Papa Francesco: "Welfare non è costo, ma infrastruttura"

"Aiutare le persone sotto la soglia di povertà porta benefici a tutta la società" ammonisce il Pontefice durante l'udienza con le Acli. Poi invita a "non tarpare le ali ai giovani" e ricorda il tasso di disoccupazione giovanile in Italia. La gallery
  • 23 maggio. "E' una importante battaglia culturale quella di considerare il welfare una infrastruttura dello sviluppo e non un costo", ha detto Papa Francesco nel corso dell'udienza nell'aula Paolo VI - Tutte le foto del pontificato di Bergoglio
  • "La proposta di un sostegno non solo economico alle persone al di sotto della soglia di povertà assoluta, che anche in Italia sono aumentate negli ultimi anni, può portare benefici a tutta la società", ha ricordato il Pontefice incontrando le Acli - Tutte le foto del pontificato di Bergoglio
  • Parlando della lotta alla povertà e dell'impoverimento dei ceti medi, Papa Francesco ha sottolineato anche che "va evitato che nella povertà scivolino coloro che fino a ieri vivevano una vita dignitosa" - Tutte le foto del pontificato di Bergoglio
  • "Basta un niente oggi per diventare poveri - ha ricordato il Papa - la perdita del lavoro, un anziano non più autosufficiente, una malattia in famiglia, persino - pensate il terribile paradosso - la nascita di un figlio" - Tutte le foto del pontificato di Bergoglio
  • "Voi potete fare da coordinamento e da motore dell"Alleanza nuova contro la povertà", che si propone di sviluppare un piano nazionale per il lavoro decente e dignitoso", ha aggiunto rivolgendosi alle Acli - Tutte le foto del pontificato di Bergoglio
  • Non tarpare le ali ai giovani, è stato poi il monito del Papa, che ha ricordato come in Italia, "questa terra tanto generosa il 40/45 per cento dei giovani non hanno lavoro" - Tutte le foto del pontificato di Bergoglio