirtas, e di altri 10 parlamentari con l'accusa di terrorismo - Turchia, arrestati 61 poliziotti per avere utilizzato l’app ByLock
  • ©ANSA
    L'arresto dei deputati curdi in Turchia "compromette la democrazia parlamentare in Turchia e rende ancora piu' tesa la situazione nel sud est del Paese" hanno commentato in una dichiarazione congiunta, l'Alto rappresentante dell'Ue Federica Mogherini e il commissario Johannes Hahn
  • ©Getty Images
    L'ordigno è esploso vicino a un edificio della polizia. Una trentina i feriti e 8 i morti in seguito all'attentato - Guarda il video
  • ©ANSA
    Secondo la ricostruzione delle autorità, a seguito dell'esplosione, ci sarebbe stato uno scontro a fuoco tra le forze di sicurezza e i "terroristi"
  • ©ANSA
    Per gli uffici del Governatore locale l'esplosione "sembra essere stata causata da un'autobomba dell'organizzazione terroristica separatista" del Pkk
  • ©Getty Images
    L'esplosione ha distrutto i palazzi circostanti - Guarda il video