Nemtsov, il Cremlino: non era una minaccia per il potere

Da Obama a Merkel, passando per Hollande, Cameron e Palazzo Chigi arriva la condanna per il "barbaro omicidio" dello storico leader russo. Il portavoce di Putin ridimensiona il ruolo dell'ex vicepresidente di Eltsin: era un comune cittadino. FOTOGALLERY
  • 28 febbraio 2015 - Omicidio politico all'ombra del Cremlino: Boris Nemtsov, storico esponente liberale russo e oppositore irriducibile di Vladimir Putin, è stato ucciso a pochi passi dal Cremlino. E' stato vicepresidente con Boris Eltsin - La notizia
  • (foto del 4 luglio 2000) Putin stesso si è affrettato a condannare il delitto come "un crudele assassinio", ma ha parlato pure di "provocazione” - Nemtsov a SkyTG24 Economia nel 2009 - VIDEO
  • Nemtsov non rappresentava una minaccia a livello politico per Putin. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov. "Se prendiamo in considerazione il livello di popolarità di Putin", ha scritto, "allora Nemtsov era un comune cittadino" - Qui il tweet
  • I principali leader occidentali però hanno condannato l'assassinio di Boris Nemtsov, esortando il Cremlino a fare piena luce sul caso. Nemtsov, Sergio Romano: delitto da esasperato nazionalismo - VIDEO
  • "Gli Stati Uniti condannano il brutale assassinio di Boris Nemtsov, e chiedono al governo russo un'indagine imparziale e trasparente" per "portare coloro che ne sono responsabili davanti alla giustizia". Lo afferma il presidente Barack Obama in una nota La nota della White House
  • La nota del Quirinale: “Con Nemtsov scompare una figura significativa ed un autorevole esponente dell'opposizione in Russia. Il Capo dello Stato ha espresso l'auspicio che i colpevoli del gesto efferato possano presto essere assicurati alla giustizia” - Il comunicato
  • Il governo italiano "condanna nella maniera più ferma il barbaro omicidio di Boris Nemtsov e auspica un'indagine accurata che porti alla rapida individuazione e condanna dei responsabili". E' quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi
  • Il portavoce di Angel Merkel, Steffen Seibert, ha detto che la cancelliera è "costernata" dall'uccisione di Nemtsov. Ha condannato "il vile omicidio", sottolineando che Putin dovrebbe assicurarsi che i responsabili siano portati davanti alla giustizia Anna Zefesova: "Delitto Nemtsov mette in imbarazzo Putin"
  • Il premier David Cameron ha condannato il "disumano assassinio" del leader dell'opposizione in Russia, affermando che si deve indagare sull'omicidio in modo "pieno, rapido e trasparente" e che i "responsabili devono essere portati davanti alla giustizia" Ucciso Boris Nemtsov, uno dei principali oppositori di Putin
  • L'ufficio di Francois Hollande ha detto che il presidente francese "condanna l'odioso assassinio" di Nemtsov, "un coraggioso e infaticabile difensore della democrazia e un ostinato combattente contro la corruzione Nella foto, Nemtsov guida le proteste di piazza del dicembre 2011 per chiedere elezioni pulite
  • Il premier finlandese Alexander Stubb si è augurato che "la leadership politica ed il sistema giudiziario in Russia facciano il possibile per indagare sull'omicidio prontamente e in modo trasparente" - Putin, le parole di Nemtsov a SkyTG24 Economia nel 2009
  • "Era un ponte tra l'Ucraina e la Russia. Gli spari degli assassini lo hanno distrutto. Credo non per caso". E' così che il presidente ucraino Petro Poroshenko ricorda su Facebook Boris Nemtsov, uno dei leader dell'opposizione russa - "E' uno shock - scrive su Twitter - Sono certo che prima o poi il colpevole sarà punito"