Germania, tre arresti: “Volevano colpire Checkpoint Charlie”

Programmavano un attentato a Berlino i presunti terroristi finiti in manette. Lo riferisce il Tagesspiegel citando fonti di sicurezza. A ideare il possibile attacco ci sarebbe stato un gruppo dirigente dell'Isis in Siria, lo stesso dietro i fatti di Parigi dello scorso novembre. VIDEO

  • Sono tre le persone arrestate in Germania nell'ambito di un'indagine su quattro algerini sospettati di avere legami con l'Isis e di pianificare attentati nel Paese -
    Sono tre le persone arrestate in Germania nell'ambito di un'indagine su quattro algerini sospettati di avere legami con l'Isis e di pianificare attentati nel Paese - Video
  • Gli arrestati sono due uomini e una donna e sono stati fermati dalla polizia in due diverse operazioni a Berlino e in due regioni dell'ovest della Germania -
    Gli arrestati sono due uomini e una donna e sono stati fermati dalla polizia in due diverse operazioni a Berlino e in due regioni dell'ovest della Germania - Video
  • Secondo quanto riferisce il Tagesspiegel i tre sospettati arrestati nel blitz di oggi in Germania programmavano un attentato a Berlino. L'obiettivo era colpire il Checkpoint Charlie. Il giornale cita fonti dei servizi di sicurezza. In precedenza Bild aveva rivelato che l'obiettivo poteva essere l'Alexanderplatz di Berlino -
    Secondo quanto riferisce il Tagesspiegel i tre sospettati arrestati nel blitz di oggi in Germania programmavano un attentato a Berlino. L'obiettivo era colpire il Checkpoint Charlie. Il giornale cita fonti dei servizi di sicurezza. In precedenza Bild aveva rivelato che l'obiettivo poteva essere l'Alexanderplatz di Berlino - Video
  • Sempre secondo Tagesspiegel, dietro il piano ci sarebbe un gruppo dirigente dell'Isis in Siria, che ha ideato anche gli attentati dello scorso novembre a Parigi -
    Sempre secondo Tagesspiegel, dietro il piano ci sarebbe un gruppo dirigente dell'Isis in Siria, che ha ideato anche gli attentati dello scorso novembre a Parigi - Video
  • La polizia sarebbe entrata in azione oggi perché cinque sospetti membri della cellula terroristica - oltre ai tre fermati ci sono altri due ricercati - non parlavano più del piano da diversi giorni. I cinque erano osservati da servizi e polizia: "Quando hanno smesso di comunicare tra di loro sull'attentato c'era da temere che avessero concluso il piano", hanno riferito i servizi. Gli inquirenti tuttavia non escluderebbero anche che i sospetti terroristi avessero deciso di abbandonare il progetto -
    La polizia sarebbe entrata in azione oggi perché cinque sospetti membri della cellula terroristica - oltre ai tre fermati ci sono altri due ricercati - non parlavano più del piano da diversi giorni. I cinque erano osservati da servizi e polizia: "Quando hanno smesso di comunicare tra di loro sull'attentato c'era da temere che avessero concluso il piano", hanno riferito i servizi. Gli inquirenti tuttavia non escluderebbero anche che i sospetti terroristi avessero deciso di abbandonare il progetto - Video
  • Nel corso del blitz sono stati sequestrati computer, cellulari e altro materiale -
    ©ANSA
    Nel corso del blitz sono stati sequestrati computer, cellulari e altro materiale - Video