Voto Turchia, l'Akp di Erdogan perde la maggioranza assoluta

Si è votato in 81 province per eleggere i 550 membri del Parlamento. Il partito filo curdo Hdp supera la soglia di sbarramento del 10%: festa in strada. Alta l'affluenza. Vigilia di tensione. FOTO
  • Recep Tayyip Erdogan perde la maggioranza assoluta per la prima volta dopo 13 anni e i curdi entrano in Parlamento
  • I 53,7 milioni di votanti hanno decretato l'ingresso del partito filo curdo dell'HDP che ha superato la soglia di sbarramento del 10%
  • Si è votato in Turchia per le elezioni politiche. L'Akp, il partito del presidente Recep Tayyip Erdogan, ha perso la maggioranza assoluta - Vigilia delle elezioni carica di tensione
  • Vari scenari ora sono possibili. Erdogan può cercare di promuovere un governo di minoranza dell'Akp guidato dal premier uscente Ahmet Davutoglu fino a elezioni anticipate
  • Erdogan può anche cercare di promuovere un'intesa con uno dei tre partiti di opposizione. Il piu' probabile candidato sarebbe il Mhp. Ma prima del voto i tre partiti di opposizione hanno escluso ogni alleanza con l'Akp
  • Erdogan aveva chiesto un voto massiccio per il suo partito di ispirazione islamica Akp al potere dal 2002, per poter riformare la Costituzione e creare una repubblica presidenziale
  • Si è votato in 81 province per eleggere i 550 membri del Parlamento unicamerale. La maggioranza assoluta si ottiene con 276 seggi (la metà dei deputati più uno)
  • "La democrazia ha vinto, la Turchia ha vinto" ha commentato il leader del principale partito di opposizione Chp, Kemal Kilicdaroglu sui risultati delle elezioni
  • La vigilia è stata macchiata dalla violenza, con 4 morti per una bomba al comizio di un partito filo-curdo - Le foto dell'attentato
  • Un trionfo di Erdogan avrebbe potuto aprire la strada a un presidenzialismo forte con un aumento dei poteri della polizia a discapito della magistratura e un giro di vite sui media, su Internet e sulla stessa Banca centrale
  • Gente ai seggi