Nudi e rossi, un calendario per combattere il bullismo: FOTO

Il fotografo Thomas Knights e il designer Elliott James Frieze hanno ideato una campagna con protagoniste le persone dalla pelle diafana e capelli rossi. Tutti rigorosamente nudi. L'obiettivo: lottare contro le discriminazioni. Parte del ricavato del progetto andrà in beneficenza

  • I capelli rossi sono una caratteristica che riguarda solo il 2% della popolazione mondiale. Una "rarità" che il fotografo Thomas Knights ha voluto celebrare - (Thomas Knights/Redhot)
  • Mettere a nudo uomini e donne con capelli rossi significa puntare l'attenzione su qualcosa di socialmente diverso, spesso deriso e vittima di bullismo - (Thomas Knights/Redhot)
  • Il progetto di Knights e del designer britannico Elliott James Frieze mira a mettere in risalto la bellezza di questa diversità, al centro del progetto “Red Hot" - (Thomas Knights/Redhot)
  • La prima edizione di “Red Hot” è partita nel 2013. “Mi sono accorto che nessuno aveva mai fatto dei ritratti di persone dai capelli rossi, che li rappresentasse in modo positivo, eroico, sensuale, sicuri di se stessi”, racconta Knights - (Thomas Knights/Redhot)
  • Per questo motivo i modelli sono rappresentati in pose artistiche, che ne valorizzino la sensualità, rispettando il motto “Sii a proprio agio nella tua pelle” - (Thomas Knights/Redhot)
  • “Il focus del progetto erano i capelli rossi, ma in Red Hot II abbiamo voluto esplorare anche la bellezza della pelle pallida e delle lentiggini”, spiega Elliott - (Thomas Knights/Redhot)
  • I ragazzi ritratti nel calendario di Knights e Frieze provengono da tutto il mondo, Australia e America incluse. L'obiettivo è celebrare le differenze - (Thomas Knights/Redhot)
  • “Si tratta di difendere una visione alternativa di bellezza attualmente saturata da modelli baciati dal sole. È molto più potente possedere difetti socialmente percepiti e celebrare la differenza”, spiega Knights - (Thomas Knights/Redhot)
  • Knights si è ispirato alle antiche statue greche per le pose dei suoi modelli, tra cui ci sono anche personalità del jet set inglese: Olivia Inge, Nathan Wyburn e la cantante Nicola Roberts - (Thomas Knights/Redhot)
  • A oggi il progetto ha raccolto più di 45mila dollari, devoluti in beneficenza a un'associazione impegnata nella lotta al bullismo giovanile: Diana Award - (Thomas Knights/Redhot)
  • Per sostenere il progetto è possibile acquistare l'art book di Red Hot a sole 40 sterline su Kickstarter - (Thomas Knights/Redhot)