Cosa fare in caso di attentati: il vademecum del governo francese

"Scappare", "nascondersi", "dare l'allarme". Questi alcuni dei consigli del governo francese inseriti in un opuscolo che sarà inviato a diversi ministeri per poi essere affisso nei luoghi pubblici. GUARDA LA GALLERY - TUTTI I VIDEO

  • "Fuggire. Nascondersi. Dare l'allarme": è il vademecum diffuso dal governo francese nel caso ci si trovi coinvolti in un attentato. Le istruzioni sono illustrate in un opuscolo dal titolo "Reagire in caso di attacco terroristico" che sarà inviato a diversi ministeri francesi per poi essere affisso in luoghi pubblici, come uffici, grandi magazzini, stadi e musei -
    ©ANSA
    "Fuggire. Nascondersi. Dare l'allarme": è il vademecum diffuso dal governo francese nel caso ci si trovi coinvolti in un attentato. Le istruzioni sono illustrate in un opuscolo dal titolo "Reagire in caso di attacco terroristico" che sarà inviato a diversi ministeri francesi per poi essere affisso in luoghi pubblici, come uffici, grandi magazzini, stadi e musei - TUTTI I VIDEO
  • Il primo consiglio è il più scontato: fuggire. Ciò presuppone la lucidità di localizzare il pericolo e allontanarsi. Se possibile, spiega l'opuscolo, aiutare altre persone nella fuga e non esporsi, ad esempio correndo chini e vicino a un muro che possa fungere da protezione. Una volta salvi, impedire ad altre persone di entrare nella zona di pericolo -
    ©ANSA
    Il primo consiglio è il più scontato: fuggire. Ciò presuppone la lucidità di localizzare il pericolo e allontanarsi. Se possibile, spiega l'opuscolo, aiutare altre persone nella fuga e non esporsi, ad esempio correndo chini e vicino a un muro che possa fungere da protezione. Una volta salvi, impedire ad altre persone di entrare nella zona di pericolo - TUTTE LE FOTO
  • E se non si può fuggire? Allora, bisogna nascondersi. L'opuscolo consiglia di chiudersi a chiave in una stanza e barricarsi, ad esempio mettendo un divano davanti alla porta. Quindi spegnere la luce e accertarsi che non vi siano altri oggetti rumorosi, come un televisore. Silenziare anche il cellulare. Mantenersi lontano dalle finestre e, in caso, strisciare a terra al di sotto del vetro -
    ©ANSA
    E se non si può fuggire? Allora, bisogna nascondersi. L'opuscolo consiglia di chiudersi a chiave in una stanza e barricarsi, ad esempio mettendo un divano davanti alla porta. Quindi spegnere la luce e accertarsi che non vi siano altri oggetti rumorosi, come un televisore. Silenziare anche il cellulare. Mantenersi lontano dalle finestre e, in caso, strisciare a terra al di sotto del vetro - TUTTI I VIDEO
  • La terza regola aurea è allertare le forze di sicurezza, chiamando i numeri di emergenza. E quando la polizia arriva, prosegue il vademecum, non correre incontro alle forze dell'ordine e non fare movimenti bruschi. Al contrario, mantenere le mani libere e aperte in posizione ben visibile -
    ©ANSA
    La terza regola aurea è allertare le forze di sicurezza, chiamando i numeri di emergenza. E quando la polizia arriva, prosegue il vademecum, non correre incontro alle forze dell'ordine e non fare movimenti bruschi. Al contrario, mantenere le mani libere e aperte in posizione ben visibile - TUTTE LE FOTO