Dall'Urss alla Spagna, tutte le vincitrici degli Europei. FOTO

Euro 2016 è la quindicesima edizione del torneo continentale. La prima fu in Francia nel 1960, l'ultima in Polonia e Ucraina quattro anni fa. L'Italia vanta un solo trionfo, nel 1968, e tante delusioni. A cura di Valeria Valeriano

  • Euro 2016 è l’edizione numero quindici degli Europei di calcio,torneo organizzato ogni quattro anni dalla Uefa. Anche la prima si è tenuta in Francia, nel 1960: a trionfare fu l’Urss. Campione in carica è, invece, la Spagna: nel 2012, in Ucraina, ha battuto l’Italia in finale. Gli Azzurri vantano un solo trionfo, nel 1968, e tante delusioni –
    ©Getty Images
    Euro 2016 è l’edizione numero quindici degli Europei di calcio,torneo organizzato ogni quattro anni dalla Uefa. Anche la prima si è tenuta in Francia, nel 1960: a trionfare fu l’Urss. Campione in carica è, invece, la Spagna: nel 2012, in Ucraina, ha battuto l’Italia in finale. Gli Azzurri vantano un solo trionfo, nel 1968, e tante delusioni – Euro 2016, tutte le notizie
  • Il debutto del torneo continentale è in Francia nel 1960. La fase finale, con quattro squadre, si gioca a Marsiglia e Parigi dal 6 al 10 luglio. Sono previste due semifinali e le finali per primo e terzo posto. A vincere è l’Urss che, guidata dal leggendario portiere Lev Jašin, batte in finale la Jugoslavia: al Parco dei Principi finisce 2 a 1 ai supplementari. La Cecoslovacchia si prende il terzo posto vincendo 2 a 0 contro i padroni di casa (nella foto, una parata del numero uno della Jugoslavia durante la finale) –
    ©Getty Images
    Il debutto del torneo continentale è in Francia nel 1960. La fase finale, con quattro squadre, si gioca a Marsiglia e Parigi dal 6 al 10 luglio. Sono previste due semifinali e le finali per primo e terzo posto. A vincere è l’Urss che, guidata dal leggendario portiere Lev Jašin, batte in finale la Jugoslavia: al Parco dei Principi finisce 2 a 1 ai supplementari. La Cecoslovacchia si prende il terzo posto vincendo 2 a 0 contro i padroni di casa (nella foto, una parata del numero uno della Jugoslavia durante la finale) – Euro 2016, lo speciale di Sky Sport
  • Quattro anni dopo l’appuntamento è in Spagna. Semifinali e finali si giocano a Madrid e Barcellona dal 17 al 21 giugno. A vincere sono i padroni di casa: allo stadio Bernabeu, sconfiggono per 2 a 1 i campioni uscenti dell’Unione Sovietica. Le altre due squadre arrivate alla fase finale erano Ungheria e Danimarca: i Magiari si aggiudicano ai supplementari, per 3 a 1, la finalina per il terzo posto –
    ©Getty Images
    Quattro anni dopo l’appuntamento è in Spagna. Semifinali e finali si giocano a Madrid e Barcellona dal 17 al 21 giugno. A vincere sono i padroni di casa: allo stadio Bernabeu, sconfiggono per 2 a 1 i campioni uscenti dell’Unione Sovietica. Le altre due squadre arrivate alla fase finale erano Ungheria e Danimarca: i Magiari si aggiudicano ai supplementari, per 3 a 1, la finalina per il terzo posto – Francia 2016, tra tifosi in festa e paura terrorismo. FOTO
  • Euro ’68 si gioca in Italia: tra il 5 e il 10 giugno, a Firenze, Napoli e Roma. Vincono gli Azzurri, alla prima partecipazione al torneo continentale. La finale è nella Capitale, allo stadio Olimpico, contro la Jugoslavia. Dopo i supplementari finisce 1 a 1. Non sono previsti i rigori e quindi, due giorni dopo, la partita si rigioca: finisce 2 a 0, con gol di Riva e Anastasi, e l’Italia è campione d’Europa (per la prima e ultima volta, fino a oggi). Terzo posto per l’Inghilterra, che vince per 2 a 0 la finalina contro l’Urss (nella foto, gli undici italiani scesi in campo per la seconda finale) –
    ©Getty Images
    Euro ’68 si gioca in Italia: tra il 5 e il 10 giugno, a Firenze, Napoli e Roma. Vincono gli Azzurri, alla prima partecipazione al torneo continentale. La finale è nella Capitale, allo stadio Olimpico, contro la Jugoslavia. Dopo i supplementari finisce 1 a 1. Non sono previsti i rigori e quindi, due giorni dopo, la partita si rigioca: finisce 2 a 0, con gol di Riva e Anastasi, e l’Italia è campione d’Europa (per la prima e ultima volta, fino a oggi). Terzo posto per l’Inghilterra, che vince per 2 a 0 la finalina contro l’Urss (nella foto, gli undici italiani scesi in campo per la seconda finale) – Euro 2016: a Marsiglia scontri tra hooligan inglesi e polizia. FOTO
  • A spingere l’esordiente Italia verso la finale di Roma fu la fortuna. La semifinale del 5 giugno a Napoli contro l’Urss, infatti, era finita 0 a 0 ai supplementari e, non essendo previsti i rigori, a decidere chi avrebbe passato il turno fu il lancio di una monetina –
    ©ANSA
    A spingere l’esordiente Italia verso la finale di Roma fu la fortuna. La semifinale del 5 giugno a Napoli contro l’Urss, infatti, era finita 0 a 0 ai supplementari e, non essendo previsti i rigori, a decidere chi avrebbe passato il turno fu il lancio di una monetina – Euro 2016, il girone dell'Italia
  • Nel 1972 le quattro gare della fase finale si giocano in Belgio: appuntamento a Bruxelles, Anversa e Liegi dal 14 al 18 giugno. La finalissima è nella Capitale, allo stadio Heysel: la Germania Ovest batte l’Urss per 3 a 0. Al terzo posto arrivano i padroni di casa del Belgio, che vincono per 2 a 1 contro l’Ungheria (nella foto, il secondo gol della finale segnato da Herbert Wimmer) –
    ©Getty Images
    Nel 1972 le quattro gare della fase finale si giocano in Belgio: appuntamento a Bruxelles, Anversa e Liegi dal 14 al 18 giugno. La finalissima è nella Capitale, allo stadio Heysel: la Germania Ovest batte l’Urss per 3 a 0. Al terzo posto arrivano i padroni di casa del Belgio, che vincono per 2 a 1 contro l’Ungheria (nella foto, il secondo gol della finale segnato da Herbert Wimmer) – Euro 2016, la Francia schiera oltre 90mila agenti
  • Per Euro ’76 si va in Jugoslavia: si gioca dal 16 al 20 giugno a Zagabria e Belgrado. Vince la Cecoslovacchia che, nella finale allo stadio Stella Rossa, sconfigge ai rigori la Germania Ovest (i supplementari erano finiti 2 a 2). Il gol decisivo è di Antonín Panenka, che s’inventa il colpo a cucchiaio (nella foto). Terzo posto per i Paesi Bassi, che ai supplementari battono per 3 a 2 i padroni di casa. Un’altra curiosità: nella fase finale di questa edizione, nessuna delle quattro partite si è conclusa nei 90 minuti –
    ©ANSA
    Per Euro ’76 si va in Jugoslavia: si gioca dal 16 al 20 giugno a Zagabria e Belgrado. Vince la Cecoslovacchia che, nella finale allo stadio Stella Rossa, sconfigge ai rigori la Germania Ovest (i supplementari erano finiti 2 a 2). Il gol decisivo è di Antonín Panenka, che s’inventa il colpo a cucchiaio (nella foto). Terzo posto per i Paesi Bassi, che ai supplementari battono per 3 a 2 i padroni di casa. Un’altra curiosità: nella fase finale di questa edizione, nessuna delle quattro partite si è conclusa nei 90 minuti – Euro 2016, tutte le notizie
  • Per l’edizione del 1980 si ritorna in Italia, prima ad ospitare per la seconda volta il torneo. Si gioca a Roma, Napoli, Milano e Torino dall’11 al 22 giugno. Ci sono delle novità. Il Paese organizzatore, ad esempio, viene deciso prima dell’esito delle qualificazioni e la sua nazionale è ammessa d’ufficio alla fase finale (fino ad ora la sede veniva scelta tra le quattro nazioni qualificate). Non solo: la fase finale non è più a quattro squadre, ma a otto. La formula, quindi, cambia. Le squadre sono divise in due gironi da quattro, le prime di ogni girone vanno direttamente alla finale e le seconde giocano la finalina per il terzo posto (è l'unica edizione in cui non si disputano le semifinali e l'ultima con la finale per il terzo posto, abolita dal torneo successivo). A vincere il titolo, all’Olimpico di Roma, è la Germania Ovest (2 a 1 contro il Belgio) –
    ©Getty Images
    Per l’edizione del 1980 si ritorna in Italia, prima ad ospitare per la seconda volta il torneo. Si gioca a Roma, Napoli, Milano e Torino dall’11 al 22 giugno. Ci sono delle novità. Il Paese organizzatore, ad esempio, viene deciso prima dell’esito delle qualificazioni e la sua nazionale è ammessa d’ufficio alla fase finale (fino ad ora la sede veniva scelta tra le quattro nazioni qualificate). Non solo: la fase finale non è più a quattro squadre, ma a otto. La formula, quindi, cambia. Le squadre sono divise in due gironi da quattro, le prime di ogni girone vanno direttamente alla finale e le seconde giocano la finalina per il terzo posto (è l'unica edizione in cui non si disputano le semifinali e l'ultima con la finale per il terzo posto, abolita dal torneo successivo). A vincere il titolo, all’Olimpico di Roma, è la Germania Ovest (2 a 1 contro il Belgio) – Euro 2016, lo speciale di Sky Sport
  • L’Italia arriva quarta: perde la finale per il terzo posto contro la Cecoslovacchia. I 90 minuti terminano sull’1 a 1 e si va direttamente ai rigori. Finisce 8 a 9 e l’errore fatale per gli Azzurri è di Fulvio Collovati –
    ©ANSA
    L’Italia arriva quarta: perde la finale per il terzo posto contro la Cecoslovacchia. I 90 minuti terminano sull’1 a 1 e si va direttamente ai rigori. Finisce 8 a 9 e l’errore fatale per gli Azzurri è di Fulvio Collovati – Euro 2016, tra tifosi in festa e paura terrorismo. FOTO
  • Euro ’84 va in scena in sette città della Francia dal 12 al 27 giugno. Partecipano otto squadre, con la nazionale di casa ammessa d’ufficio e le altre scremate dalle qualificazioni. L’Italia, campione del Mondo in carica, non c’è. Da questa edizione, come detto, non si gioca la finale per il terzo posto. Dopo i gironi, però, tornano le semifinali. La coppa se l’aggiudicano i padroni di casa: allo Stadio dei Principi di Parigi battono la Spagna per 2 a 0 –
    ©Getty Images
    Euro ’84 va in scena in sette città della Francia dal 12 al 27 giugno. Partecipano otto squadre, con la nazionale di casa ammessa d’ufficio e le altre scremate dalle qualificazioni. L’Italia, campione del Mondo in carica, non c’è. Da questa edizione, come detto, non si gioca la finale per il terzo posto. Dopo i gironi, però, tornano le semifinali. La coppa se l’aggiudicano i padroni di casa: allo Stadio dei Principi di Parigi battono la Spagna per 2 a 0 – Euro 2016: a Marsiglia scontri tra hooligan inglesi e polizia. FOTO
  • Dal 10 al 25 giugno del 1988 si giocano gli Europei in otto città della Germania Ovest. Partecipano otto squadre. A vincere sono i Paesi Bassi: nella finale, all’Olympiastadion di Monaco di Baviera, battono l’Urss per 2 a 0. I marcatori sono Ruud Gullit e Marco van Basten (il suo è un gol storico, con la palla scagliata in rete quasi dalla linea di fondo) –
    ©Getty Images
    Dal 10 al 25 giugno del 1988 si giocano gli Europei in otto città della Germania Ovest. Partecipano otto squadre. A vincere sono i Paesi Bassi: nella finale, all’Olympiastadion di Monaco di Baviera, battono l’Urss per 2 a 0. I marcatori sono Ruud Gullit e Marco van Basten (il suo è un gol storico, con la palla scagliata in rete quasi dalla linea di fondo) – Euro 2016, il girone dell'Italia
  • Euro ’88 deludente per l’Italia: gli Azzurri passano il girone, ma vengono fermati in semifinale dall’Urss (finisce 2 a 0) –
    ©ANSA
    Euro ’88 deludente per l’Italia: gli Azzurri passano il girone, ma vengono fermati in semifinale dall’Urss (finisce 2 a 0) – Euro 2016, la Francia schiera oltre 90mila agenti
  • Nel 1992 si va in Svezia, dove si gioca in quattro città dal 10 al 26 giugno. È l’ultima edizione degli Europei con otto squadre ammesse alla fase finale. L’Italia non c’è. Avrebbe dovuto partecipare anche la Jugoslavia, ma viene esclusa per la guerra nei Balcani. Al suo posto viene ripescata la Danimarca. E proprio la Danimarca, nello stadio Ullevi di Goteborg, supera la Germania (alla prima presenza da riunificata) per 2 a 0 e si aggiudica la competizione –
    ©Getty Images
    Nel 1992 si va in Svezia, dove si gioca in quattro città dal 10 al 26 giugno. È l’ultima edizione degli Europei con otto squadre ammesse alla fase finale. L’Italia non c’è. Avrebbe dovuto partecipare anche la Jugoslavia, ma viene esclusa per la guerra nei Balcani. Al suo posto viene ripescata la Danimarca. E proprio la Danimarca, nello stadio Ullevi di Goteborg, supera la Germania (alla prima presenza da riunificata) per 2 a 0 e si aggiudica la competizione – Euro 2016, tutte le notizie
  • L’Inghilterra ospita Euro ’96, dall'8 al 30 giugno in otto città. Lo slogan del torneo è “Il calcio torna a casa”. È la prima edizione a 16 squadre, divise in quattro gironi all’italiana. Vince la Germania, che batte la Repubblica Ceca grazie alla novità “golden gol” (rete che, nei supplementari, dà subito la vittoria a chi la segna). La finale, allo stadio Wembley di Londra, finisce 2 a 1: i tedeschi vanno sotto al 58’, ma poi rimontano con una doppietta di Oliver Bierhoff al 73’ e al 95’. A consegnare la coppa al capitano Jürgen Klinsmann è la regina Elisabetta –
    ©Getty Images
    L’Inghilterra ospita Euro ’96, dall'8 al 30 giugno in otto città. Lo slogan del torneo è “Il calcio torna a casa”. È la prima edizione a 16 squadre, divise in quattro gironi all’italiana. Vince la Germania, che batte la Repubblica Ceca grazie alla novità “golden gol” (rete che, nei supplementari, dà subito la vittoria a chi la segna). La finale, allo stadio Wembley di Londra, finisce 2 a 1: i tedeschi vanno sotto al 58’, ma poi rimontano con una doppietta di Oliver Bierhoff al 73’ e al 95’. A consegnare la coppa al capitano Jürgen Klinsmann è la regina Elisabetta – Euro 2016, lo speciale di Sky Sport
  • L’Italia di Arrigo Sacchi, finalista ai Mondiali di due anni prima, non supera il girone. Nel gruppo C, vinto dalla Germania, arriva a pari punti con la Repubblica Ceca ma viene eliminata per aver perso lo scontro diretto. Nell’ultima partita contro i tedeschi, in cui si gioca ancora il passaggio del turno, non riesce ad andare oltre lo 0 a 0 (e Gianfranco Zola sbaglia anche un rigore) –
    ©Getty Images
    L’Italia di Arrigo Sacchi, finalista ai Mondiali di due anni prima, non supera il girone. Nel gruppo C, vinto dalla Germania, arriva a pari punti con la Repubblica Ceca ma viene eliminata per aver perso lo scontro diretto. Nell’ultima partita contro i tedeschi, in cui si gioca ancora il passaggio del turno, non riesce ad andare oltre lo 0 a 0 (e Gianfranco Zola sbaglia anche un rigore) – Euro 2016, tra tifosi in festa e paura terrorismo
  • Nel 2000 tocca alla Francia alzare la coppa. La fase finale dell’Europeo si gioca in otto città di Belgio e Paesi Bassi dal 10 giugno al 2 luglio. La finale, al De Kuip di Rotterdam, è una sfida tra cugini: i francesi battono per 2 a 1 l’Italia e conquistano il titolo continentale due anni dopo aver vinto il campionato mondiale in casa. La squadra di Zoff va in vantaggio con Delvecchio nel secondo tempo, poi il pareggio al 4’ di recupero di Wiltord e il “golden gol” di Trezeguet al 103’ –
    ©Getty Images
    Nel 2000 tocca alla Francia alzare la coppa. La fase finale dell’Europeo si gioca in otto città di Belgio e Paesi Bassi dal 10 giugno al 2 luglio. La finale, al De Kuip di Rotterdam, è una sfida tra cugini: i francesi battono per 2 a 1 l’Italia e conquistano il titolo continentale due anni dopo aver vinto il campionato mondiale in casa. La squadra di Zoff va in vantaggio con Delvecchio nel secondo tempo, poi il pareggio al 4’ di recupero di Wiltord e il “golden gol” di Trezeguet al 103’ – Euro 2016: a Marsiglia scontri tra hooligan inglesi e polizia. FOTO
  • Per l’Italia Euro 2000 è una montagna russa, in pochi giorni si passa dalla gioia alla delusione. Gli Azzurri erano arrivati in finale battendo ai rigori i Paesi Bassi. Una partita in salita, con Zambrotta espulso dopo 30 minuti e due rigori fischiati contro (uno parato da Toldo, l’altro calciato sul palo da Kluivert). Dopo i supplementari, i tiri dal dischetto: Toldo para due volte, Stam spara sopra la traversa, gli italiani segnano tre volte su quattro e hanno la meglio. C’è grande entusiasmo. Ma nel match successivo, contro la Francia, non basta e l’Europeo azzurro finisce in lacrime –
    ©ANSA
    Per l’Italia Euro 2000 è una montagna russa, in pochi giorni si passa dalla gioia alla delusione. Gli Azzurri erano arrivati in finale battendo ai rigori i Paesi Bassi. Una partita in salita, con Zambrotta espulso dopo 30 minuti e due rigori fischiati contro (uno parato da Toldo, l’altro calciato sul palo da Kluivert). Dopo i supplementari, i tiri dal dischetto: Toldo para due volte, Stam spara sopra la traversa, gli italiani segnano tre volte su quattro e hanno la meglio. C’è grande entusiasmo. Ma nel match successivo, contro la Francia, non basta e l’Europeo azzurro finisce in lacrime – Euro 2016, il girone dell'Italia
  • Nel 2004 si va per la prima volta in Portogallo: otto città ospitano il torneo dal 12 giugno al 4 luglio. In finale, all’Estádio da Luz di Lisbona, si ritrovano due squadre che si erano già affrontate nella gara inaugurale e che così lontane non erano mai arrivate: la Grecia, alla sua seconda partecipazione, e i padroni di casa. Vincono, come 22 giorni prima, gli ellenici (grazie al gol di Charisteas all'inizio della ripresa). Per la Grecia è il primo, sorprendente, titolo continentale. Il Portogallo è la prima squadra che, arrivata in finale, non riesce ad approfittare del fattore campo –
    ©Getty Images
    Nel 2004 si va per la prima volta in Portogallo: otto città ospitano il torneo dal 12 giugno al 4 luglio. In finale, all’Estádio da Luz di Lisbona, si ritrovano due squadre che si erano già affrontate nella gara inaugurale e che così lontane non erano mai arrivate: la Grecia, alla sua seconda partecipazione, e i padroni di casa. Vincono, come 22 giorni prima, gli ellenici (grazie al gol di Charisteas all'inizio della ripresa). Per la Grecia è il primo, sorprendente, titolo continentale. Il Portogallo è la prima squadra che, arrivata in finale, non riesce ad approfittare del fattore campo – Euro 2016, tra tifosi in festa e allerta terrorismo
  • L’Italia, appannata, non supera il girone anche a causa del celebre “biscotto”. Il gruppo C vede tre squadre in testa a 5 punti: gli Azzurri, la Danimarca e la Svezia (con la Bulgaria già eliminata). Le due formazioni scandinave passano per il maggior numero di gol segnati rispetto all’Italia. Nel loro ultimo incontro, finito senza ammonizioni, pareggiano 2 a 2: questo risultato accende polemiche e sospetti di combine dato che elimina la terza incomoda (l’Italia) indipendentemente dall’esito della sua ultima partita del girone –
    ©Getty Images
    L’Italia, appannata, non supera il girone anche a causa del celebre “biscotto”. Il gruppo C vede tre squadre in testa a 5 punti: gli Azzurri, la Danimarca e la Svezia (con la Bulgaria già eliminata). Le due formazioni scandinave passano per il maggior numero di gol segnati rispetto all’Italia. Nel loro ultimo incontro, finito senza ammonizioni, pareggiano 2 a 2: questo risultato accende polemiche e sospetti di combine dato che elimina la terza incomoda (l’Italia) indipendentemente dall’esito della sua ultima partita del girone – Euro 2016, tutte le notizie
  • Nel 2008 tocca ad Austria e Svizzera organizzare l’Europeo. Si parte il 7 giugno e, girando otto città, si chiude il 29. La finale si gioca al Prater Stadion di Vienna tra Spagna e Germania. Vincono gli spagnoli per 1 a 0, grazie al gol di Fernando Torres –
    ©Getty Images
    Nel 2008 tocca ad Austria e Svizzera organizzare l’Europeo. Si parte il 7 giugno e, girando otto città, si chiude il 29. La finale si gioca al Prater Stadion di Vienna tra Spagna e Germania. Vincono gli spagnoli per 1 a 0, grazie al gol di Fernando Torres – Euro 2016, lo speciale di Sky Sport
  • L’Italia, campione del Mondo in carica, esce ai quarti di finale. Ad eliminarla è proprio la Spagna. I supplementari finiscono 0 a 0 e a decidere chi passa sono i rigori. Per gli Azzurri pesano gli errori di De Rossi e Di Natale –
    ©Getty Images
    L’Italia, campione del Mondo in carica, esce ai quarti di finale. Ad eliminarla è proprio la Spagna. I supplementari finiscono 0 a 0 e a decidere chi passa sono i rigori. Per gli Azzurri pesano gli errori di De Rossi e Di Natale – Euro 2016, la Francia schiera oltre 90mila agenti
  • Dopo gli Europei del 2008 e i Mondiali del 2010, la Spagna trionfa anche a Euro 2012. Il torneo si gioca in otto città di Polonia e Ucraina dall’8 giugno al primo luglio. È l’ultima edizione a 16 squadre: da Euro 2016, infatti, le nazionali partecipanti sono 24. La finale, allo Stadio Olimpico di Kiev, finisce 4 a 0 per gli spagnoli. A essere asfaltata è l’Italia di Cesare Prandelli –
    ©Getty Images
    Dopo gli Europei del 2008 e i Mondiali del 2010, la Spagna trionfa anche a Euro 2012. Il torneo si gioca in otto città di Polonia e Ucraina dall’8 giugno al primo luglio. È l’ultima edizione a 16 squadre: da Euro 2016, infatti, le nazionali partecipanti sono 24. La finale, allo Stadio Olimpico di Kiev, finisce 4 a 0 per gli spagnoli. A essere asfaltata è l’Italia di Cesare Prandelli – Euro 2016: a Marsiglia scontri tra hooligan inglesi e polizia. FOTO
  • La Spagna passa in vantaggio al 14’ con David Silva e raddoppia al 41’ con Jordi Alba. Nella ripresa gli Azzurri provano a reagire ma al 62’ rimangono in dieci: Thiago Motta, entrato pochi minuti prima come terzo e ultimo cambio, s’infortuna. Gli spagnoli chiudono i conti con Fernando Torres all’84’ e Juan Mata quattro minuti dopo. Per Balotelli e compagni è l’ennesima delusione europea –
    ©Getty Images
    La Spagna passa in vantaggio al 14’ con David Silva e raddoppia al 41’ con Jordi Alba. Nella ripresa gli Azzurri provano a reagire ma al 62’ rimangono in dieci: Thiago Motta, entrato pochi minuti prima come terzo e ultimo cambio, s’infortuna. Gli spagnoli chiudono i conti con Fernando Torres all’84’ e Juan Mata quattro minuti dopo. Per Balotelli e compagni è l’ennesima delusione europea – Euro 2016, il girone dell'Italia