Il giorno dell'eclissi, come e dove osservare il "sole nero"

In Italia sarà parziale e, nuvole permettendo, potrà essere ammirata tra le 9.30 e le 11.30. Ecco le località dove si vedrà di più (Valle d’Aosta) e meno (Puglia), e i consigli per evitare i danni agli occhi. Occorre fare molta attenzione. FOTOGALLERY
  • Oggi venerdì 20 marzo, dalle 9,30 alle 11,30 (italiane) la Luna si troverà a passare tra Sole e Terra, causando un'eclissi totale di sole nell'emisfero boreale. In Italia l'eclissi sarà soltanto parziale. (Foto d'archivio) - La prima eclissi del 2014
  • In Italia il momento di massimo oscuramento si avrà intorno alle 10.30. Per assistere all'eclissi è necessario dotarsi di apposite lenti. Attenzione perché occhiali da sole, radiografie e vetri oscurati non limitano i danni agli occhi - Eclissi: oculisti, con osservazione diretta si rischia la vista
  • Anche chi osserverà l'eclissi con telescopi, cannocchiali o binocoli dovrà usare appositi filtri, per evitare il rischio di maculopatia fototraumatica derivante dalla vista diretta del Sole - Eclissi: oculisti, con osservazione diretta si rischia la vista
  • Dalle isole norvegesi Svalbaard la vista del sole sarà oscurata completamente - Credits: Nasa
  • Le isole Far Oer, arcipelago nel nord dell'oceano Atlantico tra la Scozia, la Norvegia e l'Islanda, sono le più vicine al momento culmine dell'eclissi, segnato con la freccia sulla mappa. Venerdì prossimo questo momento durerà circa 2 minuti e mezzo - Credits: UK Hydrografic Office
  • In Italia il fenomeno sarà visibile prima dalla Sardegna, e sarà più evidente nelle regioni nordoccidentali. Ad Aosta il 67% della superficie del sole sarà oscurato, in Puglia solo il 40% - Etna: l’eruzione del 14 giugno 2014
  • La Luna oscurerà la parte superiore della superficie del Sole, lasciando comparire solo uno spicchio in quella inferiore - La luna si tinge di rosso
  • In Italia la precedente eclissi parziale si è avuta nel 2011 (in Sicilia è stata quasi totale). L'ultima propriamente totale si è avuta nel 1961. Ecco il cono d'ombra sul nostro Paese durante l'incrocio di orbite del 20 marzo - Credits: UK Hydrografic Office
  • La prossima eclissi visibile dall'Italia – anche se solo parzialmente – avverrà il 21 giugno del 2020 e sarà anulare (foto): la luna si sovrapporrà al Sole ma, essendo più lontana dalla Terra, non ne oscurerà la parte più esterna - La superluna incanta i cieli del mondo
  • Un tempo l’eclissi incuteva timore. Dal XVII secolo non solo il fenomeno non fa più paura, ma affascina. Ecco un'illustrazione in occasione dell'eclissi di Londra, nel luglio 1748, con le infografiche dell'epoca - Fenomeni naturali: le foto più belle
  • 9 aprile 1921, lavoratori saliti sul tetto dell'ufficio per vedere l'eclisse totale con lenti oscurate - Pozzuoli, di notte al Vulcano Solfatara
  • Lenti protettive, telescopi e appostamenti in luoghi strategici non serviranno a nulla se il cielo sarà nuvoloso. In quel caso si potrà percepire solo un calo della luminosità intorno alle 10.30 - 2011, nebbia e nuvole oscurano l'eclissi