Dalla Grecia al Venezuela, chi voterà nel 2015. FOTO

La prima di tutti sarà Atene, ma per restare alla sola Europa toccherà anche a Gran Bretagna, Portogallo e Spagna. E poi Israele ed Egitto in Medio Oriente, Argentina in Sud America. Ecco alcune delle date elettorali più importanti dell'anno
  • Grecia, Portogallo, Spagna. Vale a dire una buona fetta dei cosiddetti Pigs andranno alle elezioni quest'anno. Ma anche in Regno Unito, Argentina, Egitto e Israele gli elettori saranno chiamati alle urne. Ecco gli appuntamenti elettorali più significativi - Donne, i 10 momenti più importanti del 2014 secondo Time
  • Le elezioni più temute in Europa sono anche le prime. Il prossimo 25 gennaio la Grecia andrà al voto per le legislative. L'attuale primo ministro Antonis Samaras riuscirà a riconfermarsi? - Borse in profondo rosso, la Grecia spaventa i mercati
  • Il suo avversario più accreditato è il leader del partito di sinistra Syriza Alexis Tsipras. I sondaggi più recenti lo danno favorito - Crisi politica in Grecia, elezioni anticipate il 25 gennaio
  • Il terzo incomodo in questa tornata potrebbe essere un volto noto della politica greca, l'ex primo ministro George Papandreou che in occasione dell'imminente appuntamento ha fondato un nuovo partito - Grecia, crolla borsa e fa tremare l'Europa
  • Poche settimane dopo, il 14 febbraio per l'esattezza, sarà la volta della Nigeria dove il presidente Goodluck Jonathan cerca la rielezione. La preoccupazione generale riguarda il ruolo dei terroristi di Boko Haram durante la campagna elettorale - Nigeria, nuovo blitz di Boko Haram: 185 morti
  • Goodluck Jonathan sarà sfidato dall'ex dittatore militare Muhammadu Buhari, dal 2013 alla guida della coalizione chiamata All Progressive Congress - Malala in Nigeria per le ragazze rapite
  • Il 17 marzo andranno alle urne gli israeliani per il rinnovo della Knesset. Il primo ministro Benjamin Netanyahu cerca i voti per essere confermato capo di governo - Israele distrugge casa di un terrorista palestinese
  • Contro Netanyahu una coalizione che tiene insieme Tzipi Livni, attuale ministro della Giustizia e leader del partito HaTnuah, e Isaac Herzog, presidente del partito laburista - Gerusalemme, attentato a sinagoga: 6 morti
  • Sempre in Medio Oriente, il 21 marzo cominceranno le operazioni di voto per il rinnovo del parlamento egiziano che dovrebbero completare la fase politica di transizione del dopo-Mubarak - Egittpo, Mubarak prosciolto
  • A dirigere i fili delle operazioni politiche del Paese, ancora una volta, sarà il generale Abd al-Fattah al-Sisi, l'uomo più potente dell'Egitto - Egitto, 3 anni di rivoluzioni tradite
  • Il 7 maggio è una data da segnare nel calendario elettorale. Si vota per le legislative nel Regno Unito dove il primo ministro conservatore David Cameron cerca i voti per la riconferma a Downing Street - Nuovi re, gravidanze, tecnologia: un 2014 £reale”
  • Ed Milliband, leader del partito laburista, cercherà di conquistare la maggioranza in quella che, ad oggi, i sondaggisti annunciano come una delle elezioni dall'esito più incerto negli ultimi anni - Scozia, le reazioni al risultato dle referendum
  • Il 13 giugno, dice il calendario elettorale del 2015, si vota per il rinnovo del parlamento turco. Con Recep Erdogan presidente, la bandiera del Partito per la Giustizia e lo Sviluppo sarà tenuta dall'attuale primo ministro Ahmet Davutoglu - Il 2014 attraverso gli scatti di Getty
  • L'opposizione socialdemocratica del Partito della Repubblica popolare sarà guidata da Kemal Kilicdaroglu - Time incorona i combattenti contro l'Ebola
  • A luglio per trovare un elezione di rilievo bisogna attraversare l'atlantico e recarsi in Messico dove il Partito Rivoluzionario Istituzionale del presidente Enrique Pena Nieto cerca nuovi seggi in parlamento - Il 2014 su Facebook
  • A settembre si torna in Europa. Dopo la Grecia anche il Portogallo, al centro del dibattito economico, va alle urne. Tra i più interessati all'esito della tornata il primo ministro e leader del partito social-democratico Pedro Passos Coelho - Usa, Washington sotto la neve
  • Chi spera di mettergli il bastone tra le ruote è Antonio Costa, sindaco di Lisbona e leader del partito socialista - Stati Uniti, lo spettacolo del Grand Canyon innevato
  • Dopo due mandati consecutivi, Cristina Kirchner non si può (salvo emendamenti alla Costituzione dell'ultima ora) presentare come candidata presidente. Chi le succederà? Per saperlo bisognerà aspettare il 25 ottobre - Quando il ghiaccio è un'opera d'arte
  • Anche la Spagna, che fa parte di quei paesi dalle finanze problematiche che a volte vengono chiamati Pigs, va alle urne a dicembre. Mariano Rajoy e Pedro Sanchez i principali contententi - Da Sidney a Hong Kong, il mondo festeggia l'anno nuovo
  • A cercare di rompere le uova nel paniere al partito popolare e al partito socialista ci sarà Podemos, la forza di sinistra dalla carica anti-istituzionale guidata dal giovane Pablo Iglesias - Donne, i 10 momenti più importanti del 2014 secondo Time
  • L'anno elettorale si dovrebbe chiudere con le elezioni legislative in Venezuela, la cui data non è ancora stata stabilita. Il leader dell'opposizione Jesus Torrealba spera che sia l'inizio di una marcia oltre il chavismo - Il 2014 su Facebook
  • Dopo avere perso di poco la corsa presidenziale contro il successore di Hugo Chavez, Nicolas Maduro, Torrealba spera di ottenere un successo. Il calo di consensi di Maduro e il crollo del prezzo del petrolio sono dalla sua parte - Usa, Washington sotto la neve