Quando la maschera diventa un oggetto di protesta. FOTO

Per proteggersi dalle ritorsioni, per evocare timore o per prendere parte all’iniziativa di un gruppo. Durante le manifestazioni sempre più spesso i dimostranti ricorrono a travestimenti per veicolare meglio i loro messaggi. Dalle recenti proteste in Brasile alla provincia cinese, passando per la campagna elettorale Usa, la gallery

  • Dalle più comuni maschere antigas a quelle colorate indossate dai manifestanti venezuelani che protestano contro il presidente Nicolas Maduro, passando per i travestimenti da leader mondiali. Ecco tutti i volti (mascherati) delle proteste in giro per il mondo -
    ©Getty Images
    Dalle più comuni maschere antigas a quelle colorate indossate dai manifestanti venezuelani che protestano contro il presidente Nicolas Maduro, passando per i travestimenti da leader mondiali. Ecco tutti i volti (mascherati) delle proteste in giro per il mondo - Le proteste più creative e di impatto del 2015. FOTO
  • La maschera più usata per eccellenza, diventata un simbolo per i movimenti di protesta contemporanei, è quella resa nota dal protagonista del film “V per Vendetta”. In passato l’abbiamo vista nelle piazze che hanno ospitato le proteste, da Occupy Wall Street a Hong Kong. Qui ad indossarla è uno studente che protesta contro l’aumento del prezzo del biglietto dei trasporti brasiliani nella capitale Sao Paulo –
    ©Getty Images
    La maschera più usata per eccellenza, diventata un simbolo per i movimenti di protesta contemporanei, è quella resa nota dal protagonista del film “V per Vendetta”. In passato l’abbiamo vista nelle piazze che hanno ospitato le proteste, da Occupy Wall Street a Hong Kong. Qui ad indossarla è uno studente che protesta contro l’aumento del prezzo del biglietto dei trasporti brasiliani nella capitale Sao Paulo – Occupy Wall Street, tutte le notizie
  • Lo scorso febbraio alcuni attivisti hanno scelto di indossare una maschera con il volto del leader nordcoreano Kim Jong - Un per protestare contro il lancio del missile a lungo raggio avvenuto dal centro spaziale di Sohae, al nord della capitale Pyongyang -
    ©Getty Images
    Lo scorso febbraio alcuni attivisti hanno scelto di indossare una maschera con il volto del leader nordcoreano Kim Jong - Un per protestare contro il lancio del missile a lungo raggio avvenuto dal centro spaziale di Sohae, al nord della capitale Pyongyang - La Corea del Nord lancia razzo a lungo raggio. Onu: sì a nuove misure
  • Lo scandalo della corruzione travolge il governo brasiliano. Così i cittadini organizzano una manifestazione per chiedere le dimissioni del presidente Dilma Rousseff. E per farlo decidono di indossare la maschera con il volto dell’ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva, coinvolto in uno scottante affare di intercettazioni con la Rousseff -
    ©Getty Images
    Lo scandalo della corruzione travolge il governo brasiliano. Così i cittadini organizzano una manifestazione per chiedere le dimissioni del presidente Dilma Rousseff. E per farlo decidono di indossare la maschera con il volto dell’ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva, coinvolto in uno scottante affare di intercettazioni con la Rousseff - Brasile: dopo le proteste, giudice sospende nomina Lula a ministro
  • Ancora proteste in Brasile contro il presidente brasiliano Dilma Rousseff e l'ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva, di cui i manifestanti sfoggiano una maschera sul volto. Al centro della vicenda alcune scottanti intercettazioni fra i due che dimostrerebbero come la carica all'ex presidente, indagato per tangenti, servirebbe a salvarlo dalla richiesta di arresto. Il 17 aprile la Camera dei Deputati ha votato a favore dell’impeachment della Rousseff -
    ©Getty Images
    Ancora proteste in Brasile contro il presidente brasiliano Dilma Rousseff e l'ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva, di cui i manifestanti sfoggiano una maschera sul volto. Al centro della vicenda alcune scottanti intercettazioni fra i due che dimostrerebbero come la carica all'ex presidente, indagato per tangenti, servirebbe a salvarlo dalla richiesta di arresto. Il 17 aprile la Camera dei Deputati ha votato a favore dell’impeachment della Rousseff - Brasile, scandalo tangenti: Lula rilasciato dopo l'interrogatorio
  • I leader della terra si sono incontrati a Le Bourget, vicino a Parigi, in occasione della World Climate Change Conference 2015. Gli attivisti dell’associazione umanitaria Oxfam agghindati come il presidente americano Barack Obama, il presidente cinese Xi Jinping, il presidente francese Francois Hollande, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il primo ministro indiano Narendra Modi si sono dati appuntamento per un pranzo in compagnia prima dell’inizio della conferenza -
    ©Getty Images
    I leader della terra si sono incontrati a Le Bourget, vicino a Parigi, in occasione della World Climate Change Conference 2015. Gli attivisti dell’associazione umanitaria Oxfam agghindati come il presidente americano Barack Obama, il presidente cinese Xi Jinping, il presidente francese Francois Hollande, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il primo ministro indiano Narendra Modi si sono dati appuntamento per un pranzo in compagnia prima dell’inizio della conferenza - Parigi, via libera ad accordo sul clima
  • Stati Uniti in piena campagna elettorale. E fra i democratici anti-Trump spunta un irriverente Donald Trump di plastica prima di un comizio del candidato repubblicano a New York –
    ©Getty Images
    Stati Uniti in piena campagna elettorale. E fra i democratici anti-Trump spunta un irriverente Donald Trump di plastica prima di un comizio del candidato repubblicano a New York – Presidenziali Usa, tutte le notizie
  • Una maschera dei colori della bandiera venezuelana copre il viso di questo studente impegnato nella protesta contro il presidente Nicolas Maduro, erede politico di Chavez. Durante gli scontri iniziati lo scorso 14 febbraio ci sono state alcune giovani vittime –
    ©Getty Images
    Una maschera dei colori della bandiera venezuelana copre il viso di questo studente impegnato nella protesta contro il presidente Nicolas Maduro, erede politico di Chavez. Durante gli scontri iniziati lo scorso 14 febbraio ci sono state alcune giovani vittime – Venezuela, continuano le proteste contro Nicolas Maduro
  • Burundi, un manifestante protesta contro la decisione del presidente Pierre Nkurunziza di correre per il terzo mandato. Per rendere irriconoscibile la sua identità si aiuta con una grossa foglia che gli copre l’intero volto. Siamo nel quartiere Cibitoke di Bujumbura, in Burundi -
    ©Getty Images
    Burundi, un manifestante protesta contro la decisione del presidente Pierre Nkurunziza di correre per il terzo mandato. Per rendere irriconoscibile la sua identità si aiuta con una grossa foglia che gli copre l’intero volto. Siamo nel quartiere Cibitoke di Bujumbura, in Burundi - Le proteste più creative e di impatto del 2015. FOTO
  • Kosovo, febbraio 2016. Lancio di gas in aula da parte dei membri dell’opposizione per protestare contro l'accordo firmato dal governo di Pristina con la Serbia. Così in Parlamento fanno la loro comparsa delle maschere anti gas -
    ©Getty Images
    Kosovo, febbraio 2016. Lancio di gas in aula da parte dei membri dell’opposizione per protestare contro l'accordo firmato dal governo di Pristina con la Serbia. Così in Parlamento fanno la loro comparsa delle maschere anti gas - Kosovo, gas in parlamento
  • Sono motivazioni di carattere ambientalistico quelle che muovono questi attivisti con una proboscide al posto del viso davanti alla Commissione Europea. Nel mirino c’è il caso Dieselgate e la richiesta di nuovi limiti alle emissioni delle auto-
    ©Getty Images
    Sono motivazioni di carattere ambientalistico quelle che muovono questi attivisti con una proboscide al posto del viso davanti alla Commissione Europea. Nel mirino c’è il caso Dieselgate e la richiesta di nuovi limiti alle emissioni delle auto- Lo scandalo Dieselgate
  • Le centrali nucleari del Belgio mostrano delle falle nei sistemi di sicurezza, ma il governo decide di non fermare l’impianto, così gli attivisti si mobilitano. E lo fanno con una maschera antigas sul viso -
    ©Getty Images
    Le centrali nucleari del Belgio mostrano delle falle nei sistemi di sicurezza, ma il governo decide di non fermare l’impianto, così gli attivisti si mobilitano. E lo fanno con una maschera antigas sul viso - Bruxelles, media belgi: obiettivo terroristi erano centrali nucleari
  • Il primo ministro olandese Mark Rutte è a favore della clonazione degli animali? Gli attivisti usano la sua faccia per urlare il loro dissenso  -
    ©Getty Images
    Il primo ministro olandese Mark Rutte è a favore della clonazione degli animali? Gli attivisti usano la sua faccia per urlare il loro dissenso - Le proteste più creative e di impatto del 2015. FOTO
  • Gli attivisti del movimento animalista PETA sono noti per le loro campagne in difesa degli animali. Questa volta siamo di fronte al parco acquatico francese di Marineland, in Costa Azzurra, e due manifestanti travestiti da orca tengono in mano un cartello che dice: “Liberate i prigionieri di Marineland' -
    ©Getty Images
    Gli attivisti del movimento animalista PETA sono noti per le loro campagne in difesa degli animali. Questa volta siamo di fronte al parco acquatico francese di Marineland, in Costa Azzurra, e due manifestanti travestiti da orca tengono in mano un cartello che dice: “Liberate i prigionieri di Marineland' - Peta, quando la protesta si denuda
  • Londra, 16 aprile 2016. Una faccia da maiale vaga fra la folla riunita a Trafalgar Square durante la marcia  “Health, Homes, Jobs and Education”. Migliaia di manifestanti si sono incontrati per gridare il loro dissenso verso le politiche attuali nel campo di sanità, istruzione, lavoro e casa -
    ©Getty Images
    Londra, 16 aprile 2016. Una faccia da maiale vaga fra la folla riunita a Trafalgar Square durante la marcia “Health, Homes, Jobs and Education”. Migliaia di manifestanti si sono incontrati per gridare il loro dissenso verso le politiche attuali nel campo di sanità, istruzione, lavoro e casa - Le proteste più creative e di impatto del 2015. FOTO
  • Ci sono delle circostanze in cui coprirsi il volto diventa necessario per la salute a causa delle conseguenze dell’inquinamento eccessivo. È il caso di queste donne cinesi che indossano i face-kinis per proteggersi dalle alghe che lo scorso agosto hanno letteralmente invaso il Mare Giallo nella Cina Orientale -
    ©Getty Images
    Ci sono delle circostanze in cui coprirsi il volto diventa necessario per la salute a causa delle conseguenze dell’inquinamento eccessivo. È il caso di queste donne cinesi che indossano i face-kinis per proteggersi dalle alghe che lo scorso agosto hanno letteralmente invaso il Mare Giallo nella Cina Orientale - Le proteste degli studenti, tutte le foto