Stretta su armi, Obama piange ricordando le stragi di bambini. FOTO

Il leader Usa si è commosso durante un discorso alla Casa Bianca in cui ha annunciato nuove misure per l'acquisto e il possesso di armi da fuoco. Le lacrime hanno rigato il volto del presidente, in particolare, quando ha parlato delle piccole vittime della scuola elementare Sandy Hook di Newtown. "La gente muore e le scuse per non agire non sono più sufficienti", ha detto

  • ©Getty Images
    Barack Obama si commuove durante il discorso alla Casa Bianca in cui parla delle nuove misure per l’acquisto e il possesso di armi da fuoco – Usa, Obama annuncia la stretta sulle armi. E si commuove
  • ©Getty Images
    Le lacrime hanno rigato il volto del presidente, in particolare, quando ha ricordato i bambini morti nella strage della scuola elementare Sandy Hook di Newtown – Tutte le notizie sulla strage nella scuola elementare
  • ©ANSA
    Obama ha ricordato anche le altre stragi causate dalla diffusione delle armi da fuoco negli Usa e ha aggiunto: “Solo da noi sono così frequenti” – Le lacrime di Obama. VIDEO
  • ©Getty Images
    “Ogni volta che penso a quei bambini divento matto”, ha detto Obama riferendosi alle piccole vittime delle stragi in America, come quelle a Newtown – Obama: lobby delle armi non può tenere Usa in ostaggio. VIDEO
  • ©Getty Images
    Non è la prima volta che Obama piange ricordando i bambini uccisi nella scuola di Sandy Hook. Il presidente si era già visibilmente commosso durante la conferenza stampa il giorno stesso del massacro, il 14 dicembre del 2012 – Stretta su armi, le lacrime di Obama (vers. originale). VIDEO
  • ©Getty Images
    Le lacrime sono state l'apice di un discorso molto sentito e appassionato, durante il quale il presidente Usa ha ribadito di aver deciso la stretta sulle armi da fuoco perché “la gente muore e le scuse per non agire non sono più sufficienti". “Ogni anno vengono uccisi 30mila americani. Ora basta”, ha detto Obama – Usa, Obama annuncia la stretta sulle armi. E si commuove
  • ©ANSA
    Le misure varate non violano il secondo emendamento della Costituzione, ha aggiunto ancora Obama: “Non importa quanto le persone possano distorcere le mie parole, io ho insegnato diritto costituzionale e credo che possiamo trovare il modo di ridurre la violenza delle armi senza violare l'emendamento. Non dobbiamo accettare questa carneficina come il prezzo della libertà” – San Bernardino, strage nel centro disabili
  • ©Getty Images
    Obama, tra le lacrime, ha sollecitato i proprietari di armi “ad unirsi a noi" nel chiedere "qualcosa di meglio" dal punto di vista della legislazione sulle armi e ha sottolineato come quello che è accaduto nella scuola elementare di Newtown "succede ogni giorno sulle strade di Chicago” – Le lacrime di Obama. VIDEO
  • ©ANSA
    Obama ha riconosciuto che questo "cambiamento culturale" sulle armi non potrà essere istantaneo. "Non succederà in una notte, non succederà durante questa legislatura e non succederà durante la mia presidenza", ha detto. Ma ha aggiunto: “Lobby delle armi non possono tenere gli Stati Uniti in ostaggio” – Obama: lobby delle armi non può tenere Usa in ostaggio. VIDEO