Google, gli attacchi di Parigi sono l'evento più ricercato dell'anno

L'azienda di Mountain View ha pubblicato le classifiche delle ricerche più frequenti nel 2015: quasi 900 milioni di query per gli attentati nella capitale francese. Tra i termini che in Italia hanno fatto registrare il maggior incremento vince Pino Daniele. GUARDA LE FOTO

  • ©Getty Images
    La minaccia degli attacchi terroristici dell’Isis è l’evento che ha suscitato maggiore interesse e preoccupazione anche sul web. Secondo le classifiche pubblicate da Google, gli attentati di Parigi dello scorso novembre sono stati digitati sulla barra del motore di ricerca oltre 897 milioni di volte - Il video riassuntivo prodotto da Google
  • ©Getty Images
    Secondo evento più ricercato nel mondo attraverso Google sono stati gli Oscar 2015. L’assegnazione del premio più ambito nel mondo cinematografico a Hollywood ha prodotto oltre 406 milioni di ricerche - Le ricerche di Google per eventi
  • ©Getty Images
    Al terzo posto degli eventi più ricercati negli ultimi 12 mesi sul popolare motore di ricerca troviamo il primo evento sportivo: la Coppa del mondo di Cricket, ospitata a febbraio e marzo in Australia e Nuova Zelanda, ha prodotto oltre 323 milioni di ricerche - Se l’integrazione passa attraverso il cricket
  • ©Getty Images
    Un po’ a sorpresa si ritrova, invece, fuori dal podio la Coppa del Mondo di Rugby che tra settembre e ottobre ha fatto digitare sulla barra di Google “solo” 246 milioni di ricerche - Tutti in meta: il grande spettacolo della Rugby World Cup
  • ©Getty Images
    Secondo le analisi di Google, tra gli eventi sportivi più ricercati nel 2015 ci sono anche i Mondiali di calcio femminili con più di 113 milioni di query e lo scandalo Fifa che ha prodotto oltre 42 milioni di ricerche - Blatter indagato in Svizzera
  • ©Getty Images
    Uscendo dall’ambito sportivo, supera i 100 milioni di ricerche la regina Elisabetta II, che il 9 settembre ha superato il record di permanenza sul trono britannico. Ma le ricerche sulla famiglia reale inglese sono incrementate anche e soprattutto dalla duchessa di Cambridge, Kate Middleton - Elisabetta II, è il suo il regno più lungo
  • ©Getty Images
    A superare le nove cifre e toccare i 155 milioni di ricerche (destinati ad aumentare progressivamente) è l’evento più recente della classifica 2015: l’uscita nelle sale cinematografiche dell’Episodio VII della saga delle guerre stellari, Star Wars: Il Risveglio della Forza - Star Wars arriva anche in Italia
  • ©Getty Images
    Numeri più bassi ma altrettanto notevoli sono quelli che hanno fatto registrare altri eventi che hanno segnato la storia dell’ultimo anno: il terremoto in Nepal (85 milioni di ricerche), la crisi della Grecia (35 milioni) e della Cina (12 milioni), l’accordo sul nucleare iraniano (20 milioni), l’emergenza dei profughi (23 milioni), lo scandalo Volkswagen (13 milioni), la presenza di acqua su Marte (10 milioni) e l’uccisione del leone Cecil per mano di un cacciatore (32 milioni) - Sisma in Nepal
  • ©Getty Images
    Per quanto riguarda l’Italia, Google ha pubblicato le classifiche dei termini che hanno fatto registrare il maggior incremento nelle ricerche del 2015. Al primo posto si trova Pino Daniele, il cantautore napoletano scomparso prematuramente poco meno di un anno fa, il 4 gennaio - Pino Daniele, l’addio di Roma e Napoli al bluesman
  • ©Getty Images
    Il podio dei personaggi che nell’ultimo anno hanno fatto aumentare maggiormente la propria ricerca sulla barra italiana di Google è completato da Valentino Rossi e dal presidente Sergio Mattarella - Da Sofia Loren a Valentino Rossi: i vip inseguiti dal fisco
  • ©Getty Images
    La scomparsa di personaggi famosi fa sempre notizia. Non stupisce, dunque, che tra i nomi più ricercati nel 2015 si trovi, al quarto posto, quello di Laura Antonelli, attrice protagonista di molti film italiani degli anni ’70 e ’80, tra cui Malizia di Salvatore Samperi - Addio Laura Antonelli
  • ©Getty Images
    Anche in Italia gli attentanti dell’Isis a Parigi hanno destato grande interesse. Il nome della capitale francese si piazza infatti al quarto posto tra i termini che nel 2015 hanno visto crescere maggiormente la propria ricerca su Google - Parigi, riapre la prima brasserie colpita dai jihadisti
  • ©Getty Images
    In classifica, all’ottavo posto delle parole emergenti in Italia, si trova anche Expo. La manifestazione fieristica internazionale guida, invece, la classifica della ricerca di biglietti su Google - Speciale Expo 2015
  • ©Getty Images
    Curiosa anche la ricerca del “perché si sparano 21 colpi di cannone” per celebrare il neoeletto presidente della Repubblica. La salita al Quirinale di Sergio Mattarella ha fatto balzare questa query al terzo posto della classifica dei “perché” più emergenti - Mattarella, dalla Dc al Quirinale
  • ©Getty Images
    Tra le mete turistiche che nel 2015 hanno avuto il maggior incremento di ricerche su Google al primo posto si piazza Follonica. La località balneare toscana è seguita dalla più esotica Capo Verde e da Palinuro - Vacanze al mare, fuga dalla città in cerca di relax
  • ©Getty Images
    Nel bilancio di un anno di ricerche sui suoi motori, Google non poteva far mancare le classifiche culinarie. La ricetta emergente in Italia è quella della “marmellata di fichi” che vince la sfida con la “marmellata di ciliegie”, al terzo posto. Secondo gradino del podio per il cocktail “sex on the beach” - Michelle Obama a Milano: lezione di cucina contro l’obesità
  • ©Getty Images
    Cucina e fornelli si fanno notare anche nelle ricerche emergenti del “come fare”. Gli incrementi maggiori nell’ultimo anno sono stati per “come fare le olive in salamoia”. Ma nella top ten troviamo anche “il gorgonzola in casa” (terzo posto), “il pesto alla genovese in casa” (quinto posto), “i marron glacé” (nono posto) con o senza accento - Arts & Food, il rapporto tra cibo e arte in mostra a Milano
  • ©Getty Images
    I motori di ricerca sostituiscono ormai in tutto e per tutto i tradizionali dizionari. Così nel 2015 nella classifica italiana dei “cosa significa” emergenti troviamo ai primi due posti i concetti di “gender” e “transgender”. Seguono “Isis” e “Je suis Charlie” - “I libri non si bruciano”, in piazza contro Forza Nuova