Aereo russo precipitato in Sinai: lo strazio dei parenti

All'aeroporto internazionale di Pulkovo di San Pietroburgo il dolore dei familiari e degli amici delle 224 persone che erano a bordo dell'Airbus A-321 decollato da Sharm el-Sheikh che si è schiantato in Egitto. LA FOTOGALLERY

  • ©Getty Images
    L'Airbus A-321 era decollato da Sharm el-Sheikh per San Pietroburgo - Leggi l'articolo
  • ©Getty Images
    Contrariamente a quanto sperato in un primo momento non ci sono superstiti. A bordo c'erano 217 passeggeri e 7 membri dell'equipaggio - Leggi l'articolo
  • ©Getty Images
    La "stragrande maggioranza" delle vittime del disastro aereo in Egitto erano residenti a San Pietroburgo, la destinazione dell'A321 della compagnia aerea russa Metrojet - Leggi l'articolo
  • ©Getty Images
    "C'erano anche passeggeri dalle regioni di Pskov, Novgorod, Leningrado e un cittadino ucraino ma quelli che non erano da San Pietroburgo si contano sulle dita delle mani", ha detto il vice governatore della città Olga Kazanskaya
  • ©Getty Images
    E’ già stata recuperata la scatola nera, che potrà chiarire cosa sia successo nei cieli egiziani, ma dall’Isis è arrivata la rivendicazione
  • ©Getty Images
    Fonti della sicurezza egiziana però smentiscono con forza l'autenticità della rivendicazione e affermano che il velivolo volava a un'altitudine tale da non poter essere abbattuto dai jihadisti