Hong Kong, in piazza il movimento per la democrazia. FOTO

Cresce l'adesione alla campagna di disobbedienza civile lanciata da Occupy Central. Giovani, studenti, cittadini di tutte le età si riversano per le strade. E Pechino si trova ad affrontare una delle sfide politiche più impegnative da piazza Tienanmen
  • Dilaga la protesta a Hong Kong per chiedere maggiore democrazia e gli occhi del mondo sono tutti puntati sull'ex colonia britannica - Hong Kong, dilaga la protesta contro il governo
  • Ma intanto la Cina ha intimato agli Stati Uniti e alle altre nazioni straniere, di non interferire negli affari interni di Hong Kong, perché si tratta di una questione interna cinese - Non si placa la protesta
  • Ignorando gli appelli del governo, migliaia di persone continuano a rimanere nelle strade e adesso Pechino si trova ad affrontare una delle sfide politiche più impegnative da piazza Tiananmen, 25 anni - Scontri tra polizia e manifestanti
  • I manifestanti chiedono che il capo dell'esecutivo, Leung Chun-ying si dimetta e che Pechino modifichi la decisione di voler mantenere il controllo sulle elezioni del 2017 tramite un comitato di 'fedelissimi' che supervisioni le candidature - Protesta contro il governo cinese. VIDEO
  • Pechino è durissima: "Hong Kong è cinese. E' una regione cinese ad amministrazione speciale e gli affari di Hong Kong sono esclusivamente affari interni cinesi", ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri, a Pechino - Tienanmen, un attivista: "La battaglia è ancora in corso"
  • Una reazione forse al monito arrivato poco prima dal Foreign Office londinese: Londra, potenza coloniale ma liberale fino al 1997, è preoccupata dell'escalation - Dilaga la protesta