Unesco, ecco i tesori minacciati dal cambiamento climatico. FOTO

In un nuovo rapporto l’agenzia Onu che si occupa del patrimonio culturale mondiale ha elencato alcuni siti minacciati dal riscaldamento delle temperature: da Venezia e la sua laguna, al parco di Yellowstone fino a Stonehenge. GUARDA LE IMMAGINI

  • “Patrimonio mondiale e turismo in un’epoca di cambiamento climatico”. Così si intitola un rapporto promosso dall’Unesco e dal Programma per l’ambiente dell’Onu (Unep) che illustra come i mutamenti del clima prodotti dall’uomo mettano a rischio alcuni gioielli naturalistici e culturali del globo -
    ©Getty Images
    “Patrimonio mondiale e turismo in un’epoca di cambiamento climatico”. Così si intitola un rapporto promosso dall’Unesco e dal Programma per l’ambiente dell’Onu (Unep) che illustra come i mutamenti del clima prodotti dall’uomo mettano a rischio alcuni gioielli naturalistici e culturali del globo - Il rapporto di Unesco
  • Tra i siti considerati dall’Unesco come Patrimonio dell’umanità ci sono anche i megaliti di Stonhenge nell’Inghilterra meridionale. Secondo il rapporto, le estati più calde potrebbero causare l’aumento di roditori che potrebbero con le loro opere di scavo destabilizzare le pietre. Ancora più pericoloso per il sito è l’aumento delle piogge -
    ©Getty Images
    Tra i siti considerati dall’Unesco come Patrimonio dell’umanità ci sono anche i megaliti di Stonhenge nell’Inghilterra meridionale. Secondo il rapporto, le estati più calde potrebbero causare l’aumento di roditori che potrebbero con le loro opere di scavo destabilizzare le pietre. Ancora più pericoloso per il sito è l’aumento delle piogge - “Orizzonti d’Italia”. Città e paesaggi visti dall’alto
  • Anche Venezia e la sua laguna sono indicati dal rapporto come siti a rischio a causa del cambiamento climatico. A destare preoccupazione è l’aumento dei livelli del mare e la maggiore frequenza e intensità delle piogge. Se la tendenza dovesse continuare, dice lo studio, anche il MOSE rischierebbe di essere inutile -
    ©Getty Images
    Anche Venezia e la sua laguna sono indicati dal rapporto come siti a rischio a causa del cambiamento climatico. A destare preoccupazione è l’aumento dei livelli del mare e la maggiore frequenza e intensità delle piogge. Se la tendenza dovesse continuare, dice lo studio, anche il MOSE rischierebbe di essere inutile - Bandiere Blu: 293 spiagge premiate
  • Le  Isole Galapagos sono un ambiente delicato. A renderlo tale sono stati negli ultimi anni soprattutto il turismo e l’aumento della popolazione. Anche il cambiamento climatico le minaccia sotto forma di aumento del livello del mare, aumento della temperatura dell’acqua e acidificazione degli oceani, tutti fenomeni che possono avere conseguenze sull’ecosistema -
    ©Getty Images
    Le Isole Galapagos sono un ambiente delicato. A renderlo tale sono stati negli ultimi anni soprattutto il turismo e l’aumento della popolazione. Anche il cambiamento climatico le minaccia sotto forma di aumento del livello del mare, aumento della temperatura dell’acqua e acidificazione degli oceani, tutti fenomeni che possono avere conseguenze sull’ecosistema - Sony World Photography Award 2016: ecco i vincitori
  • Il parco di Yellowston, con i suoi geyser, è uno dei paesaggi più tipicamente americani ma è anche uno dei più a rischio. Il rapporto Unesco ricorda come le temperature del sito siano aumentate di 1,17 gradi centigradi dal 1895 a oggi e come potrebbero aumentare di 4-5 gradi entro la fine del secolo col rischio di “colpire tutto quello che si ammira quando si visita” il parco -
    ©Getty Images
    Il parco di Yellowston, con i suoi geyser, è uno dei paesaggi più tipicamente americani ma è anche uno dei più a rischio. Il rapporto Unesco ricorda come le temperature del sito siano aumentate di 1,17 gradi centigradi dal 1895 a oggi e come potrebbero aumentare di 4-5 gradi entro la fine del secolo col rischio di “colpire tutto quello che si ammira quando si visita” il parco - Stelle, nebulose e super-lune, ecco gli scatti astronomici
  • Anche Wadi Rum, il magnifico deserto nella Giordania meridionale, è considerato dall’Unesco un sito a rischio a causa del riscaldamento globale. L’aumento delle temperature potrebbe esacerbare il problema, endemico, dell’acqua e minacciare alcune specie autoctone -
    ©Getty Images
    Anche Wadi Rum, il magnifico deserto nella Giordania meridionale, è considerato dall’Unesco un sito a rischio a causa del riscaldamento globale. L’aumento delle temperature potrebbe esacerbare il problema, endemico, dell’acqua e minacciare alcune specie autoctone - Orsi polari, foreste e cascate, le foto del Sony World Photographer
  • I terrazzamenti realizzati nella Cordigliera filippina sono uno spettacolo che richiama turisti da tutto il mondo. Ma l’aumento delle piogge torrenziali, dice l’Unesco, minaccia la stabilità di questi terreni mentre l’incremento delle temperature mette a rischio la sopravvivenza della qualità di riso coltivata in queste terre -
    ©Getty Images
    I terrazzamenti realizzati nella Cordigliera filippina sono uno spettacolo che richiama turisti da tutto il mondo. Ma l’aumento delle piogge torrenziali, dice l’Unesco, minaccia la stabilità di questi terreni mentre l’incremento delle temperature mette a rischio la sopravvivenza della qualità di riso coltivata in queste terre - Earth Hour 2016, spegnere le luci per fermare i cambiamenti climatici
  • Sì, anche la statua della Libertà, il simbolo di New York e degli Stati Uniti, è minacciata dal cambiamento climatico. A destare preoccupazione è soprattutto l’aumento di frequenza di fenomeni estremi come l’uragano Sandy che ha colpito la città nel 2012 provocando danni all’area su cui sorge il monumento -
    ©Getty Images
    Sì, anche la statua della Libertà, il simbolo di New York e degli Stati Uniti, è minacciata dal cambiamento climatico. A destare preoccupazione è soprattutto l’aumento di frequenza di fenomeni estremi come l’uragano Sandy che ha colpito la città nel 2012 provocando danni all’area su cui sorge il monumento - “Orizzonti d’Italia”. Città e paesaggi visti dall’alto
  • La città vecchia di Hoi An in Vietnam è composta di edifici in legno che risalgono al 16esimo e al 17esimo secolo. Situata sulle rive del fiume Thu Bon, è sempre stata a rischio di inondazioni. Ma l’aumento dei fenomeni estremi collegato al riscaldamento climatico rende il sito sempre più fragile -
    ©Getty Images
    La città vecchia di Hoi An in Vietnam è composta di edifici in legno che risalgono al 16esimo e al 17esimo secolo. Situata sulle rive del fiume Thu Bon, è sempre stata a rischio di inondazioni. Ma l’aumento dei fenomeni estremi collegato al riscaldamento climatico rende il sito sempre più fragile - Bandiere Blu: 293 spiagge premiate
  • I ghiacciai del Parco Nazionale Huascaràn in Perù sono sempre più piccoli: sono diminuiti del 30 % dal 1930 a oggi e 151 piccoli ghiacciai sono spariti negli ultimi 30 anni -
    ©Getty Images
    I ghiacciai del Parco Nazionale Huascaràn in Perù sono sempre più piccoli: sono diminuiti del 30 % dal 1930 a oggi e 151 piccoli ghiacciai sono spariti negli ultimi 30 anni - Sony World Photography Award 2016: ecco i vincitori
  • Il fiordo di Ilulissat in Groenlandia sta vivendo, dice il rapporto Unesco, un destino paradossale: da una parte l’aumento delle temperature ha dato un impulso al turismo. Dall’altra lo stesso aumento sta causando un significativo scioglimento dei ghiacci -
    ©Getty Images
    Il fiordo di Ilulissat in Groenlandia sta vivendo, dice il rapporto Unesco, un destino paradossale: da una parte l’aumento delle temperature ha dato un impulso al turismo. Dall’altra lo stesso aumento sta causando un significativo scioglimento dei ghiacci - Stelle, nebulose e super-lune, ecco gli scatti astronomici
  • La barriera corallina e i varani sono le due attrazioni principali del parco di Komodo in Indonesia. L’aumento delle piogge e l’acidificazione degli oceani costituiscono però una minaccia per entrambe -
    ©Getty Images
    La barriera corallina e i varani sono le due attrazioni principali del parco di Komodo in Indonesia. L’aumento delle piogge e l’acidificazione degli oceani costituiscono però una minaccia per entrambe - Orsi polari, foreste e cascate, le foto del Sony World Photographer
  • Circa la metà dei gorilla di montagna che ancora restano nel mondo vivono nel Parco della foresta impenetrabile di Bwindi in Uganda. L’aumento delle temperature minaccia però questo habitat e dunque anche la sopravvivenza dei gorilla -
    ©Getty Images
    Circa la metà dei gorilla di montagna che ancora restano nel mondo vivono nel Parco della foresta impenetrabile di Bwindi in Uganda. L’aumento delle temperature minaccia però questo habitat e dunque anche la sopravvivenza dei gorilla - Earth Hour 2016, spegnere le luci per fermare i cambiamenti climatici
  • Le lagune della Nuova Caledonia, isole francesi nel Pacifico occidentale, sono anch’esse state inserite tra i siti patrimonio dell’umanità Unesco. E anch’esse rischiano di vedere la loro attrazione principale, la barriera corallina, minacciata dall’aumento della temperatura delle acque -
    ©Getty Images
    Le lagune della Nuova Caledonia, isole francesi nel Pacifico occidentale, sono anch’esse state inserite tra i siti patrimonio dell’umanità Unesco. E anch’esse rischiano di vedere la loro attrazione principale, la barriera corallina, minacciata dall’aumento della temperatura delle acque - “Orizzonti d’Italia”. Città e paesaggi visti dall’alto
  • L’acidificazione degli oceani dipende dall’aumento dell’anidride carbonica nelle acque. Questo processo interferisce con lo sviluppo dei coralli, che sono una delle caratteristiche dell’ecosistema delle Isole di Roccia di Palau nel Pacifico occidentale -
    L’acidificazione degli oceani dipende dall’aumento dell’anidride carbonica nelle acque. Questo processo interferisce con lo sviluppo dei coralli, che sono una delle caratteristiche dell’ecosistema delle Isole di Roccia di Palau nel Pacifico occidentale - Credit: Peter R. Binter / Wikimedia
  • Secondo l’Unesco, la Valle di Qadisha e i suoi cedri, in Libano, richiedono urgente protezione. Questi alberi secolari, dal grande valore spirituale nella tradizione cristiana, hanno bisogno di spazio per adattarsi al cambiamento climatico che minaccia il terreno nel quale sorgono -
    ©Getty Images
    Secondo l’Unesco, la Valle di Qadisha e i suoi cedri, in Libano, richiedono urgente protezione. Questi alberi secolari, dal grande valore spirituale nella tradizione cristiana, hanno bisogno di spazio per adattarsi al cambiamento climatico che minaccia il terreno nel quale sorgono - Bandiere Blu: 293 spiagge premiate
  • Le sculture dell’Isola di Pasqua sono tra i monumenti più noti al mondo ma sono anche minacciati dal cambiamento climatico. Come? La diminuzione delle piogge estive rischia di causare  mancanza di acqua mentre l’aumento del livello del mare intacca le coste e dunque anche i monumenti situati nelle vicinanze -
    ©Getty Images
    Le sculture dell’Isola di Pasqua sono tra i monumenti più noti al mondo ma sono anche minacciati dal cambiamento climatico. Come? La diminuzione delle piogge estive rischia di causare mancanza di acqua mentre l’aumento del livello del mare intacca le coste e dunque anche i monumenti situati nelle vicinanze - Sony World Photography Award 2016: ecco i vincitori