Nuova Zelanda, referendum per la nuova bandiera. Inserita una quinta opzione. FOTO

Il Paese ha lanciato un concorso pubblico per cambiare il vessillo nazionale: la vincitrice finale di un referendum, che si terrà a novembre, sarà sottoposta a voto nel marzo del 2016. La short list finale allargata a cinque candidati dopo una campagna popolare.  

  • 24 settembre. La Nuova Zelanda ha intenzione di cambiare bandiera. Per scegliere il nuovo vessillo che potrebbe andare a sostituire la vecchia bandiera, legata forse a troppi simboli dell'Impero Britannico, è stato indetto un concorso pubblico alla fine del quale sono state scelte quattro possibilità. Gli elettori neo-zelandesi saranno chiamati a scegliere con un referendum postale tra la fine di novembre e l'inizio di dicembre. A marzo 2016 infine la scelta se passare al nuovo vessillo o restare a quello vecchio.
    24 settembre. La Nuova Zelanda ha intenzione di cambiare bandiera. Per scegliere il nuovo vessillo che potrebbe andare a sostituire la vecchia bandiera, legata forse a troppi simboli dell'Impero Britannico, è stato indetto un concorso pubblico alla fine del quale sono state scelte quattro possibilità. Gli elettori neo-zelandesi saranno chiamati a scegliere con un referendum postale tra la fine di novembre e l'inizio di dicembre. A marzo 2016 infine la scelta se passare al nuovo vessillo o restare a quello vecchio.
  • La short list di quattro bandiere tra cui scegliere, selezione effettuata da una commissione di esperti, è stata però allargata a un quinto candidato, sostenuto da un ampio consenso popolare. Red Peak, il nome del design, è stato sostenuto da una petizione firmata da oltre 50mila cittadini, tanto che il Parlamento neozelandese ha deciso di includerlo tra le bandiere candidate
    ©ANSA
    La short list di quattro bandiere tra cui scegliere, selezione effettuata da una commissione di esperti, è stata però allargata a un quinto candidato, sostenuto da un ampio consenso popolare. Red Peak, il nome del design, è stato sostenuto da una petizione firmata da oltre 50mila cittadini, tanto che il Parlamento neozelandese ha deciso di includerlo tra le bandiere candidate
  • L'attuale bandiera neozelandese è composta dall'Union Jack, la bandiera del Regno Unito, incastonato su uno sfondo blu insieme alle quattro stelle della Croce del Sud. Una bandiera criticata per diversi motivi: da un lato è troppo forte il richiamo al passato coloniale del Paese, dall'altra non c'è nessun riferimento alla cultura Maori, la popolazione originaria delle isole. Secondo molti inoltre è troppo simile alla bandiera australiana.
    ©Getty Images
    L'attuale bandiera neozelandese è composta dall'Union Jack, la bandiera del Regno Unito, incastonato su uno sfondo blu insieme alle quattro stelle della Croce del Sud. Una bandiera criticata per diversi motivi: da un lato è troppo forte il richiamo al passato coloniale del Paese, dall'altra non c'è nessun riferimento alla cultura Maori, la popolazione originaria delle isole. Secondo molti inoltre è troppo simile alla bandiera australiana.
  • Le quattro bandiere candidate presentano molte similitudini tra di loro. In molte compare la felce, uno dei simboli del Paese, impressa anche sulle magliette della nazionale di Rugby. Non mancano inoltre le quattro stelle della Croce del sud.
    ©ANSA
    Le quattro bandiere candidate presentano molte similitudini tra di loro. In molte compare la felce, uno dei simboli del Paese, impressa anche sulle magliette della nazionale di Rugby. Non mancano inoltre le quattro stelle della Croce del sud.
  • La felce rappresenta inoltre un richiamo al passato indigeno dell'Isola.
    ©ANSA
    La felce rappresenta inoltre un richiamo al passato indigeno dell'Isola.
  • Molto forte il richiamo alla cultura Maori in questa bandiera candidata, chiamata Koru, che rappresenta un'onda, un elemento molto presente nella simbologia indigena.
    ©ANSA
    Molto forte il richiamo alla cultura Maori in questa bandiera candidata, chiamata Koru, che rappresenta un'onda, un elemento molto presente nella simbologia indigena.
  • Silver Fern, questo il nome della bandiera candidata che mostra il design più semplice.
    ©ANSA
    Silver Fern, questo il nome della bandiera candidata che mostra il design più semplice.
  • Alcune delle bandiere che erano state proposte ma che sono state scartate dalla commissione selezionatrice.
    ©ANSA
    Alcune delle bandiere che erano state proposte ma che sono state scartate dalla commissione selezionatrice.
  • Alcune delle bandiere che erano state proposte ma che sono state scartate dalla commissione selezionatrice.
    ©ANSA
    Alcune delle bandiere che erano state proposte ma che sono state scartate dalla commissione selezionatrice.
  • La vincitrice finale di un referendum, che si terrà a novembre, sara' sottoposta a referendum nazionale nel marzo del 2016. E molti accusano il premier John Key di spendere soldi pubblici (si parla di 16 milioni in dollari Usa) inutilmente, distraendo l'opinione pubblica da altri problemi.
    ©ANSA
    La vincitrice finale di un referendum, che si terrà a novembre, sara' sottoposta a referendum nazionale nel marzo del 2016. E molti accusano il premier John Key di spendere soldi pubblici (si parla di 16 milioni in dollari Usa) inutilmente, distraendo l'opinione pubblica da altri problemi.