Ungheria, polizia schierata contro i profughi. FOTO

Al confine con la Serbia arrivate migliaia di persone che vogliono raggiungere la Germania e i Paesi del Nord Europa. Le forze dell'ordine usano i lacrimogeni contro i profughi siriani. Barriera superata da più di 2mila persone. VIDEO - LA STORIA DI MARWAN - IN VIAGGIO CON I MIGRANTI

  • ©Getty Images
    26 agosto. Sale la tensione al confine tra la Serbia e l'Ungheria, dove sono arrivati migliaia di migranti transitati in Macedonia pochi giorni fa. Budapest ha creato una barriera di filo spinato lungo la frontiera per impedire l'accesso dei migranti, ma il "muro" non impedisce a molte persone di passare. Nel corso della giornata sono scoppiati scontri e tafferugli tra i migranti e le forze dell'ordine. Secondo quanto riportato dalla Bbc, la polizia ungherese ha lanciato gas lacrimogeni contro i profughi siriani nell'affollato campo d'accoglienza di Roszke, presso la frontiera con la Serbia. Gli scontri sono scoppiati dopo il rifiuto dei migranti di farsi registrare e prendere le impronte digitali. I profughi temono che così facendo sarebbero costretti a chiedere asilo a Budapest, mentre il loro obiettivo è raggiungere il Nord Europa e soprattutto la Germania - Lo speciale migranti
  • ©Getty Images
    I migranti stanno marciando sulla rotta dei binari della ferrovia Subotica (Serbia)-Szeged (Ungheria sud), o semplicemente alzano con mezzi di fortuna il filo spinato per passare. Da martedì sarebbero oltre duemila le persone che sono riuscite ad aggirare i blocchi creati dal governo di Budapest. Il premier Viktor Orban ha creato un nuovo corpo speciale, formato da 2mila agenti per pattugliare il confine. Il capo della polizia Karoly Papp ha assicurato ai giornalisti che "non avranno l'ordine di sparare", mentre il portavoce del governo Zoltan Kovacs ha detto che si sta valutando l'uso dell'esercito - Lo speciale migranti
  • ©Getty Images
    Tafferugli tra polizia e migranti sono scoppiati anche nella sera di martedì vicino al centro di accoglienza di Roeszke (Ungheria sud), sull'autostrada. La tensione è scoppiata quando la polizia ha radunato con megafoni 300-400 migranti per farli salire su pullman, e alcuni si sono rifiutati di seguire gli ordini. Alla fine tutti i rifugiati sono saliti sui pullman - Lo speciale migranti
  • ©Getty Images
    Fuggiti dagli orrori della guerra, migliaia di siriani sono sbarcati sulle isole greche provenienti dalla Turchia. Il loro cammino verso l'Europa settentrionale procede poi attraverso Macedonia, Serbia e Ungheria - Lo speciale migranti
  • ©Getty Images
    I paesi ambiti dai migranti sono soprattutto Germania, Austria, Svezia, Norvegia e Paesi Bassi - Lo speciale migranti
  • ©Getty Images
    Migranti sul confine tra Serbia e Ungheria - Lo speciale migranti