Francia, rilasciato Sarkozy. Resta l'accusa di corruzione

L'ex presidente è indagato perché è sospettato di aver usato la sua influenza per bloccare un'inchiesta sulla sua campagna elettorale del 2007. L'ex capo dell'Eliseo: "Strumentalizzazione politica di una parte della giustizia, non mi scoraggio". VIDEO
  • Nella notte tra martedì e mercoledì 2 luglio Nicolas Sarkozy ha lasciato gli uffici dell'anticorruzione francese a Parigi. Gli è stata notificata l'apertura di un'indagine per corruzione - Il fermo di Sarkozy
  • Sarkozy ha denunciato la "strumentalizzazione politica di una parte della giustizia", ma ha anche aggiunto di non sentirsi scoraggiato e di non escludere un ritorno in campo - La notizia sul quotidiano francese
  • Sarkozy è sotto inchiesta, come ha riferito la procura, perché avrebbe cercato di usare la propria influenza per bloccare un'indagine sulla sua campagna elettorale del 2007 - Il fermo di Sarkozy
  • Sarkozy in un'immagine d'archivio. Non è detto che l'ex presidente arrivi fino al processo, ma le sue speranze di tornare all'Eliseo, con questa inchiesta, sono ridotte al lumicino - Il fermo di Sarkozy
  • Tra gli indagati anche Thierry Herzog, avvocato di Sarkozy. Sarkozy, 59 anni, è stato trattenuto dalla polizia di Nanterre per quasi 15 ore prima di venire trasferito nelle prime ore di mercoledì in tribunale - Il fermo di Sarkozy
  • Gli uffici dell'anticorruzione francese dove Nicolas Sarkozy è stato trattenuto in stato di fermo per 15 ore. L'ex presidente è ora libero e non ha restrizioni - Il fermo di Sarkozy