Columbine, Aurora, Orlando: la lunga striscia di stragi negli Usa

Il massacro nel locale gay in Florida è il più grave nella storia statunitense ma è solo l'ultimo di una serie di tragici episodi negli ultimi 20 anni. FOTO - VIDEO

  • ©Getty Images
    La lista delle stragi causate da sparatorie sul suolo degli Usa si allunga. A Orlando (nella foto), un uomo che sarebbe un simpatizzante dell’Isis ha ucciso 50 persone in un locale gay. Si tratta del peggiore massacro con armi da fuoco nella storia degli Stati Uniti ma è solo l’ultimo di una lunga serie di episodi - Usa, strage in un locale gay: 50 morti, ucciso il killer
  • ©Getty Images
    20 novembre 1999: il tecnico della Xerox Bryan Koji Uyesugi spar a otto persone nella filiale dell’azienda a Honolulu, nelle Hawaii, uccidendone sette (sei colleghi e il suo supervisore) - Strage in Florida: non si esclude ipotesi terrorismo islamista. Foto
  • ©Getty Images
    20 aprile 1999: due studenti della Columbine High School di Denver (Colorado) - Eric Harris, 18 anni, e Dylan Klebold, 17 - aprono il fuoco e uccidono 12 loro compagni ed un insegnante prima di togliersi la vita. Nelle settimane successive, dall'inchiesta emerse la loro simpatia per le idee neonaziste. Nella foto, la fuga di altri studenti dalla scuola - Columbine, 15 anni fa il massacro che travolse gli Usa. FOTO
  • ©ANSA
    21 marzo 2005: un ragazzo di 16 anni uccide il guardiano e poi spara su compagni di scuola e insegnanti del liceo Red Lake High School, nella riserva indiana di Red Lake (Minnesota, Usa), uccidendo sei persone e ferendone 14 prima di suicidarsi. Prima di compiere l'incursione nella scuola, il ragazzo aveva ucciso il nonno e la sua compagna - Usa: da Columbine a Newtown, una lunga scia di sangue
  • ©Getty Images
    2 ottobre 2006: un uomo prende in ostaggio alcuni studenti della scuola di Nickel Mines, un villaggio Amish in Pennsylvania, fa uscire i ragazzi e lega le ragazze con funi e manette. Poi uccide cinque giovani alunne, ne ferisce altre cinque e si suicida - Usa, strage in un locale gay: 50 morti, ucciso il killer
  • ©Getty Images
    17 aprile 2007: uno studente di 23 anni di origine coreana apre il fuoco in due diverse aree del grande campus dell'università di Virginia Tech e uccide due persone in un dormitorio e altre 30 in un edificio dove erano in corso le lezioni - Usa, ancora una sparatoria: strage al tempio sikh: FOTO
  • ©Getty Images
    14 febbraio 2008: un ex studente armato con due pistole ed un fucile irrompe in un'aula della Northern Illinois University ed apre il fuoco uccidendo cinque persone e ferendone una quindicina. Il killer poi si suicida - Usa, Obama: “Troppe sparatorie, serve un esame di coscienza”
  • ©Getty Images
    24 dicembre 2009: un uomo vestito da Babbo Natale fa irruzione in una casa di Covina, a 40 chilometri da Los Angeles, dove si stava festeggiando la vigilia di Natale, e uccide nove persone - Usa: da Columbine a Newtown, una lunga scia di sangue
  • ©ANSA
    3 aprile 2009: un uomo di 42 anni di origini vietnamite apre il fuoco in un centro di accoglienza per gli immigrati a Binghamton, a 200 chilometri da New York: il bilancio finale è di 13 morti - New York, sparatoria in un centro immigrati. 13 morti
  • ©Getty Images
    5 novembre 2009: un soldato americano di origine palestinese, uno psichiatra di 39 anni, apre il fuoco nella principale base americana - a Fort Hood, in Texas - e causa 13 morti e 42 feriti - Usa, sparatoria nella base di Fort Hood: 4 morti e 15 feriti
  • ©Getty Images
    8 gennaio 2011: a Casas Adobes, un sobborgo di Tucson, Arizona, Jared Lee Loughner spara durante un comizio della deputata democratica Gabrielle Giffords causando la morte di 6 persone e il ferimento di altre 14, tra cui la politica obiettivo della strage - Strage in Arizona durante un comizio di Gabrielle Giffords
  • ©Getty Images
    8 dicembre 2011: la Virginai Tech, già teatro di un massacro nel 2007, torna sulle prime pagine e l'America rivive un incubo. La sparatoria causa due morti, un agente e il killer - Usa, nuovo incubo al Virginia Tech: due vittime
  • ©ANSA
    2 aprile 2012: un ex studente entra in una classe della Oykos University, una piccola università cristiana di Oakland, e apre il fuoco sui suoi ex colleghi. Alla fine si contano sei morti e tre feriti - Usa, sparatoria al college. Morti e feriti, fermato il killer
  • ©ANSA
    20 luglio 2012: alla prima del film di Batman, “The Dark Knight Rises”, un uomo di 24 anni con una maschera antigas come quella usata da un personaggio della pellicola, entra in un cinema di Denver, Colorado, nel quartiere di Aurora, durante la proiezione di mezzanotte, e con un fucile e due pistole uccide 12 persone e ne lascia 70 a terra ferite. Tra le vittime anche alcuni bambini - Denver: massacro alla prima di Batman
  • ©ANSA
    14 dicembre 2012: un ventenne, Adam Lanza, entra nella scuola elementare di Sandy Hook a Newtown, in Connecticut, e apre il fuoco uccidendo 20 bambini e sei adulti - Usa, strage in una scuola del Connecticut: decine di morti
  • ©ANSA
    2 dicembre 2015: 14 persone vengono assassinate e 22 ferite gravemente in un attacco terroristico all'Inland Regional Center di San Bernardino, in California. I due killer, un uomo e una donna sposati e simpatizzanti dello Stato islamico vengono uccisi dalla polizia - San Bernardino, strage nel centro disabili: uccisi i due killer