Budapest, migranti assaltano treni: la partenza dopo ore di attesa

La polizia ungherese ha smesso di presidiare la stazione di Keleti. I profughi si sono riversati su due convogli fermi. I mezzi son partiti verso la città di Sopron, vicino al confine con l'Austria, fermandosi a Bicske e Gyor. Il premier Orban ha annunciato: "Dal 15 settembre riprenderemo il controllo delle frontiere". FOTO - IL LIVEBLOG

  • Migliaia di migranti si sono riversati nella stazione di Budapest dopo che la polizia ha tolto il blocco e in centinaia hanno dato l'assalto a due treni fermi ad un binario e diretti alla frontiera ovest. Gli altoparlanti hanno diffuso per ore annunci che non sarebbero partiti treni diretti in Europa occidentale -
    ©Getty Images
    Migliaia di migranti si sono riversati nella stazione di Budapest dopo che la polizia ha tolto il blocco e in centinaia hanno dato l'assalto a due treni fermi ad un binario e diretti alla frontiera ovest. Gli altoparlanti hanno diffuso per ore annunci che non sarebbero partiti treni diretti in Europa occidentale - Budapest, migranti all'assalto di treni che non partiranno
  • In mattinata i migranti si sono riversati nella stazione di Budapest non più presidiata dalla polizia. I treni presi d'assalto son partiti dopo ore di attesa diretti a Sopron, al confine con l'Austria ma si son fermati a Bicske e Gyor, dove ci sono dei campi profughi -
    ©Getty Images
    In mattinata i migranti si sono riversati nella stazione di Budapest non più presidiata dalla polizia. I treni presi d'assalto son partiti dopo ore di attesa diretti a Sopron, al confine con l'Austria ma si son fermati a Bicske e Gyor, dove ci sono dei campi profughi - Orban: migranti sono problema tedesco
  • Dalle prime ore del mattino la polizia ungherese ha tolto il doppio cordone davanti alla stazione ferroviaria Keleti e i migranti hanno subito invaso la sala grande. Nello stesso tempo, la direzione delle ferrovie ha annunciato il blocco di tutti i treni internazionali -
    ©Getty Images
    Dalle prime ore del mattino la polizia ungherese ha tolto il doppio cordone davanti alla stazione ferroviaria Keleti e i migranti hanno subito invaso la sala grande. Nello stesso tempo, la direzione delle ferrovie ha annunciato il blocco di tutti i treni internazionali - Budapest, migranti all'assalto di treni che non partiranno
  • Nonostante gli annunci, i migranti si sono riversati in massa su due treni destinati ad una linea interna, diretti verso la frontiera ovest, a Sopron -
    ©Getty Images
    Nonostante gli annunci, i migranti si sono riversati in massa su due treni destinati ad una linea interna, diretti verso la frontiera ovest, a Sopron - Lo speciale migranti
  • Molti migranti si sono aggrappati alle porte dei vagoni non potendo entrare, ed invaso anche la banchina lungo i treni fermi. I migranti dicono ai giornalisti che con questi treni raggiungeranno la Germania. Invece sono stati bloccati prima del confine nei campi profughi -
    ©Getty Images
    Molti migranti si sono aggrappati alle porte dei vagoni non potendo entrare, ed invaso anche la banchina lungo i treni fermi. I migranti dicono ai giornalisti che con questi treni raggiungeranno la Germania. Invece sono stati bloccati prima del confine nei campi profughi - Budapest, migranti all'assalto di treni che non partiranno
  • La polizia ha cercato di convincere i migranti a desistere dall'idea di andare in Europa occidentale. "E' meglio accettare di andare nei campi di rifugiati in questo paese. Viaggiare è impossibile senza visto per la Germania", viene ripetuto in arabo e in inglese da altoparlanti -
    ©Getty Images
    La polizia ha cercato di convincere i migranti a desistere dall'idea di andare in Europa occidentale. "E' meglio accettare di andare nei campi di rifugiati in questo paese. Viaggiare è impossibile senza visto per la Germania", viene ripetuto in arabo e in inglese da altoparlanti - Budapest, treni vietati ai migranti. E la protesta continua. FOTO
  • Il treno diretto a Sopron (Ungheria occidentale), invaso questa mattina dai profughi ha lasciato la stazione della capitale magiara alle 11.18. I migranti sperano di poter attraversare il confine con l'Austria e poi proseguire il viaggio verso la Germania -
    ©Getty Images
    Il treno diretto a Sopron (Ungheria occidentale), invaso questa mattina dai profughi ha lasciato la stazione della capitale magiara alle 11.18. I migranti sperano di poter attraversare il confine con l'Austria e poi proseguire il viaggio verso la Germania - Budapest, migranti all'assalto di treni che non partiranno
  • Il treno carico di migranti è partito verso la città di Sopron (Ungheria ovest), vicino al confine con l'Austria. Sul treno sono saliti anche poliziotti che controlleranno i documenti dei passeggeri. I migranti senza registrazione o visto saranno fatti scendere alle fermate e trasferiti in campi in Ungheria -
    ©Getty Images
    Il treno carico di migranti è partito verso la città di Sopron (Ungheria ovest), vicino al confine con l'Austria. Sul treno sono saliti anche poliziotti che controlleranno i documenti dei passeggeri. I migranti senza registrazione o visto saranno fatti scendere alle fermate e trasferiti in campi in Ungheria - Orban: migranti sono problema tedesco
  • Il premier ungherese Viktor Orban da Bruxelles ha dichiarato che "nessuno può lasciare l'Ungheria senza essere stato registrato. Non si tratta di una strategia ma di applicazione delle leggi e delle regole europee. La difesa dei confini esterni non è una scelta ma è previsto dalla legge", ha detto Orban. "Noi stiamo difendendo il trattato di Schengen. Stiamo difendendo l'Europa" -
    ©Getty Images
    Il premier ungherese Viktor Orban da Bruxelles ha dichiarato che "nessuno può lasciare l'Ungheria senza essere stato registrato. Non si tratta di una strategia ma di applicazione delle leggi e delle regole europee. La difesa dei confini esterni non è una scelta ma è previsto dalla legge", ha detto Orban. "Noi stiamo difendendo il trattato di Schengen. Stiamo difendendo l'Europa" - Budapest, migranti all'assalto di treni che non partiranno
  • Il premier ungherese ha annunciato che "a partire dal 15 settembre, passo dopo passo", verrà ripreso "il controllo delle frontiere. Ora c'è una settimana in cui informeremo tutti sulle nuove regole" e dopo - ha avvertito - le metteremo in pratica" -
    ©Getty Images
    Il premier ungherese ha annunciato che "a partire dal 15 settembre, passo dopo passo", verrà ripreso "il controllo delle frontiere. Ora c'è una settimana in cui informeremo tutti sulle nuove regole" e dopo - ha avvertito - le metteremo in pratica" - Migranti, caos a Budapest. L’Ungheria accusa la Merkel