Yarmouk, accordo Assad-Olp per cacciare Isis. LE FOTO

Sarebbe stata raggiunta a Damasco un'intesa tra il governo siriano, l'ala armata locale di Hamas e l'Organizzazione per la liberazione della Palestina per combattere i jihadisti dello Stato islamico. Nel campo profughi continua l'emergenza umanitaria
  • Il regime siriano, l’ala armata locale di Hamas e le milizie dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp): tre entità, da anni in rotta tra loro, unite per combattere un nemico comune, l’Isis, e liberare il campo profughi di Yarmouk –
    Il regime siriano, l’ala armata locale di Hamas e le milizie dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp): tre entità, da anni in rotta tra loro, unite per combattere un nemico comune, l’Isis, e liberare il campo profughi di Yarmouk – Siria, inferno a Yarmouk: 3.500 bambini in trappola
  • I jihadisti dello Stato islamico sono ormai presenti in forze nel campo profughi di Yarmuk, a Damasco, abitato principalmente da palestinesi. È dal primo aprile che le milizie di Isis e Al Nusra hanno preso il controllo della zona -
    I jihadisti dello Stato islamico sono ormai presenti in forze nel campo profughi di Yarmuk, a Damasco, abitato principalmente da palestinesi. È dal primo aprile che le milizie di Isis e Al Nusra hanno preso il controllo della zona - Cosa sta succedendo a Yarmouk: VIDEO
  • L’accordo raggiunto a Damasco tra Olp e governo siriano, secondo quanto riferito dall'inviato palestinese Ahmad Majdalani, sarebbe tattico e non strategico e sarebbe solo finalizzato a fermare l’avanzata dell’Isis –
    L’accordo raggiunto a Damasco tra Olp e governo siriano, secondo quanto riferito dall'inviato palestinese Ahmad Majdalani, sarebbe tattico e non strategico e sarebbe solo finalizzato a fermare l’avanzata dell’Isis – Siria, l'Isis occupa un campo profughi a Damasco
  • Da giorni, inoltre, era emerso che il regime di Damasco forniva con l'aviazione copertura aerea ai miliziani di Hamas che tentano di opporsi all'avanzata dello Stato islamico –
    Da giorni, inoltre, era emerso che il regime di Damasco forniva con l'aviazione copertura aerea ai miliziani di Hamas che tentano di opporsi all'avanzata dello Stato islamico – Siria: i profughi in fila per il cibo a Yarmouk. FOTO
  • “Tra gli orrori della Siria, il campo profughi di Yarmouk è il cerchio più profondo dell'inferno”, ha detto Ban Ki-Moon, segretario generale Onu. E ancora: “È tempo di un’azione concertata per salvare vite umane. Non possiamo stare a guardare” –
    “Tra gli orrori della Siria, il campo profughi di Yarmouk è il cerchio più profondo dell'inferno”, ha detto Ban Ki-Moon, segretario generale Onu. E ancora: “È tempo di un’azione concertata per salvare vite umane. Non possiamo stare a guardare” – La Siria al buio: come la guerra spegne un Paese. LE FOTO
  • “È una vergogna che se ne parli solo adesso che l’Isis è entrato nell'area, quando da tempo la gente vive affamata e in mezzo agli stenti. Era una tragedia sotto gli occhi di tutti”, accusa da Damasco il nunzio apostolico Mario Zenari -
    “È una vergogna che se ne parli solo adesso che l’Isis è entrato nell'area, quando da tempo la gente vive affamata e in mezzo agli stenti. Era una tragedia sotto gli occhi di tutti”, accusa da Damasco il nunzio apostolico Mario Zenari - Da Tikrit a Khorsabad, la furia dell'Isis che devasta l'arte
  • A Yarmouk mancano i servizi elementari: acqua, elettricità, fognature. Le abitazioni sono quasi tutte devastate dai bombardamenti e la situazione alimentare è stata definita “tragica”. Le persone intrappolate sarebbero circa 18mila, tra cui 3.500 minori -
    A Yarmouk mancano i servizi elementari: acqua, elettricità, fognature. Le abitazioni sono quasi tutte devastate dai bombardamenti e la situazione alimentare è stata definita “tragica”. Le persone intrappolate sarebbero circa 18mila, tra cui 3.500 minori - Isis: la minaccia jihadista e la lotta al terrore
  • Le associazioni internazionali hanno da giorni lanciato l’allarme. Amnesty parla di civili “intrappolati tra bombe e cecchini”. L’emergenza umanitaria è resa ancora più grave dal fatto che le Onlus non riescono a rifornire la zona –
    Le associazioni internazionali hanno da giorni lanciato l’allarme. Amnesty parla di civili “intrappolati tra bombe e cecchini”. L’emergenza umanitaria è resa ancora più grave dal fatto che le Onlus non riescono a rifornire la zona – Il comunicato di Amnesty International
  • Anche Save the children punta l’attenzione sui bambini senza “cibo, acqua e assistenza medica”. I jihadisti controllerebbero circa l’80 per cento del campo, che fino a due anni fa ospitava oltre 150mila profughi –
    Anche Save the children punta l’attenzione sui bambini senza “cibo, acqua e assistenza medica”. I jihadisti controllerebbero circa l’80 per cento del campo, che fino a due anni fa ospitava oltre 150mila profughi – Il comunicato di Save the children
  • “L'inferno esiste e si chiama Yarmouk”, aveva twittato giorni fa l'Unicef. E ancora, in riferimento al massacro di 8mila musulmani in Bosnia nel 1995: “È una nuova Srebrenica”. Il nostro governo ha annunciato lo stanziamento di “1,5 milioni di euro” -
    “L'inferno esiste e si chiama Yarmouk”, aveva twittato giorni fa l'Unicef. E ancora, in riferimento al massacro di 8mila musulmani in Bosnia nel 1995: “È una nuova Srebrenica”. Il nostro governo ha annunciato lo stanziamento di “1,5 milioni di euro” - Il comunicato dell'Unicef