Ungheria, carri armati contro i profughi. FOTO

Mezzi cingolati sorvegliano il muro di filo spinato alzato dal governo di Budapest lungo la frontiera, ormai deserta, con la Serbia. Intanto la maggior parte dei migranti è bloccata in Grecia. E ad aiutare medici e volontari arrivano anche le app

  • Un mezzo corazzato delle forze ungheresi sorveglia il muro di filo spinato alzato dal governo di Budapest lungo la frontiera con la Serbia. Il muro è stato creato per impedire ai profughi dalla Siria e ai migranti che percorrono la cosiddetta rotta balcanica di entrare nel territorio magiaro -
    ©ANSA
    Un mezzo corazzato delle forze ungheresi sorveglia il muro di filo spinato alzato dal governo di Budapest lungo la frontiera con la Serbia. Il muro è stato creato per impedire ai profughi dalla Siria e ai migranti che percorrono la cosiddetta rotta balcanica di entrare nel territorio magiaro - Lo speciale migranti
  • La frontiera tra la Serbia e l'Ungheria, fino a qualche mese fa luogo di transito per centinaia di profughi, è ora deserta. La maggior parte dei profughi è al momento bloccata in Grecia -
    ©ANSA
    La frontiera tra la Serbia e l'Ungheria, fino a qualche mese fa luogo di transito per centinaia di profughi, è ora deserta. La maggior parte dei profughi è al momento bloccata in Grecia - Lo speciale migranti
  • In questi giorni l'Unione Europa ha trovato un accordo con la Turchia per affrontare il nodo migranti. Tutti i migranti irregolari dovranno tornare in Turchia. Per ognuno di loro però l'Europa accoglierà un rifugiato siriano dai campi turchi. I soli paesi a non aver offerto nessun posto sono Ungheria e Slovacchia -
    ©ANSA
    In questi giorni l'Unione Europa ha trovato un accordo con la Turchia per affrontare il nodo migranti. Tutti i migranti irregolari dovranno tornare in Turchia. Per ognuno di loro però l'Europa accoglierà un rifugiato siriano dai campi turchi. I soli paesi a non aver offerto nessun posto sono Ungheria e Slovacchia - Lo speciale migranti
  • Carri armati ungheresi sorvegliano il muro di filo spinato alzato lungo la frontiera con la Serbia per impedire l'ingresso ai profughi lungo la rotta balcanica -
    ©ANSA
    Carri armati ungheresi sorvegliano il muro di filo spinato alzato lungo la frontiera con la Serbia per impedire l'ingresso ai profughi lungo la rotta balcanica - Lo speciale migranti
  • Carri armati ungheresi sorvegliano il muro di filo spinato alzato lungo la frontiera con la Serbia per impedire l'ingresso ai profughi lungo la rotta balcanica -
    ©ANSA
    Carri armati ungheresi sorvegliano il muro di filo spinato alzato lungo la frontiera con la Serbia per impedire l'ingresso ai profughi lungo la rotta balcanica - Lo speciale migranti
  • Carri armati ungheresi sorvegliano il muro di filo spinato alzato lungo la frontiera con la Serbia per impedire l'ingresso ai profughi lungo la rotta balcanica -
    ©ANSA
    Carri armati ungheresi sorvegliano il muro di filo spinato alzato lungo la frontiera con la Serbia per impedire l'ingresso ai profughi lungo la rotta balcanica - Lo speciale migranti
  • Carri armati ungheresi sorvegliano il muro di filo spinato alzato lungo la frontiera con la Serbia per impedire l'ingresso ai profughi lungo la rotta balcanica -
    ©ANSA
    Carri armati ungheresi sorvegliano il muro di filo spinato alzato lungo la frontiera con la Serbia per impedire l'ingresso ai profughi lungo la rotta balcanica - Lo speciale migranti