Kazakistan, la benedizione prima del viaggio nello spazio. FOTO

Il lancio della navicella Soyuz Ms-02, che mercoledì 19 si dirigerà verso la Stazione spaziale internazionale (Iss), ha un suo rito collaudato: nei giorni precedenti alla partenza gli equipaggi si fanno benedire da un prete ortodosso che invoca l’aiuto divino per il buon esito della missione

  • ©Getty Images
    Il prete ortodosso russo benedice i giornalisti di fronte alla piattaforma che accoglie la Soyuz MS-02. Il veicolo decolla dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan - L'atterraggio della Soyuz
  • ©Getty Images
    La scena si ripete il 26 Marzo 2015 quando lo stesso sacerdote benedice i media dopo aver rivolto le sue preghiere per gli astronauti Scott Kelly, Mikhail Kornienko e Gennady Padalka in partenza con la Soyuz TMA-16M - Nuovi arrivi sulla Soyuz
  • ©Getty Images
    In questa occasione il prete benedice anche la nostra Samantha Cristoforetti che partecipa alla missione come membro dell'Agenzia spaziale europea, in partenza nel 2014 con la Soyuz TMA-15M - La missione di Samantha
  • ©Getty Images
    Il comandante Oleg Novitskiy e l'ingegnere di volo Evgeny Tarelkin, nell’ottobre del 2012, ricevono la tradizionale benedizione ortodossa prima del lancio del loro veicolo Soyuz - Il viaggio del luglio 2015
  • ©Getty Images
    Anche il militare e astronauta italiano, Luca Parmitano, nel 2013 partecipa alla tradizione benedizione prima del lancio dalla piattaforma del cosmodromo di Baikonur in Kazakhstan - "La terra è una visione"
  • ©Getty Images
    Gli astronauti Kate Rubins, Anatoli Ivanishin e Takuya Onishi si fanno fotografare accanto alla Soyuz MS01 che lo scorso giugno ha raggiunto la Stazione spaziale Internazionale (Iss) - Attracco fallito
  • ©Getty Images
    Dopo la benedizione, il decollo. Nella foto il razzo Soyuz TMA-19M guidata dal comandante Yuri Malenchenko dell'Agenzia spaziale federale russa partita il 15 dicembre 2015 - Il ritorno dopo 6 mesi