Francia, treni troppo larghi: un errore da 50 milioni

Polemica a Parigi: i Ter Regiolis di Alstom e i Regio 2N di Bombardier non riescono a entrare in molte stazioni del Paese. Per un errore di progettazione bisognerà allargare 1.300 binari e banchine. FOTO - VIDEO
  • I nuovi treni francesi sono troppo larghi e dovranno ora essere stanziati 50 milioni di euro per adeguare binari e banchine. I mezzi, pronti per entrare in servizio, non riescono a entrare nelle stazioni più datate del Paese a causa delle loro dimensioni Francia, treni troppo larghi per le stazioni regionali. IL VIDEO
  • L’errore di progettazione riguarda 182 vagoni Ter Regiolis di Alstom e 159 Regio 2N del costruttore Bombardier. I nuovi treni sono più larghi di 20 centimetri rispetto a quelli attualmente in uso e, in 1.300 binari andrebbero a urtare contro le banchine - Tour Eiffel, 125 anni fa l'inaugurazione. LE FOTO
  • All’origine dell’errore i dati inviati dall'azienda pubblica Réseau Ferré de France, che avrebbe fornito ai costruttori le dimensioni dei binari costruiti negli ultimi 30 anni senza avvertire che buona parte delle stazioni francesi risale a 50 anni fa - Francia, Hollande nomina Manuel Valls nuovo primo ministro
  • Rff ha annunciato che si farà "interamente carico dei 50 milioni di euro" necessari per l'adeguamento - Francia, trionfa il centrodestra. Ma Parigi resta socialista
  • "E' una vicenda comicamente drammatica", ha dichiarato il sottosegretario Cuviller. "Bisogna fare chiarezza sul perché sono state prese decisioni così stupide. La gente deve imparare a uscire dagli uffici", ha detto il ministro dell'Ecologia Royal - Tutte le notizie sulla Francia
  • Duro l'attacco del presidente del Fronte Nazionale, Marine Le Pen, che in vista del voto di domenica, denuncia "lo spreco di denaro pubblico". Nella foto l’inaugurazione del nuovo SNCF Regiolis TER il 29 aprile 2014 - Tutte le notizie sulla Francia