Tunisia, moschee chiuse e turisti in fuga dopo la strage

Il Paese nordafricano è blindato dopo l’attacco al resort di Sousse che ha causato 38 morti. Il governo ha chiuso 80 luoghi di culto islamico. Negli ospedali tanti tunisini donano il sangue. Migliaia di persone in vacanza stanno rimpatriando. LIVEBLOG