Singapore piange Lee Kuan Yew, il padre della patria. FOTO

Lo storico leader è morto di polmonite a 91 anni. Ammirato, criticato, ma comunque indiscusso artefice dell'incredibile trasformazione della città-Stato del sud-est asiatico da sottosviluppato avamposto tropicale a centro di modernità ed efficienza
  • Lo storico leader di Singapore, Lee Kuan Yew, è morto il 22 marzo a 91 anni. Fondatore della Singapore moderna, è stato l'artefice del miracolo economico dopo l'indipendenza negli anni Sessanta -
    Lo storico leader di Singapore, Lee Kuan Yew, è morto il 22 marzo a 91 anni. Fondatore della Singapore moderna, è stato l'artefice del miracolo economico dopo l'indipendenza negli anni Sessanta -
  • Il funerale di Lee Kuan Yew si terrà domenica 29 marzo, e Singapore ha proclamato un lutto nazionale di sette giorni in seguito alla scomparsa del suo storico leader -
    Il funerale di Lee Kuan Yew si terrà domenica 29 marzo, e Singapore ha proclamato un lutto nazionale di sette giorni in seguito alla scomparsa del suo storico leader - Corea del Nord, nel 2011 l'addio a Kim Jong-il
  • Abusare dell'etichetta di "padre della patria" è facile. Ma nel caso di Singapore e del suo ex primo ministro Lee Kuan Yew, morto di polmonite all'età di 91 anni, l'espressione non potrebbe essere più meritata -
    Abusare dell'etichetta di "padre della patria" è facile. Ma nel caso di Singapore e del suo ex primo ministro Lee Kuan Yew, morto di polmonite all'età di 91 anni, l'espressione non potrebbe essere più meritata - Morto Kim Jong-il, la notizia sui media asiatici. FOTO
  • "Dal terzo mondo al primo", come intitolò una sua autobiografia: la storia della città-stato dopo l'indipendenza dalla Gran Bretagna è anche quella del suo storico leader -
    "Dal terzo mondo al primo", come intitolò una sua autobiografia: la storia della città-stato dopo l'indipendenza dalla Gran Bretagna è anche quella del suo storico leader - Kim Jong-il, i diciassette anni di dittatura del Caro Leader
  • Ammirato, criticato, ma comunque indiscusso artefice dell'incredibile trasformazione di Singapore da sottosviluppato avamposto tropicale a centro di modernità ed efficienza nell'Asia -
    Ammirato, criticato, ma comunque indiscusso artefice dell'incredibile trasformazione di Singapore da sottosviluppato avamposto tropicale a centro di modernità ed efficienza nell'Asia -
  • Il "modello Lee" - poca ideologia, tanto buon senso e duro lavoro - fece decollare l'economia della nuova repubblica. Ma aveva anche un lato oscuro: la sistematica persecuzione del dissenso e dei rivali politici, nonchè una censura mediatica capillare. Un
    Il "modello Lee" - poca ideologia, tanto buon senso e duro lavoro - fece decollare l'economia della nuova repubblica. Ma aveva anche un lato oscuro: la sistematica persecuzione del dissenso e dei rivali politici, nonchè una censura mediatica capillare. Un Kim Jong-il, i diciassette anni di dittatura del Caro Leader
  • L'Occidente da un lato ammirava tale sviluppo frenetico, dall'altro derideva Singapore per il suo consumismo, la sua popolazione apolitica, le manie d'ordine e i mille divieti (come quello di masticare chewing-gum) -
    L'Occidente da un lato ammirava tale sviluppo frenetico, dall'altro derideva Singapore per il suo consumismo, la sua popolazione apolitica, le manie d'ordine e i mille divieti (come quello di masticare chewing-gum) - Time: i 10 capi di Stato più influenti del 2013
  • Alla città -stato furono appiccicate etichette come "Svizzera d'Asia" oppure "Disneyland con la pena di morte", come la defini' un famoso articolo di "Wired" dei primi anni Novanta -
    Alla città -stato furono appiccicate etichette come "Svizzera d'Asia" oppure "Disneyland con la pena di morte", come la defini' un famoso articolo di "Wired" dei primi anni Novanta - Kim Jong-il, i diciassette anni di dittatura del Caro Leader
  • Lee guidò Singapore ininterrottamente fino al 1990. Ma ha sempre mantenuto una posizione di influenza anche dietro le quinte, tanto più che dal 2004 il premier è suo figlio Lee Hsien Loong -
    Lee guidò Singapore ininterrottamente fino al 1990. Ma ha sempre mantenuto una posizione di influenza anche dietro le quinte, tanto più che dal 2004 il premier è suo figlio Lee Hsien Loong - Corea del Nord, nel 2011 l'addio a Kim Jong-il