Esplosioni in un deposito industriale: inferno di fuoco a Tianjin. FOTO

Sono decine le vittime degli incendi cha hanno devastato la città portuale nel nord-est della Cina. Tra queste ci sono anche i pompieri. Centinaia i feriti. Alcuni residenti hanno raccontato di aver pensato ad un terremoto, altri addirittura ad una deflagrazione atomica. IL VIDEO - IL RACCONTO DI UN ITALIANO

  • ©Getty Images
    Un cimitero di auto carbonizzate a Tianjin, dove un'esplosione in un deposito industriale ha causato oltre 50 morti e più di 700 feriti - - Leggi l'articolo
  • ©Getty Images
    Ci sono anche 21 persone disperse - in grande maggioranza vigili del fuoco - oltre ai 700 feriti ricoverati in dieci ospedali della città portuale, 71 dei quali in condizioni gravi. Ad assistere i feriti, riferiscono i media cinesi, ci sono diecimila medici e infermieri - - Leggi l'articolo
  • ©Getty Images
    Ancora non sono state individuate le cause dell'incendio che ha provocato le esplosioni raggiungendo un magazzino di materiale chimico "pericoloso" della Ruihai International Logistic, una compagnia nata nel 2011 per importare ed esportare materiale chimico e di altro tipo - - Leggi l'articolo
  • ©Getty Images
    Le testimonianze dei residenti della metropoli sono agghiaccianti. Alcuni hanno affermato di aver pensato ad un terremoto, altri addirittura a un'esplosione nucleare. Le immagini girate con i telefoni cellulari e diffuse su Internet mostrano un'esplosione che per un attimo illumina a giorno una vasta zona della metropoli e in seguito assume una forma non molto diversa da quella di un fungo atomico - - Leggi l'articolo
  • ©Getty Images
    Buona parte delle vittime - almeno una dozzina, oltre a 18 dispersi - erano parte del contingente di mille pompieri, in gran parte giovani, inviati sul posto dalle autorità locali. Reparti dell'esercito specializzati nelle emergenze atomiche e chimiche sono stati chiamati ad affiancare i vigili del fuoco che stanno ancora combattendo con le fiamme - - Leggi l'articolo
  • E' salito ad almeno 50 morti, tra cui 12 pompieri, il bilancio di due forti esplosioni avvenute intorno a mezzanotte nella città portuale cinese di Tianjin - Leggi l'articolo
  • Le esplosioni sono avvenute in un deposito di "merci chimiche e pericolose" - Leggi l'articolo
  • Per adesso il lavoro di spegnimento delle fiamme è sospeso poiché non è chiaro quante "merci pericolose" siano presenti nell'area - Leggi l'articolo
  • Il dramma è iniziato alle 23.30 di mercoledì, quando una serie di esplosioni si sono verificate nel quartiere di Tanggu, vicino al porto della metropoli, che si trova a poco più di cento km dalla capitale Pechino ed è il più importante della Cina settentrionale - Leggi l'articolo
  • Le esplosioni sono state avvertite in tutte le aree della metropoli, che ha 15 milioni di abitanti - Leggi l'articolo
  • Alcuni residenti hanno raccontato di aver pensato ad un terremoto, altri addirittura ad un'esplosione atomica - Leggi l'articolo
  • I feriti sono centinaia. Tra le vittime ci sono anche 12 pompieri - Leggi l'articolo