Francesco: "Natale ci richiama a sobrietà nei comportamenti"

Monito del Pontefice durante l'omelia a San Pietro: viviamo "in un mondo che troppe volte è duro con il peccatore e molle con il peccato. La giustizia non sconfini nella durezza". Poi aggiunge: "Il nostro stile di vita sia invece colmo di pietà, di empatia, di compassione, di misericordia". FOTO - VIDEO

  • ©Getty Images
    Papa Francesco ha celebrato nella Basilica di San Pietro la messa della notte di Natale. Impugnando la croce astile, il Pontefice ha guidato la processione lungo la navata fino all'altare della confessione – Tutte le foto del pontificato
  • ©Getty Images
    Ai piedi dell'altare è stata posta una mangiatoia con un Bambinello che all'inizio del rito era coperto da un telo bianco. Dopo il canto della "Calendula", Papa Francesco ha lasciato la croce astile di Paolo VI e si è avvicinato per svelare il Bambinello - Tutte le foto del pontificato
  • ©Getty Images
    "In una società spesso ebbra di consumo e di piacere, di abbondanza e lusso, di apparenza e narcisismo", celebrare la nascita di Gesù Bambino "ci chiama a un comportamento sobrio, cioè semplice, equilibrato, lineare, capace di cogliere e vivere l'essenziale”, ha sottolineato Papa Francesco nell'omelia. "Questo Bambino - ha detto il Papa - ci insegna che cosa è veramente essenziale nella nostra vita" – Tutte le foto del pontificato
  • ©Getty Images
    Viviamo "in un mondo che troppe volte è duro con il peccatore e molle con il peccato", ha denunciato Papa Francesco. "C’è bisogno di coltivare un forte senso della giustizia, del ricercare e mettere in pratica la volontà di Dio" – Tutte le foto del pontificato
  • ©Getty Images
    "Dentro una cultura dell'indifferenza, che finisce non di rado per essere spietata, il nostro stile di vita - ha auspicato il Pontefice - sia invece colmo di pietà, di empatia, di compassione, di misericordia, attinte ogni giorno dal pozzo della preghiera" - Tutte le foto del pontificato