“Hard Choices”, Hillary Clinton tra pubblico e privato

L'autobiografia dell’ex segretario di Stato ripercorre i momenti salienti della storia recente. Dalla sconfitta alle primarie contro Obama ai vertici internazionali, passando per gli alti (raid contro Bin Laden) e i bassi (attacco a Bengasi). FOTO - VIDEO
  • “Hard Choices” è il titolo di una delle autobiografia più attese dell’anno. Hillary Clinton fa il punto sulla sua carriera politica e personale. Senza però rivelare (ancora) se si candiderà o meno nel 2016 - La notizia su Sky TG24
  • 2010, in Kazakhistan: arriva un Silvio Berlusconi amareggiato per le rivelazioni di Wikileaks. "Berlusconi, le cui stranezze descritte in alcuni cablogrammi erano state ridicolizzate sulle prima pagine dei giornali italiani, era particolarmente agitato" - Vertice Osce, la Clinton affronta il dopo Wikileaks
  • Hillary Clinton riconosce però che “nonostante le sue manie, Berlusconi amava veramente l'America. L'Italia era un alleato chiave, e feci di tutto per ristabilire fiducia e rispetto” - La Clinton: "Berlusconi è il miglior amico degli Usa"
  • Silvio Berlusconi è protagonista di un altro passaggio del libro relativo al vertice sulla Libia di marzo 2011. “Sentitosi messo in ombra da Sarkozy, Berlusconi minacciò di uscire dalla coalizione e di chiudere l'accesso alle basi militari del suo Paese” - Usa, l'addio alla diplomazia di Hillary Clinton
  • "Decisa, sagace e diretta, mi ha sempre detto esattamente quello che pensava”. Hillary Clinton ha solo parole positive per Angela Merkel - Forbes, Angela Merkel è la donna più potente del mondo. FOTO
  • Ma le parti del libro più attese sono quelle relative al rapporto con Barack Obama, soprattutto all’indomani della sconfitta delle primarie. “Ci siamo guardati come due adolescenti alla loro prima strana uscita” - Usa, la cerimonia di insediamento di Obama
  • Vice-presidente? “Non sono mai stata interessata”, scrive Clinton. “Stavo pensando di tornare a fare la Senatrice”, prima di accettare il ruolo delicato di Segretario di Stato - Hillary Clinton ricoverata in ospedale. Si teme una trombosi
  • Barack Obama ha mantenuto la promessa di tenerla sempre informata. Sono state più di 700 le sue visite alla Casa Bianca nei 4 anni di mandato. Quando le è stato chiesto di restare alla Segreteria di Stato, ha rifiutato: “Ho detto un solo mandato. Così è" - Usa, il Senato dà l'ok: John Kerry nuovo segretario di Stato
  • Durante la campagna del 2008 lo staff di Obama chiede a Hillary Clinton di attaccare Sarah Palin. “Non l’avrei mai fatto, solo perché era una donna che chiedeva il voto di altre donne. Non aveva nessun senso politico. E ho fatto bene a dire di no” - Usa: dimessa dall'ospedale Hillary Clinton
  • Il vice-presidente Joe Biden è descritto da Hillary Clinton come uno dei migliori amici alla Casa Bianca: “Ogni settimana, io e Joe abbiamo provato a incontrarci per una colazione ufficiale. Ho sempre apprezzato queste conversazioni franche” - La dolce vita romana di Hillary
  • Altrettanto importanti sono stati gli incontri con l’ex segretario di Stato Condoleeza Rice, soprattutto per il passaggio di consegne. Clinton ha incontrato tutti e sette gli ex segretario di Stato viventi - Clinton: la libertà di Internet tra WikiLeaks e l'Egitto
  • Tra gli eventi di cui Hillary Clinton va più fiera c’è la visita ufficiale in Birmania con l’attivista politica e premio Nobel per la Pace Aung Suu Kyi. “Al primo incontro entrambe vestivamo bianco. Mi è sembrato un buon auspicio” - Birmania, Hillary Clinton ha incontrato San Suu Kyi
  • Sul raid che ha portato all’uccisione di Osama Bin Laden dice: “Sapevo che il Pakistan si sarebbe offeso a non essere avvertito. Ma sapevo anche che molti elementi dei servizi segreti pakistani avevano legami con i Talebani e al Qaeda” - Raid Osama, Clinton: i 38 minuti più intensi della mia vita
  • Tra i pentimenti, invece, c’è il voto del 2002 per l’autorizzazione della guerra in Iraq. In quell’occasione Clinton diede la sua approvazione. Avrebbe pagato molto questa scelta durante le primarie contro Barack Obama - Tutte le news sull’Iraq
  • Altro momento duro della sua carriera politica: l’attacco di Benghazi in Libia, dove hanno perso la vita 4 americani, incluso l’ambasciatore Chris Stevens. “Sono responsabile per la vita dei miei cittadini. Ma ci sono anche dei limiti” - Assalto anti-Usa a Bengasi, Clinton: "Mia la responsabilità"
  • Clinton parla anche dei rapporti tesi con Vladimir Putin: “Gli uomini forti, richiedono scelte forti” - Tutte le notizie su Putin
  • Nel libro spazio alla battuta del primo ministro bulgaro Boyko Borisov: “Mi è stato detto che quando i vostri capelli sono tirati indietro, significa che siete di cattivo umore”. La risposta della Clinton: “Solo perché ci vuole più tempo rispetto a te” - USA: esce oggi "Hard Chioces", memorie di Hillary Clinton
  • “Ancora non ho deciso” su una potenziale candidatura per il 2016. “Avendo già corso per la presidenza, so quanto sia difficile. Niente può essere dato per scontato” - Forbes, Angela Merkel è la donna più potente del mondo
  • Nel libro Hillary Clinton parla poi dei momenti difficili. Dopo aver lasciato la Casa Bianca, lei e Bill erano in bolletta, pieni di debiti. "Non avevamo soldi per pagare il mutuo della casa e per pagare l'università a Chelsea” - Monica Lewinsky: "Con Clinton una storia consensuale"
  • La battuta è subito stata presa di mira online, dove è diventato popolare l’hashtag #HillaryIsSoPoor - La CNN riassume i passaggi chiave del libro