Alluvioni in Myanmar: 46 morti e 200 mila senza una casa. FOTO

Le piogge monsoniche di forte intensità hanno causato piene e frane che hanno distrutto abitazioni, colture, ponti e strade. Più colpita è la regione centro-occidentale del Paese, dove è stato dichiarato lo stato di calamità naturale. Anche in India, Nepal, Pakistan e Vietnam nei giorni scorsi si sono contati centinaia di morti per il maltempo. GALLERY
 

  • Un'immagine delle alluvioni in Myanmar
  • In Myanmar (la vecchia Birmania) le autorità hanno dichiarato lo stato di calamità in quattro distretti occidentali
  • Le piogge torrenziali, che durano da alcune settimane e che non si registravano da decenni con una simile intensità, hanno causato inondazioni e frane nella maggior parte del Paese asiatico
  • Purtroppo le abbondanti precipitazioni, che secondo i meteorologi, continueranno ancora nei prossimi giorni, stanno rallentando i soccorsi nelle zone alluvionate
  • Anche in India, Nepal, Pakistan e Vietnam nei giorni scorsi si sono contati centinaia di morti per le alluvioni
  • Centinaia di villaggi sono inondati e decine di migliaia di persone sono state costrette a lasciare le case per rifugiarsi su alture o in campi di accoglienza
  • Le alluvioni che hanno colpito il Myanmar hanno causato almeno 46 vittime
  • Oltre 200.000 persone sono rimaste senza casa, secondo quanto riferisce la Protezione civile locale