Fukushima, tre anni dopo il disastro l'emergenza continua

Il Giappone ricorda il terzo anniversario del terremoto e dello tsunami che causarono l'incidente a Dai-ichi. La zona intorno alla centrale è abbandonata e il Paese è diviso tra chi teme nuove tragedie e chi vorrebbe rilanciare il nucleare. FOTO e VIDEO
  • L'11 marzo 2011 un terremoto di magnitudo 8,9 colpì la costa nord orientale del Giappone causando uno tsunami di quindici metri. Tra le conseguenze anche l'incidente nella centrale di Fukushima Dai-ichi. Sono passati tre anni dalla tragedia - Sisma, tsunami e disastro nucleare: lo speciale
  • Dopo Chernobyl, si è trattato del secondo incidente nucleare più grave della Storia. Classificato dall'Agenzia per la sicurezza nucleare e industriale del Giappone al grado 7 della scala Ines, il più alto - Il Giappone si ferma: il primo anniversario dalla tragedia
  • La centrale danneggiata, in una situazione ancora precaria visti i tre reattori con il nucleo parzialmente fuso, continua a rilasciare radiazioni in aria e mare, mentre per il decommissariamento ci vorranno tra i 30 e i 40 anni - Sisma in Giappone, ecco Fukushima due anni dopo. FOTO
  • L'intera area intorno a Fukushima è stata chiusa e evacuata. Nei primi giorni dopo l'incidente venne vietato l'ingresso nel raggio di 20 km attorno alla centrale. Circa 184 mila persone furono costrette ad abbandonare la propria terra - Fukushima, farfalle mutanti con ali e occhi deformi
  • Ad aprile 2012, in seguito alla verifica della riduzione dei livelli di radioattività sotto la soglia di sicurezza in alcune località, le autorità hanno dato il permesso alla popolazione di rientrare. Altre città rimangono deserte e abbandonate - Giappone, diffuse le immagini di Fukushima dopo lo tsunami
  • Si prevede che entro il 2016 il livello di radioattività in tutte le zone evacuate scenderà al di sotto della soglia di sicurezza permettendo così il rientro di tutti coloro che hanno dovuto lasciare la propria casa - Il video dell'onda anomala che si abbatte sulla costa giapponese
  • Il Paese comunque è diviso. Molti temono nuovi incidenti in futuro mentre il premier Shinzo Abe è intenzionato a riavviare i reattori fermati nel dopo Fukushima - 11 marzo 2011: la notizia in presa diretta
  • Abe intende far ripartire gli impianti attualmente esistenti in Giappone che supereranno i test "rafforzati" sulla sicurezza. Le centrali nel Paese del Sol Levante sono circa 50 - Sisma, tsunami e disastro nucleare: lo speciale
  • Il Giappone infatti è stato costretto negli ultimi tre anni a importare petrolio e gas, mentre in precedenza era autosufficiente dal punto di vista energetico grazie al nucleare - Non solo Giappone: il disastro nucleare nelle mappe
  • Tanti giapponesi invece invocano lo stop definitivo al nucleare per virare sulle energie rinnovabili, in particolare il movimento "Sayonara Genpatsu" (addio alle centrali e al nucleare) - Terremoto, il Giappone alle prese con le esercitazioni
  • Il movimento ha tra i suoi promotori il Nobel per la Letteratura, Kenzaburo Oe e Ryuichi Sakamoto, attore e compositore premio Oscar, che ha rimarcato che "l'incidente di Fukushima continua ancora oggi" - Giappone, immagini da un mondo radioattivo
  • Intanto proseguono i lavori di misurazione di contaminazione vicino a Fukushima. Questa squadra di pompieri si trova nella città abbandonata di Manie, nei pressi della centrale. Finora i risultati sulla sicurezza dell'area sono molto discordanti - Allarme radiazioni, controlli a tappeto per i giapponesi
  • Addetti alla protezione da radiazioni conducono continuamente lavori di decontaminazione. Questa squadra si trova a Okuma, vicino alla centrale di Fukushima - Fuga dal terrore, i giapponesi lasciano Tokyo
  • Nella giornata precedente all'anniversario della tragedia, Dale Klein, ex numero uno dell'Authority nucleare Usa e a capo ora del comitato indipendente voluto dalla Tepco, ha incontrato un gruppo di giornalisti stranieri nell'impianto colpito - Giappone, ecco Miyagi a quasi un mese dal terremoto: le foto
  • "Rispetto a un anno fa ho visto molti progressi e ce ne sono molti altri da fare", ha detto Dale secondo cui l'emergenza ora è l'acqua contaminata e radiottiva accumulata in questi tre anni - Giappone, Google torna sui luoghi del disastro. FOTO
  • Proprio la questione della contaminazione dell'acqua è centrale in Giappone. Il mercato ittico è crollato e non esiste ancora una certezza scientifica della sicurezza o meno del cibo proveniente dalle aree colpite - Giappone, a Miyagi è ancora emergenza
  • Alcuni pescatori di Iwaki, pochi giorni fa, hanno avuto il permesso di effettuare una battuta di pesca a 40 km da Fukushima per verificare il livello di radioattività dei pesci e determinare se sono idonei alla vendita e al consumo alimentare - Giappone, il disastro visto dall'alto
  • Una cerimonia di commemorazione a Koriyama. La ferita di Fukushima è ancora molto fresca e sentita da tutti i giapponesi. Il disastro del 2011 complessivamente causò 15 mila vittime finora accertate - Se l'orologio segna l'istante della tragedia
  • Più di 200 persone si sono ritrovate sulla spiaggia di Iwaki e davanti alle acque dell'Oceano Pacifico si sono prese per mano formando un lungo cordone umano in segno di vicinanza ai familiari delle vittime di Fukushima - Sisma, tsunami e disastro nucleare: lo speciale
  • Negli ultimi giorni migliaia di persone hanno manifestato a Tokyo contro il nucleare. Il lungo corteo, accompagnato da tamburi, chitarre e striscioni ha chiesto che "Fukushima non si ripeta ancora" - Giappone: il sisma e lo tsunami. Poi il disastro nucleare
  • Non si protesta solo in Giappone. Davanti alla centrale francese di Fessenheim, nell'Alsazia, si sono riuniti circa 4 mila attivisti anti-nucleare. Tra loro anche un ospite dal Giappone, diventato uno dei paladini del movimento: Naoto Mastamura - Giappone, a Miyagi è ancora emergenza
  • Mastumura, ribattezzato "l'ultimo uomo di Fukushima", è un allevatore che ha deciso di non lasciare la sua terra e vivere coi suoi animali. Il livello di contaminazione da radiazioni sul suo corpo è 17 volte maggiore dei valori di sicurezza - Giappone, migliaia in piazza contro il nucleare
  • A distanza di tre anni ancora vengono mandate squadre di pompieri o poliziotti a verificare la presenza di cadaveri di dispersi - Giappone, Google torna sui luoghi del disastro. FOTO
  • Questi officiali di polizia perlustrano un'area vicino a Namie in cerca di qualche segno di persone date per disperse. Coloro che mancano all'appello sono circa 4.600 - Giappone, ecco Miyagi a quasi un mese dal terremoto: le foto
  • Le ricerche proseguono anche sott'acqua, a distanza di tre anni dalla tragedia. Questo gruppo di sommozzatori perlustra il mare davanti a Namie, città vicina a Fukushima - Non solo Giappone: il disastro nucleare nelle mappe