Garissa, maratona in ricordo delle vittime a un anno dal massacro

Il 2 aprile 2015 ribelli islamisti somali di Al-Shabaab uccisero 147 studenti dell’ateneo del Kenya. I terroristi separarono musulmani da cristiani e giustiziarono questi ultimi

  • ©ANSA
    E' passato un anno dal massacro all'Università del Kenya di Garissa, per mano dei ribelli islamisti somali di Al-Shabaab - 2 aprile 2015, strage di studenti
  • ©ANSA
    A 12 mesi di distanza, gli abitanti della città scelgono di commemorare le vittime organizzando una maratona -
  • ©ANSA
    Il 2 aprile 2015 ribelli islamisti somali di Al-Shabaab massacrarono 147 studenti dell’ateneo del Kenya. I terroristi hanno distinto musulmani e cristiani, e questi ultimi sono stati giustiziati -
  • ©ANSA
    A un anno dal massacro, il risultato è stata un'islamizzazione forzata di tutta l'area di Garissa -
  • ©ANSA
    Tutto il personale non musulmano ha lasciato la contea. Vi è una carenza di 800 insegnanti, e un numero non precisato di personale sanitario -
  • ©ANSA
    "Proprio a seguito degli attacchi di Al-Shabaab – spiega Tommy Simmons, fondatore di Amref -, nelle zone più remote verso il confine con la Somalia, i cristiani sono stati costretti a scappare, insegnanti, studenti, personale sanitario. C'è stata una sorta di omologazione della società” -