Raid russi sulla Siria, Usa: "Avete colpito ribelli addestrati dalla Cia"

Alcuni bombardamenti di Mosca avrebbero centrato i combattenti della Free Syrian Army, gruppo addestrato ed equipaggiato dall'agenzia di intelligence americana. Lo ha detto il senatore John McCain, confermando le voci già circolate su alcuni media. Ma Lavrov: "Stesso approccio degli Stati Uniti sugli obiettivi". GALLERY

  • Proseguono gli attacchi aerei russi in Siria. E dagli Usa arrivano nuove accuse: i raid avrebbero ucciso ribelli addestrati dalla Cia - Siria, accordo Stati Uniti - Russia: "Cercare soluzione comune"
  • La foto è un frame di un video diffuso dal ministero della Difesa russo che mostra i raid russi che colpiscono Hmeymim - Usa e Francia accusano Mosca: colpiti ribelli, non Isis
  • Il ministero della difesa russo parla di otto attacchi nella notte contro 'i terroristi' e della distruzione di 12 obiettivi dell'Isis. Mosca fa sapere che informerà 'le parti interessate, compresi gli Stati Uniti', delle proprie 'azioni nell'ambito dell'operazione aerea contro lo Stato islamico' - Siria, accordo Stati Uniti - Russia: "Cercare soluzione comune"
  • Il ministro degli esteri Lavrov risponde alle accuse Usa: Damasco ha chiesto aiuto a noi, non alla coalizione guidata da Washington - Raid della Francia contro l'Isis
  • E dagli Usa arrivano nuove accuse. Il senatore americano John McCain denuncia che alcuni dei raid aerei compiuti dalla Russia in Siria hanno colpito i combattenti della Free Syrian Army, gruppo addestrato ed equipaggiato dalla Cia. Nella foto Riad Haddad, ambasciatore del governo di Damasco in Russia - Isis, l'Onu conferma la distruzione del tempio di Bel
  • Secondo fonti libanesi, inoltre, Assad si preparerebbe a lanciare un'operazione di terra per riconquistare parte della Siria in mano ai ribelli, con il supporto dei raid russi - La Siria al buio: come una guerra spegne le luci
  • Secondo fonti libanesi, centinaia di soldati iraniani sono gia' arrivati in Siria da 10 giorni per partecipare all'operazione
  • Nella seconda giornata di bombardamenti aerei russi in Siria, Mosca ha lasciato intendere che nel mirino non ci sono solo le postazioni dello Stato islamico, ma anche di altri gruppi del fronte anti-Assad
  • "La Russia è sulla stessa lunghezza d'onda con la coalizione guidata dagli Usa sugli obiettivi terroristici in Siria": lo ha detto il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov, parlando con i giornalisti all'Onu