Getty premia i migliori fotoreporter su Instagram

La nota agenzia fotografica ha annunciato i vincitori del nuovo programma di grant lanciato insieme alla piattaforma di photo-sharing. Dal Bangladesh alla Russia, passando per il Messico, ecco gli scatti che documentano le storie di cui si parla poco. LE FOTO

  • Il Getty Images Instagram Grant ha selezionato i tre utenti Instagram che riceveranno un gran da 10.000 dollari e la mentorship di noti foto-reporter per portare avanti i loro lavori giornalistici incentrati su comunità poco rappresentate sui media - Il sito del premio
  • Uno dei tre vincitori del grant è Ismail Ferdous, fotografo del Bangladesh che usa Instagram per coprire storie umanitarie nel suo paese. Photo credit: Tashfia Afrin - L’account Instagram di Ismail Ferdous
  • Ismail Ferdous ha vinto il premio di Getty per la sua serie “After Rana Plaza” che racconta la vita dei familiari delle vittime del crollo del noto edificio commerciale di Dacca nel 2013. Credit: Ismail Ferdous/Getty Images Instagram Grant Recipient 2015 - Bangladesh, salvata dopo 17 giorni sotto le macerie
  • Il Rana Plaza era un edificio di otto piani crollato il 24 Aprile 2013. Al suo interno c’erano diverse fabbriche di abbigliamento che producevano capi per le multinazionali occidentali. Credit: Ismail Ferdous/Getty Images Instagram Grant Recipient 2015 - Stati Uniti senza filtri su Instagram
  • Ismail Ferdous continua a usare Instagram per tenere alta l’attenzione sull’industria della moda e i suoi effetti negativi sui lavoratori in Bangladesh. Credit: Ismail Ferdous/Getty Images Instagram Grant Recipient 2015 - Guarda anche: National Geographic, i fotoreporter su Instagram: storify
  • Dmitry Markov, altro vincitore della prima edizione del Getty Images Instagram Grant. E’ un fotografo russo che vive nella città di Pskov dove lavora con i bambini disabili e orfani. Credit: Dmitry Markov - L’account Instagram di Dmitry Markov
  • L’account Instagram di Dmitry Markov documenta la realtà che incontra ogni giorno, a cominciare dai centri per orfani e bambini disabili, ma anche fabbriche, mercati, scuole. Credit: Dmitry Markov/Getty Images Instagram Grant Recipient 2015 - Everyday Middle East, il Medio Oriente inedito su Instagram
  • Dmitry Markov ha spiegato che il suo obiettivo è “aiutare i bambini orfani che spesso vengono dimenticati (…) spingendo la società a guardare a questi problemi in maniera più umana”. Credit: Dmitry Markov/Getty Images Instagram Grant Recipient 2015 - #whereartthou, fotografando l'arte su Instagram
  • “Instagram mi ha permesso di condividere le mie fotografie in maniera istantanea, esponendo quelle storie e quelle situazioni su cui molti, inclusi gli amministratori della mia città, spesso chiudono un occhio”. Credit: Dmitry Markov/Getty Images Instagram Grant Recipient 2015 - Usa 2016, se la sfida è anche su Instagram
  • Terza vincitrice è Adriana Zehbrauskas, nata a Sao Paulo (Brasile) e da 10 anni residente a Mexico City, dove copre tematiche relative alla guerra della droga, la migrazione e la religione. Credit: Dario Lopez-Mills - Baltimora, il fotografo che racconta la protesta sui social
  • Adriana Zehbrauskas ha lavorato da vicino con i familiari dei 43 studenti della Ayotzinapa Rural Teachers School scomparsi lo scorso settembre. Credit: Adriana Zehbrauskas/Getty Images Instagram Grant Recipient 2015 - Messico, 43 ritratti per gli studenti rapiti a Iguala
  • Con i proventi del premio Adriana Zehbrauskas intende creare una serie di “studio mobili” nelle piazze e nelle chiese locali per raggruppare le famiglie dei ragazzi scomparsi. Credit: Adriana Zehbrauskas/Getty Images Instagram Grant Recipient 2015 - Guerra in Siria, #WhatDoesItTake: prosegue la campagna Onu
  • “L’uso di Instagram è cresciuto lentamente. All’inizio era solo uno spazio di sperimentazione e non avevo regole. Era un’estensione della libertà che avevo provato usando un telefono per riprendere cose che normalmente non avrei mai fotografato”. Credit: Adriana Zehbrauskas/Getty Images Instagram Grant Recipient 2015 - MobilePhotoNow, la più grande mostra di scatti da smartphone