Juno ha raggiunto Giove. Svelerà i segreti del pianeta più grande

La sonda ha effettuato un viaggio lungo cinque anni. Dei nove strumenti a bordo due sono di fabbricazione italiana. La gallery

  • ©ANSA
    La sonda Juno della Nasa è entrata nell'orbita di Giove. Mai finora un veicolo era stato così vicino al pianeta più grande del Sistema solare. I nove strumenti a bordo, due dei quali sono italiani, si metteranno al lavoro per rispondere alle tante domande aperte sul pianeta gigante -
  • ©ANSA
    Lanciata nell'agosto del 2011 dalla base militare di Cape Canaveral, in Florida, la sonda Juno ci aiuterà a capire origine ed evoluzione di Giove -
  • ©ANSA
    La missione si inserisce nel Programma New Frontiers della NASA, costituito da una serie di missioni spaziali altamente specializzate e a medio costo, non superiore a 700 milioni di dollari -
  • ©ANSA
    E' la sonda alimentata a energia solare ad essersi spinta più lontano dalla nostra stella madre, anzi è la prima sonda a energia solare specificamente progettata per operare a queste distanze grazie a grandi pannelli solari: ognuno lungo 9 metri e con ben 18.698 celle solari -
  • ©ANSA
    Le osservazioni andranno dalla magnetosfera all'interno del pianeta stesso. Proprio da questo il nome della missione: la mitica Giunone (Juno, appunto), moglie di Giove, fu infatti in grado di scoprire i segreti del marito riuscendo a dissipare la fitta coltre di nubi in cui si celava. La missione si concluderà nel 2017 -
  • ©Getty Images
    La gioia al centro di controllo della Nasa nel momento dell'ingresso nell'orbita di Giove da parte di Juno -
  • ©Getty Images
    Il centro di controllo della Nasa