Migranti, a Calais lo sgombero della “giungla”. FOTO- VIDEO

Dopo gli scontri delle scorse ore, è iniziata l'evacuazione del campo profughi in Francia. Migliaia di uomini e donne si sono radunati nei punti di raccolta della baraccopoli, carichi di zaini e valigie: saranno trasferiti in centri di accoglienza sparsi su tutto il territorio transalpino. VIDEO

  • Dall'alba del 24 ottobre i migranti che per 18 mesi hanno abitato la “giungla” di Calais sono in marcia per salire sui pullman che sgombereranno il campo -
    ©Getty Images
    Dall'alba del 24 ottobre i migranti che per 18 mesi hanno abitato la “giungla” di Calais sono in marcia per salire sui pullman che sgombereranno il campo - La cronaca dello sgombero
  • Il primo autobus che ha lasciato il campo profughi di Calais aveva a bordo 50 sudanesi diretti nel Burgundy. Nel frattempo altri migranti si spostano con zaini e valigie verso il punto di raccolta -
    ©Getty Images
    Il primo autobus che ha lasciato il campo profughi di Calais aveva a bordo 50 sudanesi diretti nel Burgundy. Nel frattempo altri migranti si spostano con zaini e valigie verso il punto di raccolta - SkyTG24 tra i migranti
  • Il campo di Calais, definito “giungla” per le sue dimensioni e complessità, è stato creato 18 mesi fa. Gli abitanti della più grande bidonville francese provengono principalmente da Afghanistan, Sudan ed Eritrea –
    ©Getty Images
    Il campo di Calais, definito “giungla” per le sue dimensioni e complessità, è stato creato 18 mesi fa. Gli abitanti della più grande bidonville francese provengono principalmente da Afghanistan, Sudan ed Eritrea – Speciale migranti
  • Tensioni e scontri nella notte precedente lo sgombero tra forze dell'ordine e migranti: al lancio di sassi la polizia ha risposto con gas lacrimogeni. Per contenere la popolazione del campo sono stati mobilitati 1.250 poliziotti, in aggiunta ai 2.100 già presenti -
    ©Getty Images
    Tensioni e scontri nella notte precedente lo sgombero tra forze dell'ordine e migranti: al lancio di sassi la polizia ha risposto con gas lacrimogeni. Per contenere la popolazione del campo sono stati mobilitati 1.250 poliziotti, in aggiunta ai 2.100 già presenti - Gli scontri con la polizia
  • Nel campo di fronte alla costa britannica vivevano 6.486 persone. Tra questi, 1.291 sono minorenni. Quasi 200 di loro sono stati trasferiti nel Regno Unito nella settimana precedente allo sgombero -
    ©Getty Images
    Nel campo di fronte alla costa britannica vivevano 6.486 persone. Tra questi, 1.291 sono minorenni. Quasi 200 di loro sono stati trasferiti nel Regno Unito nella settimana precedente allo sgombero - Il muro di Calais
  • I minori non accompagnati saranno trasferiti in un altro centro a Calais per il tempo necessario ad avviare le procedure che li riguardano -
    ©Getty Images
    I minori non accompagnati saranno trasferiti in un altro centro a Calais per il tempo necessario ad avviare le procedure che li riguardano - Speciale migranti
  • La maggior parte degli abitanti del campo speravano di attraversare la Manica e raggiungere il Regno Unito –
    ©Getty Images
    La maggior parte degli abitanti del campo speravano di attraversare la Manica e raggiungere il Regno Unito – Migranti, richieste di asilo e ricollocamenti in Europa: infografica
  • Sono in partenza 60 pullman nella sola giornata del 24 ottobre, 45 si muoveranno invece il giorno seguente e altri 40 il 26. Le operazioni si svolgeranno sotto strettissima sorveglianza –
    ©Getty Images
    Sono in partenza 60 pullman nella sola giornata del 24 ottobre, 45 si muoveranno invece il giorno seguente e altri 40 il 26. Le operazioni si svolgeranno sotto strettissima sorveglianza – Le opere fatte col legno dei barconi
  • I bus che trasporteranno i migranti sono dotati di servizi di geolocalizzazione in modo da tenere gli spostamenti sotto controllo –
    ©Getty Images
    I bus che trasporteranno i migranti sono dotati di servizi di geolocalizzazione in modo da tenere gli spostamenti sotto controllo – L'Ue apre all'Italia sui migranti
  • Sono 280 i centri di accoglienza e orientamento che ospiteranno i migranti di Calais. Sono dislocati in tutta la Francia –
    ©Getty Images
    Sono 280 i centri di accoglienza e orientamento che ospiteranno i migranti di Calais. Sono dislocati in tutta la Francia – Londra, il cimitero dei giubbotti di salvataggio
  • Non è la prima volta che Calais deve far fronte a un numero così elevato di migranti: la località ha imparato a convivere con il fenomeno dal 1999, anno di apertura del primo campo della Croce Rossa a Sangatte –
    ©Getty Images
    Non è la prima volta che Calais deve far fronte a un numero così elevato di migranti: la località ha imparato a convivere con il fenomeno dal 1999, anno di apertura del primo campo della Croce Rossa a Sangatte – Come è cambiata la "giungla"
  • Alcune parti del campo di Calais sono state demolite all'inizio del 2016. Si conta di abbattere la parte restante nella settimana dello sgombero –
    ©Getty Images
    Alcune parti del campo di Calais sono state demolite all'inizio del 2016. Si conta di abbattere la parte restante nella settimana dello sgombero – Chi ha detto "Via la giungla!"
  • Intanto si teme che lo spostamento dei minori non accompagnati si trasformi in un'occasione per i trafficanti di esseri umani e che molti bambini spariscano nel nulla –
    ©Getty Images
    Intanto si teme che lo spostamento dei minori non accompagnati si trasformi in un'occasione per i trafficanti di esseri umani e che molti bambini spariscano nel nulla – La protesta dei camionisti contro la "giungla" di Calais
  • Si chiede che sia creata una “zona protetta” per i minori e che chiunque abbia familiari in Gran Bretagna venga identificato e gli venga data la possibilità del ricongiungimento –
    ©Getty Images
    Si chiede che sia creata una “zona protetta” per i minori e che chiunque abbia familiari in Gran Bretagna venga identificato e gli venga data la possibilità del ricongiungimento – Lo sgombero al confine tra Italia e Francia
  • Non è ancora chiaro il destino di tutti i migranti delocalizzati in Francia. C'è chi ancora spera di raggiungere il Regno Unito –
    ©Getty Images
    Non è ancora chiaro il destino di tutti i migranti delocalizzati in Francia. C'è chi ancora spera di raggiungere il Regno Unito – I migranti saltano sui Tir a Calais