Cina, 12 persone arrestate per le esplosioni a Tianjin

Arrivano i primi provvedimenti in seguito alla strage che ha ucciso più di cento persone e devastato l’area del porto della città situata nel nord del paese. In manette anche alcuni manager della società Tianjin International Ruihai Logistics, accusati di stoccaggio illegale di materiali pericolosi: LE FOTO

  • La polizia cinese ha arrestato 12 persone in relazione alle esplosioni che ha Tianjin hanno ucciso 139 persone e devastato l'area del porto - L'inferno di fuoco a Tianjin
  • Lo riporta l'agenzia di stampa Nuova Cina citando il Ministero della Sicurezza pubblica - L'inferno di fuoco a Tianjin
  • Tra gli arrestati anche il presidente della Tianjin International Ruihai Logistics, Yu Xuewei, il vice presidente Dong Shexuan e tre vicedirettori generali - L'inferno di fuoco a Tianjin
  • La polizia afferma che la società e le persone arrestate sono sospettati di stoccaggio illegale di materiali pericolosi - L'inferno di fuoco a Tianjin