Indonesia, aereo malese precipitato: "Non era autorizzato"

Per il governo indonesiano il velivolo AirAsia scomparso lo scorso 28 dicembre con 162 persone a bordo non avrebbe dovuto percorrere la rotta Surabaya-Singapore. Almeno 30 i corpi recuperati al largo dell'isola del Borneo. FOTO - VIDEO
  • Mentre proseguono le ricerche dei corpi emergono nuovi dettagli sul volo QZ8501 della compagnia aerea AirAsia scomparso lo scorso 28 dicembre nel Mar di Giava con 162 persone a bordo - Il video
  • Il volo non era autorizzato a volare lungo la rotta Surabaya-Singapore. Lo ha detto il portavoce del ministero dei Trasporti indonesiani J.A. Barata - La tragedia in volo
  • La compagnia aveva il permesso di servire la rotta solo il lunedì, il martedì, il giovedì e il sabato. L'Airbus A320-200 è invece precipitato domenica - I resti
  • Intanto sono almeno 30 i corpi recuperati dal luogo dell'incidente, al largo dell'isola del Borneo - I resti
  • E le navi indonesiane hanno individuato nel mar di Giava due grandi parti dell'aereo della AirAsia - La tragedia in volo
  • Gli oggetti, quello più grande misura circa 10 metri per cinque, si trovano l'uno vicino all'altro ad una profondità di 30 metri - Le ricerche
  • A bordo dell'aereo c'erano 162 persone - Le ricerche
  • Si sta lavorando per cercare di recuperare e identificare le vittime - Le ricerche
  • Si sta lavorando per cercare di recuperare e identificare le vittime - La tragedia in volo